Più Popolare

Due chiacchiere con uno stilista: Pierantonio Gaspari, proprietario dell'omonimo brand (che però è scritto PierAntonioGaspari), per
scoprire la sua collezione primavera estate 2016 e carpire qualche
consiglio fashion. Dai capi che non possono mancare nel guardaroba di
una donna ai colori più di tendenza e perché no, anche due dritte per chi, come lui, ha scelto (o sogna) di diventare un fashion
designer. Insomma, un viaggio nella moda in compagnia di un
protagonista, che ha fatto della tradizione della maglieria made in Italy la sua cifra distintiva e che per il 2016 si appresta ad
affrontare nuove sfide dopo aver siglato l'accordo di licenza per la
produzione e distribuzione worldwide con l'azienda italiana Loma
S.p.A. Perché la vita di uno stilista è sempre in movimento, tra
sogno e realtà. Ecco cosa ci ha raccontato... 

Advertisement - Continue Reading Below

Ancora
una volta, la nuova collezione primavera estate 2016 punta sulla
sperimentazione e la ricerca. Come è nata questa collezione?

E'
una collezione nata sul concetto spaziale di Lucio Fontana per
esaltare le meravigliose sperimentazioni che la maglia offre.
Attraverso tagli inaspettati ho voluto annullare la distinzione tra
corpo e abito lasciando compenetrare l'uno nell'altro. Ho creato
rilievi e rientranze che assorbono la percezione di materia giocando
con voile leggerissimi e righe multicolor. Ho cercato superfici
tridimensionali, leggerezza ma corposità allo stesso tempo.

Più Popolare

A
quale donna è rivolta?

Quando
disegno penso sempre che la mia donna ama distinguersi con eleganza e
sobrietà. Una donna attuale ma non uniformata ai trend della
stagione. Lei ama ritrovare nelle mie collezioni quel senso di
esclusività che saprà renderla unica. Penso sempre di creare per
lei capi ricchi di stile ed intramontabili
nel tempo.

Quale
il pezzo "must have" della collezione?

Senza
dubbio il gilet con trama di maglia grossissima a punto crochet e
rete che ho pressato ad alta temperatura ottenendo un effetto
sbalorditivo. E' la vera essenza della sperimentazione che abbina
concetti iconici a risultati innovativi e tecnologici.

Quale,
invece, il capo o i capi che non devono mai mancare nel guardaroba di
una donna?

Un
pullover che avvolga con volumi fluidi e riscaldi con eleganza, una
camicia di seta morbida appena drappeggiata e una giacca rivisitata.

Ha
un colore preferito? Se sì, quale e perché?

Certamente
non posso negare la forte attrazione per il nero perché mi consente
di lavorare maggiormente sulla forma ed il volume che sono
caratteristiche tipiche della mia cifra stilistica. In ugual modo
potrei definire il bianco. Uscendo da questi due direi che utilizzo
spesso colori sporcati da altre tonalità per creare mix cromatici
innovativi.

La
Sua prima collezione è stata lanciata nel 1997, cosa è cambiato nel
suo modo di fare abiti da allora?

Tutto
e niente... Rimane sempre l'imperativo di sperimentare nuove forme e
nuovi accostamenti per mantenere viva la contemporaneità. E' però
innegabile che i grandi cambiamenti di questi ultimi anni nel nostro
settore abbiano reso necessario un maggior carattere distintivo delle
collezioni. Il mio impegno costante è di concentrarmi sui tratti
distintivi del mio marchio, sulla maglia e sulla qualità
indiscutibile del Made in Italy che trovo essere un grosso valore
riconosciuto a livello mondiale. Per il resto occorre sempre
divertirsi quando si disegna una nuova collezione, sognare ad occhi
aperti e ovviamente rischiare e azzardare.

Quale
consiglio si sentirebbe di dare a un giovane designer che vuole
intraprendere la Sua stessa carriera?

Viaggiare
il più possibile in paesi ricchi e poveri, tra culture che non ci
appartengono ma che trattengono tratti di eleganza e stile che spesso
noi abbiamo perso. Poi non mi stanco di ripetere che occorre sognare,
sperimentare ed innovare seguendo sempre la propria stella polare.

More from Gioia!:
Tendenze
CONDIVIDI
Stripe a pose!
Da divisa d'inizio secolo per i marinai a capo icona delle dive degli anni '50: ritorna e trionfa lo stile cruise per la primavera 2017
come indossare crop top
Tendenze
CONDIVIDI
Come indossare il crop top senza essere ridicola
Può essere sexy ma anche enfatizzare i difetti, come fare quindi? Seguendo queste regole di stile
Tendenze
CONDIVIDI
Che ne dici di un outfit anni 60, come BB?
Brigitte Bardot e le altre fashion icon sixties ti danno un consiglio su cosa mettere in valigia per un fine settimana di primavera
Tendenze
CONDIVIDI
Questa modella francese è la nuova Jane Birkin
Si chiama Louise Follain e sembra di rivedere l'attrice nei suoi tempi d'oro: qui ci spiega i suoi segreti di stile
Tendenze
CONDIVIDI
Voglia d'estate: 11 trend da amare
I pezzi chiave di tendenza facili da portare e da mixare nel tuo guardaroba se stai già sognando la spiaggia
Sei hygge?
Tendenze
CONDIVIDI
Come dicono «felicità» i danesi? Hygge
Non sai che cosa vuol dire? Hygge è l'arte del vivere bene e la Danimarca ha il copyright, ma si può prendere spunto da loro
Street style
Tendenze
CONDIVIDI
10 capi di culto dallo street style parisien
I migliori look (fuori) dalle sfilate della capitale francese a cui ispirarsi per il prossimo inverno
Tendenze
CONDIVIDI
Senza reggiseno è meglio! Lo dice la scienza
Il motivo è molto semplice e c'entra la circolazione
Tendenze
CONDIVIDI
Tutti i trend del 2017 da New York
Dal rosso onnipresente alla pelliccia, tutte le tendenze per il freddo che verrà
Tendenze
CONDIVIDI
Come vestirti a un matrimonio in primavera?
Sei l'invitata? Ecco una guida fashion per trovare l'abito e gli accessori adatti a ogni esigenza