Anche il Moma dice no al Muslim Ban di Donald Trump

Per protesta contro il Muslim ban di Donald Trump - la chiusura delle frontiere americane a cittadini stranieri di determinate nazionalità - il Museo d'arte moderna di New York ha esposto opere di artisti provenienti da Paesi non graditi al presidente Usa

L'arte non ci sta al famigerato Muslim Ban di Donald Trump e il Museo d'arte moderna di New York (il Moma) si fa portavoce di questa ribellione. Nei giorni scorsi, infatti, il celebre museo ha deciso di rimuovere temporaneamente opere di Pablo Picasso, Henri Matisse, Francis Picabia, Oskar Kokoschka, James Ensor e Umberto Boccioni e mettere al loro posto lavori di artisti provenienti dai Paesi musulmani messi al bando dal Presidente Usa.

Advertisement - Continue Reading Below

Sono 7 le opere esposte al quinto piano del Museo e comprendono lavori del pittore sudanese Ibrahim el-Salahi, dell'architetta d'origine irachena Zaha Hadid e della videoartista iraniana Tala Madani. Inoltre, una scultura dall'artista iraniana Siah Armajani è stata collocata nella sala d'ingresso.

Più Popolare

Se il messaggio non fosse abbastanza chiaro, accanto a ogni opera è stata allegata la seguente didascalia:

Questo è il lavoro di un artista di uno dei Paesi ai cui cittadini è negato l'ingresso negli Stati Uniti, secondo il decreto del presidente. Questo è uno dei lavori della collezione del museo installati per affermare l'ideale di libertà come vitale per il museo e per gli Stati Uniti.

Scelta quanto mai azzeccata quella del Moma, perché, come diceva anche lo scrittore francese André Suarès, «L'arte è il luogo della perfetta libertà».

More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Single è meglio: lo dice la scienza!
Lo stereotipo vuole che le persone non in coppia siano tristi e sole, ma ora una ricercatrice spiega che non se la passano male
super bowl 2017: le foto più belle delle celeb su Instagram
Storie
CONDIVIDI
Il Super Bowl 2017 raccontato dalle celeb
Da Lady Gaga a Emily Ratajkowski, ecco le foto su Instagram che hanno fatto touchdown nei nostri cuori
Storie
CONDIVIDI
«Come si fa a vivere da separati in casa?»
A chi me lo chiede rispondo così: si fa, per amore delle bambine, e alla fine ci si abitua! Ha il sapore di un avanzo, ma è pur sempre cibo
Dal 20 gennaio 2017 Donald Trump è il presidente degli USA: mentre la first family impara la parte, noi abbiamo dato le pagelle ai protagonisti dell'Inauguration Day.
Storie
CONDIVIDI
Donald Trump & Co.: le pagelle del debutto
Alla Casa Bianca cambia tutto: arredi in oro zecchino, tanti nipotini, e una first family che deve ancora imparare la parte
Storie
CONDIVIDI
Che cosa ti tocca fare se sei una escort
Le richieste più strane dei clienti raccontate in prima persona dalle professioniste del sesso sulla piattaforma di Reddit
Storie
CONDIVIDI
Le marce delle donne prima della Women's march
Da quella della rivoluzione francese fino al recente Black monday polacco, ecco 5 momenti storici per i diritti delle donne
Donald Trump inauguration ball 2017
Storie
CONDIVIDI
Vi siete perse l'Inauguration day?
No problem: ecco la fotostoria dell'insediamento di Donald Trump come 45° presidente degli Stati Uniti
Storie
CONDIVIDI
Le foto della marcia delle donne contro Trump
La Women's march ha preso piede in ogni angolo della Terra: la protesta pacifica di donne, uomini e bambini
Storie
CONDIVIDI
Conosci la vera storia di San Valentino?
Sono molti i miti e le leggende intorno alla festa degli innamorati: ecco quello che c'è da sapere
Storie
CONDIVIDI
Femminicidio: ora occupiamoci degli uomini
L'attenzione si sposta sugli autori delle violenze, per gli uomini la libertà delle donne non è così scontata: i consigli di due esperte