Cosa nasconde il titolo di questi 5 film candidati agli Oscar 2017?

Spesso il significato si perde nella traduzione oppure è difficile cogliere le sfumature: Aba English ci dà una mano a capire che cosa c'è dietro le parole di alcune pellicole in gara per la statuetta di Miglior film, La La Land in testa

Il countdown per la consegna degli Oscar 2017, le statuetta più ambite di Hollywood. è cominciato e stiamo già facendo una scorpacciata di aneddoti e curiosità (a proposito, sai chi ha vinto l'Oscar nell'anno in cui sei nata?). Sono note da tempo le nomination degli Oscar 2017, tra cui il super favorito La La Land, la pellicola con Emma Stone e Ryan Gosling rivelazione dell'anno, e il film di animazione Disney Zootropolis, senza dimenticare Barriere, che vede alla regia per la terza volta l'attore pluripremiato Denzel Washington, il western Hell or High Water, con l'affascinante Jeff Bridges, e Moonlight.

I titoli originali dei film in gara non sono sempre di facile comprensione per noi, poiché spesso la traduzione perde di vista il senso originale: per l'occasione, la scuola d'inglese online Aba English (abaenglish.com) ci aiuta a capire il significato dei titoli più interessanti tra quelli nominati agli Oscar 2017 come Miglior film.

Advertisement - Continue Reading Below

Oscar 2017 film: La La Land di Damien Chazelle

Il musical con Emma Stone e Ryan Gosling è il favorito agli Oscar 2017, tanto che con 14 nomination  punta anche al record di Titanic. Il titolo, apparentemente semplice, cela in realtà molteplici giochi di parole: il termine La La Land viene talvolta usato dalla stampa americana come sinonimo di Los Angeles (spesso abbreviata in L.A. in inglese), e nello specifico dell'industria cinematografica di Hollywood. Ma l'espressione indica anche uno stato di sognante euforia, tipico di chi vive con la testa tra le nuvole come Mia e Sebastian, che inseguono con costanza i loro sogni di successo.

Advertisement - Continue Reading Below

Oscar 2017 film: Zootropolis, di Byron Howard e Rich Moore

Il titolo originale del nuovo film d'animazione della Disney è Zootopia, che significa letteralmente «luogo degli animali», ma evoca anche la parola «utopia», ovvero un luogo immaginario, proprio come la città nel film. La distribuzione italiana ha però cambiato il titolo in Zootropolis, citando il famoso film Metropolis di Fritz Lang (1927).

Advertisement - Continue Reading Below

Oscar 2017 film: Barriere, di Denzel Washington

Per il suo terzo film da regista, Fences, l'attore pluripremiato Denzel Washington ha adattato un testo teatrale del drammaturgo August Wilson. La distribuzione italiana ha scelto di tradurre il titolo con Barriere, che rende solo in parte il significato dell'originale. «Fence» infatti significa «staccionata» come quella che i protagonisti costruiscono attorno alla loro casa, ma si allude anche alle divergenze e barriere invisibili che dividono i personaggi. La parola «fence» deriva da «defence», che significa «difesa». L'uso della parola si è poi esteso a indicare lo sport della scherma (in inglese «fencing»), e solo dopo ha assunto il significato di «recinto».

Advertisement - Continue Reading Below

Oscar 2017 film: Hell or high water, di David Mackenzie

Il titolo di questo neo-western con protagonista Jeff Bridges, Hell or high water, è stato mantenuto tale e quale: nell'originale è un modo di dire molto usato in inglese che equivale all'italiano «costi quel che costi». Ovviamente è stato molto difficile rendere il titolo in altre lingue: in Francia e Spagna il film si intitola Comanchería, il soprannome della regione tra New Mexico e Texas dove è ambientata la storia mentre in Brasile si è optato per A qualquer custo, «a qualunque costo» appunto.

Advertisement - Continue Reading Below

Oscar 2017 film: Moonlight, di Barry Jenkins

Il film, del regista Barry Jenkins (in foto), racconta l'adolescenza tormentata di un giovane ragazzo nero nei quartieri bassi di Miami e la sua scoperta dell'omosessualità. «Moonlight» significa letteralmente «chiaro di luna», ma il significato diventa più chiaro quando si scopre che la parola è stata scelta per abbreviare il titolo del testo teatrale di Tarell Alvin McCraney da cui è tratta la pellicola, In moonlight black boys look blue ovvero «al chiaro di luna i ragazzi neri sembrano blu», dove «blue» può anche tradursi con «tristi» o «malinconici», in senso figurato. Il titolo suggerisce quindi che il chiaro di luna è capace di rivelare l'anima dei ragazzi neri al di là del colore della loro pelle e degli stereotipi.

More from Gioia!:
Film
CONDIVIDI
Venezia 2017: la guida della 74esima edizione
Grande attesa per i film e per gli ospiti (come George Clooney) che sfileranno sul red carpet dal 30 agosto al 9 settembre 2017
Film
CONDIVIDI
Gli 8 film romantici più belli usciti quest'anno
Ti piacciono i film romantici? Eccone 8 usciti recentemente che ti piaceranno sicuramente e sapranno convincere anche i più scettici sul...
Film
CONDIVIDI
Elogio del bagnino, un mito in estinzione
Il latin lover è un'invenzione delle straniere a cui i nostri bagnini si sono adeguati con professionalità, ce lo spiega un documentario...
Film
CONDIVIDI
Harry Styles: «Speriamo che me la cavo»
Il ciuffo più famoso degli (ex) One Direction debutta con un piccolo ruolo in un film di guerra diretto da Christopher Nolan
Film
CONDIVIDI
Amy Adams: «Il successo non vale nulla se manca la felicità»
L'abbiamo adorata in Arrival, American Hustle e Come d'incanto, ma ci sono delle curiosità che la rendono ancora più speciale
Film
CONDIVIDI
Manolo Blahnik: tutti i segreti del designer di scarpe in un documentario
L'arrivo del documentario/biografia sul geniale stilista è previsto per il 15 settembre 2017
Film
CONDIVIDI
Rocio: «Non nascondo più la mia bellezza»
Dopo un periodo di crisi, l'attrice ha deciso di non mortificare più la sua fisicità e ha detto sì al nuovo cinepanettone di Neri Parenti:...
Film
CONDIVIDI
Paolo Ruffini: «Sì, con Diana Del Bufalo è finita»
Ospite alle giornate Ciné di Riccione, l'attore conferma ufficialmente a Gioia! i rumors sulla fine della sua relazione
animali-fantastici-e-dove-trovarli-locandina
Film
CONDIVIDI
Animali fantastici, il sequel: novità dal set
Con l'inizio delle riprese, emergono i primi dettagli sul sequel (ancora senza titolo) di Animali fantastici e dove trovarli (Attenzione...
Film
CONDIVIDI
Jasmine Trinca: «Le donne? Meravigliosamente complicate»
La femminilità secondo Jasmine Trinca: l'attrice, premiata al festival di Cannes 2017, sarà Ilaria Cucchi nel film Sulla mia pelle