Hillary Clinton, le sue primarie viste da vicino

Abbiamo seguito la supercandidata nei giorni più caldi della sua campagna elettorale a New York, tra cene di gala e incontri esclusivi, e abbiamo scoperto che per essere ammessi alla sua corte tutti devono pagare​! Tranne noi

Più Popolare

Incontrare Hillary Clinton non è impossibile: basta pagare. Per partecipare agli eventi della campagna elettorale bisogna donare: dalle poche centinaia di dollari per gli appuntamenti più popolari, alle svariate centinaia di migliaia per i gran gala con celebrità comprese nel prezzo. È tutto regolare: i partiti americani non sono finanziati dallo Stato, ma dai cittadini. In quanto straniere – cioè: senza diritto di voto – noi però non abbiamo dovuto sborsare una lira, e perciò ci siamo potute permettere di incontrare Hillary in due occasioni, entrambe alla vigilia dello scontro con Bernie Sanders per le primarie newyorchesi.

Advertisement - Continue Reading Below

La prima volta eravamo all'Apollo Theater di Harlem, confuse in una platea informale e multietnica alla quale Clinton, in inedita giacca di pelle, ha parlato di stipendi da alzare, sicurezza da incrementare, unità nazionale da mantenere; la seconda in uno scintillante locale di Manhattan (opportunamente chiamato Capitale) per un incontro dedicato alla diversità e ai diritti di donne, gay e transessuali, alla presenza di sostenitori benestanti e (alcuni) piuttosto famosi. 

Più Popolare

«È fantastico essere di nuovo a New York. Questa città mi ha dato una possibilità in passato (Clinton è stata senatore dello stato di New York dal 2001 al 2009, ndr) ed è una cosa che non posso dimenticare. Sento molto la responsabilità verso chi mi sostiene», ci ha detto poco prima di salire sul palco. Nel suo discorso ha poi sottolineato come la City fosse stata ridotta «in ginocchio» dall'attentato dell'11 settembre, e di come insieme sia stato possibile ricostruirla «ancora più bella». Con il congedo parentale (una tutela non ancora garantita uniformemente negli Stati Uniti) e nuove regole per l'acquisto controllato delle armi, la competenza maturata in tanti anni di pubblico servizio – è stata First Lady dal 1993 al 2001, Segretario di stato con Obama dal 2009 al 2013 – è uno dei pilastri su cui si fonda la campagna di Hillary per l'America.

L'altro sono i soldi. Uno spostamento di denaro impressionante: i biglietti per partecipare a uno degli eventi organizzati a sostegno dell'Hillary Victory Fund da George e Amal Clooney costavano dai 33,400 ai 353,400 dollari (per una coppia desiderosa di sedere al tavolo d'onore). Cifre «oscene», ha detto George Clooney il giorno dopo, dichiarandosi completamente d'accordo con i supporter di Bernie Sanders (donazione media: 27 dollari) che gli hanno organizzato una protesta nel giardino di casa per denunciare gli iniqui finanziamenti. Comunque vada, alla fine lui sarà dalla parte giusta.

More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Woody Allen e le molestie sulla figlia Dylan Farrow: 25 anni dopo il cinema crede a lei
25 anni fa il regista non è stato incriminato per gli abusi sulla figlia adottiva Dylan Farrow, ma ora lei rilancia la sua versione
Attrici contro molestie
Storie
CONDIVIDI
Ambra Angiolini, Cristina Comencini, Lunetta Savino: le attrici italiane rompono il silenzio contro le molestie sessuali
Con Dissenso comune, lettera-manifesto sottoscritta da 124 attrici, registe e lavoratrici del cinema, s'inaugura il #Time's Up italiano
Alzheimer cura
Storie
CONDIVIDI
L'alzheimer, una malattia crudele: i nuovi luoghi per la cura e l'assistenza dei malati
Mentre le aziende farmaceutiche abbandonano la ricerca per una cura, famiglie e associazioni si inventano luoghi "dementia frendly"
Storie
CONDIVIDI
Empowerment femminile ovvero l'alleanza tra donne che va oltre l'impossibile (e che farebbe tanto bene a tutte)
In tema di empowerment femminile, la più preziosa delle alleanze è tra quelle che ce l'hanno fatta e quelle che mollano il colpo
Storie
CONDIVIDI
Questo è il lavoro ideale che tutti vorrebbero fare nel 2018. Ah, non è il più pagato
O quello che dura tutta la vita? No, sono altre le garanzie che oggi giovani e meno giovani desiderano
Massimo Bottura refettori stellati
Storie
CONDIVIDI
Cibo per tutti! Addio spreco con i refettori stellati dello chef Massimo Bottura
Gettiamo un terzo del cibo che produciamo: una legge e uno chef cercano di cambiare la mentalità dello spreco alimentare
Il principe Harry e l'attrice americana Meghan Markle si sposeranno nella cappella del castello di Windsor a maggio dell'anno prossimo, e quello sarà solo l'inizio: l'obiettivo è portare la monarchia britannica nel futuro.
Storie
CONDIVIDI
Meghan Markle e il principe Harry coppia dell'anno! Ma come andrà a finire la loro favola?
Ovvero: riuscirà la nostra eroina a diventare la nuova principessa del popolo?
Bambini scomparsi
Storie
CONDIVIDI
Dove finiscono le migliaia di bambini scomparsi?
In Europa ogni 2 minuti sparisce un minore, in Italia più di 2.000 non sono mai stati ritrovati, e il dolore delle loro famiglie non ha...
Storie
CONDIVIDI
5 cose che Meghan Markle e Harry non possono assolutamente fare in pubblico secondo l'etichetta reale
Divieti royal in piena regola. L'obiettivo? Mantenere intatto l'understatement di Palazzo
Storie
CONDIVIDI
Quelle che Gomorra non è solo una serie tv
A Scampia non ci sono solo droga e criminalità, come nella serie di Sky, ci sono anche donne straordinarie, che abbiamo incontrato