Sonia Rykiel: non solo démodé e tricot, 10 motivi per cui ricorderemo la stilista

Addio alla designer, scomparsa a Parigi a 86 anni: fondatrice della maison che porta il suo nome, ha fatto la storia della moda

Se ne è andata, Sonia Rykiel. Come solo lei avrebbe saputo fare: con eleganza e nel silenzio, lasciando un'eredità immensa. «È la donna che anima l'abito, non può essere il contrario: la provocazione è la donna, mai quello che indossa» disse la stilista, delineando una nuova identità femminile in cui tutto ruota intorno alla libertà di essere ciò che si vuole e di esprimerlo con ciò che si indossa, al di là delle tradizioni e delle tendenze. E per far questo la stilista francese ha ripreso la classicità per decostruirla e darle una nuova visione: una libertà che ha imposto il démodé, termine che proprio a Sonia Rykiel si deve. E così, lei che ha scritto libri di moda, ne è poi diventata una delle protagoniste indiscusse.

Le più grandi rivoluzioni nello stile non possono che partire da una che la moda la vive e la respira, giorno dopo giorno. Scopre di avere un'inclinazione creativa nel '62, durante la gravidanza della figlia Nathalie, quando disegna i propri abiti non trovando nulla di comodo da indossare. E così al pullover viene data nuova linfa che la portò a essere soprannominata la regina del tricot. Ma non solo: lei stessa è un'icona con il caschetto rosso, gli occhi smeraldo, magra con la silhouette enfatizzata dai tacchi e abiti rigorosamente neri.

Dopo Marta Marzotto, quello di Sonia Rykiel è l'ultimo dei lutti nel fashion system. A 86 anni se ne andata nella sua casa di Parigi lasciando un enorme eredità che ha fatto e di certo farà ancora la storia della moda. E noi vogliamo ricordarla così: con i 10 motivi che hanno reso inimitabile la "regina del tricot".

Advertisement - Continue Reading Below

1 Bohémien, trés chic

Lo spirito alternativo della Rive Gauche si respira negli abiti svolazzanti dallo stile Bohémien.

Advertisement - Continue Reading Below

2 La vita è un arcobaleno

Non ama particolarmente il monocolore. Raramente la stilista propone look dalle tinte unite. Sa giocare con la luce e le tonalità, abbina alla perfezione le nuances per risultati originali dall'effetto color block.

Advertisement - Continue Reading Below

3 Piume, fiocchi, cuori

Cristalli, piume, fiocchi e cuori: non esiste semplicità per i dettagli della stilista francese.

Advertisement - Continue Reading Below

4 I pantaloni maschili

La libertà della donna passa anche dal guardaroba maschile con i pantaloni senza orli, diventati un tratto distintivo del suo stile.

Advertisement - Continue Reading Below

5 Nuova vita del pullover

La concezione della maglia viene rivisitata: diventa un capo alla moda con la stessa dignità degli abiti. Anzi, la nuova anima del pullover è sexy: da indossare sulla pelle nuda o con le cuciture alla rovescia.

Advertisement - Continue Reading Below

6 Donne con il cappello

Cosa sarebbe una sfilata di Sonia Rykiel senza i cappelli? Di qualsiasi dimensione, forma, ispirazione.

Advertisement - Continue Reading Below

7 Giardini in fiore

Il floreale è stata una delle stampe più amate di Sonia Rykiel, espressione di romanticismo, eleganza ma anche di assoluta libertà.

Advertisement - Continue Reading Below

8 Black & White

L'accostamento tra bianco e nero rientra nel codice distintivo di Sonia Rykiel.

Advertisement - Continue Reading Below

9 Cosmopolita

Suggestioni orientali per lo stile della designer che guarda oltre i confini, con una prospettiva cosmopolita.

Advertisement - Continue Reading Below

10 Oversize

Forme XXL per una moda che guarda anche alla comodità e alla libertà dei movimenti.

More from Gioia!:
Abbigliamento
CONDIVIDI
Kate Middleton: il suo secondo abito da sposa (forse) è ancora più bello del primo
Il giorno della sue nozze la Duchessa ha indossato un secondo abito per una cena intima, la sera, a Buckingham Palace
Abbigliamento
CONDIVIDI
Giorgio Armani: ode al colore e all'ottimismo
«Alla tristezza io rispondo con il colore», Re Giorgio porta alla Milano Fashion Week una collezione gioiosa
Abbigliamento
CONDIVIDI
7 pezzi moda bambino (immancabili) per andare a scuola
Camicia, jeans e felpa per lui; vestitino a fiori per lei: i capi must have del look per la scuola dei tuoi bambini
Abbigliamento
CONDIVIDI
Gigi e Kaia: quando l'abito è un bouquet
Durante la Milano Fashion Week, Jeremy Scott si è superato facendo sfilare abiti fatti da fiori a grandezza naturale
Abbigliamento
CONDIVIDI
Tutti i look di Fendi che ameremo in primavera
Stampe check, righe, ma soprattutto tantissima eleganza
Abbigliamento
CONDIVIDI
Se sei una sposa romantica, il tuo abito deve essere un Luisa Beccaria
La stilista ha presentato durante la Milano Fashion Week la sua nuova collezione per la primavera estate 2018: a spiccare, un abito da...
Abbigliamento
CONDIVIDI
I vestiti a fiori sono il sogno dell'inverno: la guida allo shopping
Come giardini incantati su tessuto, sono gli abiti più romantici per aggiungere quel tocco di magia al freddo della stagione
Abbigliamento
CONDIVIDI
Chiara Ferragni vince tutto con un outfit maschile (ma molto femminile)
Una Ferragni inedita, questa: minimale, total black, mannish
Abbigliamento
CONDIVIDI
Come vestirsi in ufficio? Melania Trump risponde
La first lady, per il debutto del presidente Trump alle Nazioni Unite, ha indossato un tailleur a stampa check che potrebbe rivelarsi la...
Il cappotto da mezza stagione è il trench dell'autunno inverno 2018
Abbigliamento
CONDIVIDI
Perché il trench è SEMPRE una buona idea
Elegante, senza tempo, ti protegge dai primi freddi senza farti soffocare: un vero salvavita nella mezza stagione