Le millennials spendono di più per il caffè che per la futura pensione

L'ennesima curiosità sulla generazione delle 18-35enni: parte dello stipendio finisce nella quota giornaliera di caffeina piuttosto che in un investimento per quando smetteranno di lavorare

Più Popolare

Sarà che sono, per buona parte, cresciuti con il redivivo Una mamma per amica, con protagoniste due affette da dipendenza cronica da caffeina, sarà, pure, che tentano di guardare al futuro attraverso una nebbia fitta di incertezze - in Italia sia per chi resta che per chi diventa expat - sta di fatto che una recente ricerca di SurveyMonkey per Acorns su usi e costumi dei millennials ha dimostrato che l'abitudine a bere caffè al bar fa spendere loro assai più di quanto mettano da parte per la futura pensione.

Advertisement - Continue Reading Below

Insomma, i nativi digitali, quelli cioè che dall'uso smodato ma abile dei social talvolta riescono a ricavare un verro lavoro, sembrano essere senza dubbio più cicale che formiche: secondo lo studio condotto da SurveyMonkey oltre il 45% dei millennials tra i 18 e i 23 anni spende in caffè molto di più di quello che investe per il proprio futuro. Le ragazze più dei maschi: cioè il 44% delle giovani donne di18-35 anni, contro il 35% dei giovani uomini. La questione cruciale è soprattutto una: la scarsa o meglio nulla fiducia nel fatto di riuscire a smettere di essere impegnati full time nel lavoro prima dei 65 anni e oltre. E allora, vista la lontananza della meta, forse è meglio berci una tazza di nero bollente su, tanto più che i motivi per farlo non sono neppure pochi.

More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
«Come mia sorella mi ha rubato il fidanzato»
Una pubblica umiliazione davanti alla famiglia intera è una sofferenza immensa, ma utile: ti insegna a perdere senza andare in pezzi
Storie
CONDIVIDI
«Se i miei figli non crescono, io torno ragazza»
Le nostre mamme avevano la sindrome del nido vuoto, i miei figli invece restano accampati a casa, nel caos
Storie
CONDIVIDI
Italiani, popolo di ignoranti?
Un'indagine di Libreriamo mette in luce la scarsa propensione per la cultura e la lettura dei nostri connazionali
Storie
CONDIVIDI
Shampoo (r)evolution: i nuovi parrucchieri
I saloni sono diventati posti pieni di idee, dove tra phon e lavello si fanno corsi di storytelling, aperitivi e sfilate
Diritti delle donne
Storie
CONDIVIDI
A che punto siamo con i diritti delle donne?
Le conquiste femminili in Italia e nel mondo, tra passi in avanti e anacronismi (e divieti) senza senso
Storie
CONDIVIDI
Femminicidio: troppo facile dire raptus
Accoltellata dal compagno nel sonno: le dinamiche nascoste dietro queste tragedie che fanno delle donne delle cittadine di secondo grado
Storie
CONDIVIDI
Che tenero il koala che si chiama come Bowie!
Grazie ai suoi occhi (un rarissimo caso di eterocromia nei marsupiali) rende omaggio con il suo nome alla rockstar
Storie
CONDIVIDI
Cutting, mi taglio per stare bene
Le pratiche autolesioniste sono molto diffuse tra le adolescenti italiani, che talvolta postano persino le foto dei tagli sui social
Storie
CONDIVIDI
Non perdere la mostra dell'artista record Basquiat
Se passi da Roma visita l'esposizione del pittore morto giovane le cui opere valgono oggi decine di milioni di dollari
Storie
CONDIVIDI
Il mio primo bacio: da film o da incubo?
Alcuni lo ricordano come un sogno, altri come un disastro: le storie più curiose su Reddit