Perché il principe Harry non ha una fidanzata?

Nonostante le irresistibili apparenze, trovare l'amore per il principe Harry è un'impresa complicata, ma lui non si scoraggia

Più Popolare

Se il mondo fosse un algoritmo perfetto, il principe Harry sarebbe fidanzato con Emma Watson e in procinto di fornire al mondo un royal wedding indimenticabile. Invece è in Florida, insieme a Michelle Obama, per inaugurare gli Invictus Games di Orlando (i giochi paralimpici dedicati ai feriti di guerra) e rilasciare interviste strappacuore sulla desertificazione della sua vita sentimentale.

All'inizio di tutto c'è la morte di Diana, naturalmente. «Un vuoto incolmabile, non solo nella mia vita e in quella di William, ma anche per tante altre persone. Ha lasciato molti lavori in sospeso. Non decido di dedicarmi a specifiche cause pensando che così sarebbe fiera di me, però... diavolo, spero davvero che sarebbe fiera di me».

Advertisement - Continue Reading Below

Harry sembra  molto disinvolto nel mantenere il controllo della sua immagine pubblica – per dire: è stato senza dubbio il vincitore del triangolare di video su Twitter con gli Obama e Justin Trudeau per promuovere i giochi di Orlando (e sì: aveva la regina a fare da special guest, ma l'aria del bravo ragazzo che sa pure farti ridere non si improvvisa).

Più Popolare

Eppure Harry coltiva un atteggiamento di regale distacco nei confronti dei social network: «Mi preoccupa che molta gente sia convinta che gli amici sono quelli che tiene in mano. Certi ragazzini sanno più cose dei loro amici di Facebook che dei loro vicini di casa». Lui usa i social media per cercare storie, o esplorare opinioni autorevoli, ma riconosce l'esistenza di un lato oscuro del web, e non gli piace.

È quello, per esempio, dell'attenzione ossessiva alla sua vita privata. La rottura con ultima fidanzata conosciuta, Cressida Bonas, risale a un paio di anni fa: da allora, moltissimi i gossip inconsistenti, ma nessun cambiamento significativo di stato sentimentale.

«Sono diventato paranoico. Se o quando troverò una fidanzata, farò il possibile per assicurarmi che stiamo davvero bene insieme prima dell'inevitabile invasione della sua privacy». Un'intenzione encomiabile, ma difficilmente praticabile: «Basta che scambi due parole con una ragazza che quella diventa subito "mia moglie", e vanno a bussarle a casa».

Harry è un principe intrepido, e non si scoraggia: «Certo che non ho rinunciato all'idea di una famiglia, o di un matrimonio. È che non ho tantissime occasioni per uscire e incontrare gente nuova, e al momento sono molto concentrato sul mio lavoro. Ma se qualcuna trovasse il modo di infilarsi nella mia vita, sarebbe fantastico».

Bisogna muoversi, però: «Sono in una posizione privilegiata e ne approfitterò finché potrò, o fino a che non diventerò noioso, e George sarà più interessante di me». Considerato il piglio del biondino, potrebbe non mancare molto.

More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Cosa succederebbe se Facebook sparisse?
Quali sarebbero le reali conseguenze se il social network più famoso al mondo d'improvviso non esistesse più? Beh, che non rimarrebbe...
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Smart awards 2017: tutti i premiati
I personaggi e i prodotti che hanno avuto quest'anno il premio di Gioia!
Storie
CONDIVIDI
La grande festa dei Gioia! Smart Awards 2017
Il Ballo di Brera e il party di Gioia!, che ha voluto premiare personalità con qualcosa in più...decisamente smart!
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Let's dance: l'exhibition per gli 80 anni
8 decenni di moda e costume raccontati attraverso il ballo e le pagine del nostro giornale, nato nel 1937: a Milano dal 21 al 24 giugno
Storie
CONDIVIDI
Cannabis: legalizzarla o no?
Dimenticate il mite spinello: oggi è 25 volte più forte di un tempo, ma quasi nessuno lo sa, e in Italia l'ha provata un adolescente su...
Storie
CONDIVIDI
«Come mia sorella mi ha rubato il fidanzato»
Una pubblica umiliazione davanti alla famiglia intera è una sofferenza immensa, ma utile: ti insegna a perdere senza andare in pezzi
Storie
CONDIVIDI
«Se i miei figli non crescono, io torno ragazza»
Le nostre mamme avevano la sindrome del nido vuoto, i miei figli invece restano accampati a casa, nel caos
Storie
CONDIVIDI
Italiani, popolo di ignoranti?
Un'indagine di Libreriamo mette in luce la scarsa propensione per la cultura e la lettura dei nostri connazionali
Storie
CONDIVIDI
Shampoo (r)evolution: i nuovi parrucchieri
I saloni sono diventati posti pieni di idee, dove tra phon e lavello si fanno corsi di storytelling, aperitivi e sfilate
Diritti delle donne
Storie
CONDIVIDI
A che punto siamo con i diritti delle donne?
Le conquiste femminili in Italia e nel mondo, tra passi in avanti e anacronismi (e divieti) senza senso