Robert De Niro e Mariah Carey premiati ai Glaad Media Awards 2016

A loro è toccato il riconoscimento made in Usa per i personaggi che contribuiscono a fornire un'immagine corretta del mondo Lgtb, anche attraverso i mezzi di comunicazione di massa

Più Popolare

Parata di vip il 14 maggio a New York per i Glaad Media Awards, i premi assegnati dalla Gay & Lesbian Alliance Against Defamation - Glaad, appunto, l' organizzazione statunitense no-profit che lotta contro la discriminazione e l'omofobia - a coloro che contribuiscono a fornire un'immagine più vera e accurata della comunità Lgbt (lesbica, gay, bisessuale e transessuale). Quest'anno protagonisti della cerimonia – che si è svolta presso il Waldorf Astoria Hotel di New York – sono stati Mariah Carey e Robert De Niro, in una serata presentata da Laverne Cox, attrice transgender co-protagonista di Orange is the new black (nella foto d'apertura con Mariah Carey mentre si fanno un selfie).

Advertisement - Continue Reading Below

Mariah Carey – in abito argentato trasparente dall'ampia scollatura – si è presentata con il fidanzato, il magnate australiano James Packer. Ma perché la cantante è stata premiata? A spiegarlo è Sarah Kate Ellis , ceo del Glaad: «Mariah Carey è una figura mediatica che ha sempre usato il suo palco per supportare costantemente e aiutare attivamente la comunità Lgtb ad essere più forte e rispettata». Infatti «attraverso la sua musica e il suo supporto, sempre molto forte e sentito, ha ispirato e rafforzato un numero infinito di fan Lgbt in tutto il pianeta». Infine, l'artista «è un'amica della comunità Lgbt e ha lottato, e continua ancora, senza mai stancarsi, per l'accettazione e l'inclusione».

Mariah Carey ai Glaad Awards 2016.
Più Popolare

Dal canto suo Robert De Niro, introdotto sul palco da Jennifer Lawrence, nel ricevere il premio ha chiosato: «Chi pensa male della comunità Lgbt non sa cosa voglia dire veramente essere discriminati».

Read Next:
Storie
CONDIVIDI
Casa Surace, il fenomeno virale del web
Con i video del «terrone fuori sede» prendono in giro tutti, da Nord a Sud: e stanno facendo impazzire il web
Divorzio breve
Storie
CONDIVIDI
Il divorzio breve e le differenze con quello consensuale
Il divorzio breve approvato recentemente differisce dal divorzio consensuale o giudiziale
Cultura pop 2016
Storie
CONDIVIDI
I 18 momenti top dello spettacolo nel 2016
Dall'Oscar a DiCaprio a Lemonade di Beyoncé, oltre ai grandi ritorni di Una mamma per amica, Harry Potter e Bridget Jones
Storie
CONDIVIDI
Cosa è successo nel 2016
20 fatti importanti che hanno caratterizzato l'anno appena terminato: ripercorriamo insieme gli ultimi 12 mesi di notizie
principessa leia star wars carrie fisher
Storie
CONDIVIDI
Carrie Fisher, addio principessa Leia
Colpita da infarto sul volo Londra-Los Angeles, Carrie Fisher è morta oggi in ospedale
George Michael: gli amori
Storie
CONDIVIDI
Il compagno di George Michael: «Un Natale che non dimenticherò mai»
Il compagno Fadi Fawaz ha svelato le circostanze della morte, ma anche l'ex grande amore Kenny Goss ha espresso tutto il suo dolore
Storie
CONDIVIDI
Le 5 notizie più belle del 2016
Salutiamo il 2016 ormai agli sgoccioli con quelle che, in mezzo a tanti brutti avvenimenti, sono state le sue 5 notizie migliori
E' salva Bana Alabed, la bambina simbolo di Aleppo.
Storie
CONDIVIDI
E' salva la bambina simbolo dell'assedio di Aleppo
Bana Alabed, 7 anni, racconta da settembre su Twitter gli orrori della guerra che insanguina la Siria
Aleppo
Storie
CONDIVIDI
10 modi per aiutare le vittime di Aleppo
Il popolo di Aleppo ha bisogno di aiuto più che mai: ecco cosa puoi fare anche tu
islam-velo-donne-ribelli
Storie
CONDIVIDI
4 storie di donne che si ribellano al velo
L'ultima è Malak al-Shehri, arrestata in Arabia Saudita perché uscita senza velo; ma prima di lei altre hanno sfidato i regimi integralisti...