Il mondo visto dagli Emmy

È la sagra della tv. Celebrata domenica scorsa a Los Angeles, la notte degli Emmy, oltre che lo stato della televisione, illustra come siamo fatte noi che la guardiamo

Si è svolta anche quest'anno, con il trionfo consueto de Il trono di spade e qualche new entry interessante, la notte degli Emmy: i premi della tv. Che come sempre, oltre a premiare il meglio del piccolo schermo, rivela qualcosa di noi che lo guardiamo.

Advertisement - Continue Reading Below

Siamo abitudinarie

Ogni anno ci poniamo le stesse domande, e ci diamo le stesse risposte. Cosa diavolo è una "serie limitata"? (Quella che ha una storia lunga una stagione). Perché Transparent è candidata tra le commedie? (Perché gli episodi durano mezz'ora). Chi ha vinto nella categoria "Drama"? (Il trono di spade: con 38 Emmy, la serie più premiata di sempre).

Advertisement - Continue Reading Below

Siamo tolleranti

Almeno in pubblico. «A Hollywood, c'è una sola cosa più importante della diversità: vantarsi di quanta importanza viene data alla diversità», ha detto Jimmy Kimmel nel monologo d'apertura. Jeffrey Tambor, che ha vinto (ancora) come protagonista di Transparent, vorrebbe «essere l'ultimo uomo cisgender nel ruolo di una donna trans. Dobbiamo restituire a loro le loro storie». O più sinteticamente: «Abbattere il patriarcato», come ha strillato la regista (pure premiata) Jill Soloway.

Advertisement - Continue Reading Below

Preferiamo le donne in politica

Però squinternate. Quindi nessun premio a Robin Wright/Claire Underwood, altera e irraggiungibile regina di House of Cards, ma il quinto Emmy consecutivo – il nono in carriera – per Julia Louis-Dreyfus, la (vice) presidente di Veep, miglior serie comica: «Quando abbiamo iniziato facevamo satira, adesso sembra più un documentario di denuncia».

Advertisement - Continue Reading Below

Ci piacciono le storie vere

Ma vorremmo cambiare il finale. Sarah Paulson ha ritirato il premio accompagnata dalla vera Marcia Clark, il pubblico ministero – massacrata dall'opinione pubblica – cui offre umano riscatto in American Crime Story: il caso O. J. Simpson. Un trionfo in nove Emmy, tra cui miglior "serie limitata".

Advertisement - Continue Reading Below

Crediamo ancora a tutto

Basta saperlo raccontare. Rami Malek ha vinto come miglior attore protagonista per Mr. Robot, e reso omaggio alla parte più alienata di noi. Ma più sorprendente è stata la statuetta a Tatiana Maslany, che in Orphan Black incarna le cinque protagoniste, e almeno altrettanti cloni di passaggio: un'enciclopedia esaustiva della natura femminile. Più che un esercizio di stile, un trucco di magia.

Advertisement - Continue Reading Below
More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Quello che nessuna madre osa dire sul proprio figlio (ma che pensa davvero)
L'ironia langue quando una madre parla dei propri figli, per cui se non ne potete più di ritratti irreali di bambini perfetti, leggete qui...
Baby modella in sfilata
Storie
CONDIVIDI
Baby modelle, luci e ombre del backstage
C'è chi comincia da piccolissima, chi sogna di farlo anche da grande: un libro (e questa inchiesta) racconta le loro infanzie «da catalogo»
Storie
CONDIVIDI
Manterrupting: come liberarsi dalla brutta abitudine maschile di interrompere i nostri discorsi
Avete presente quella volta che un collega o un amico vi ha interrotte per dire la sua e voi siete rimaste lì, mortificate? Ebbene, siete...
Sbarchi migranti Italia navi Marina militare reportage: il soccorso ai profughi
Storie
CONDIVIDI
Migranti: siamo stati sulla nave che presta soccorso
Oltre 12mila profughi in 48 ore: noi eravamo a bordo delle navi della Marina Militare, ecco il reportage esclusivo di Gioia!
Storie
CONDIVIDI
Che cos'è il manspreading e perché, almeno una volta, ne sei stata vittima anche tu
L'invasione machista dello spazio altrui è diventata tema di dibattito, al punto che in alcune città del mondo si stanno attivando divieti...
Storie
CONDIVIDI
Cosa succederebbe se Facebook sparisse?
Quali sarebbero le reali conseguenze se il social network più famoso al mondo d'improvviso non esistesse più? Beh, che non rimarrebbe...
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Smart awards 2017: tutti i premiati
I personaggi e i prodotti che hanno avuto quest'anno il premio di Gioia!
Storie
CONDIVIDI
La grande festa dei Gioia! Smart Awards 2017
Il Ballo di Brera e il party di Gioia!, che ha voluto premiare personalità con qualcosa in più...decisamente smart!
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Let's dance: l'exhibition per gli 80 anni
8 decenni di moda e costume raccontati attraverso il ballo e le pagine del nostro giornale, nato nel 1937: a Milano dal 21 al 24 giugno
Storie
CONDIVIDI
Cannabis: legalizzarla o no?
Dimenticate il mite spinello: oggi è 25 volte più forte di un tempo, ma quasi nessuno lo sa, e in Italia l'ha provata un adolescente su...