Terremoto centro Italia: come aiutare gli abitanti delle zone colpite

Dopo la scossa di magnitudo 6.0 della notte del 24 agosto 2016, la Protezione civile e la Croce rossa hanno diramato numeri utili e norme di comportamento per prestare soccorso alla popolazione: ecco come possiamo aiutare le persone colpite dal sisma

Più Popolare

Dopo la scossa di terremoto delle 3.36 del 24 agosto 2016, che ha interessato Lazio, Umbria e  Marche (in particolare le province di Rieti e Perugia) la protezione civile ha messo a disposizione alcuni numeri: 800840840,  sala operativa della protezione civile Lazio: 803555, 800890800, per chi chiama dall'estero è attivo il numero +390682888850 (altre info sul sito della protezione civile, che ha pubblicato un vademecum su cosa fare in caso di sisma).

Advertisement - Continue Reading Below

Gli sms di solidarietà

È attivo poi il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto. Come precisa una nota della Protezione civile, che aggiunge: «Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della protezione civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma». 

Più Popolare

Donazioni alla Croce rossa

Attivato anche il servizio donazioni della Croce Rossa Italiana per il terremoto di Amatrice, Rieti e del Centro Italia: email: aiuti@cri.it, tel. 06.5510, beneficiario: Associazione italiana della Croce Rossa, causale: Poste Italiane con Croce Rossa Italiana - Terremoto Centro Italia, Iban: IT38R0760103000000000900050

Donazioni di sangue

Per le donare sangue ci si può rivolgereall'ospedale  San Camillo De Lellis di Rieti mentre a Roma i centri disponibili sono elencati sul sito locale dell'Avis, anche se l'emergenza è momentaneamente rientrata.

Donazioni di beni di prima necessità

La Confcommercio di Rieti ha allestito un punto di raccolta in Piazza Mazzini per la raccolta dei beni di prima necessità da portare alle zone colpite: acqua, coperte, alimenti a lunga conservazione. L'associazione può essere contattata al numero 0746485967. Molte altre raccolte sono state organizzate a livello locale: ci si può informare nel proprio Comune.

Come aiutare gli amici a 4 zampe

Per soccorrere gli animali si può scrivere al presidente della Lav, Lega antivivisezione, Gianluca Felicetti, su Facebook o Twitter, o chiamarlo al numero 3290398533. La Lav mette a disposizione due mezzi di trasporto animali, lettori microchip, cibo per gatti e cani, educatore cinofilo, volontari, ricongiungimento quattrozampe dispersi con famiglie. 

La Lega nazionale per la difesa del cane scende in campo per aiutare gli animali colpiti dal terremoto mettendosi a disposizione della Protezione Civile. L'obiettivo è che anche loro siano tutelati in questa grave situazione: è possibile recarsi nei punti di raccolta (clicca qui per scoprire dove sono) per donare oggetti e alimenti sia per cani che per gatti. Nello specifico, sono richiesti: cibo, cucce, coperte, trasportini, strumenti da cattura, materiale chirurgico, medicinali. 

Anche l'Enpa è attiva nei luoghi colpiti dal terremoto: i volontari e i veterinari dell'Ente nazionale protezione animali hanno salvato e messo in sicurezza decine di animali da compagnia, prendendosi cura anche dei cani lasciati a catena nelle campagne. Oltre ai medici veterinari sul posto, Enpa ha attivato una rete di cliniche e ambulatori in tutta Italia dove curare animali non curabili nell'area sisma. Le segnalazioni vanno fatte al numero 3429565574 o mandando una mail a uo.enpa@gmail.com.

Per offrire un alloggio tramite Airbnb

Airbnb ha attivato la pagina del Programma di risposta alle catastrofi alla pagina airbnb.it/disaster/centralitalyearthquake: puoi mettere il tuo spazio a disposizione di coloro che ne hanno bisogno o trovare un alloggio di emergenza. Gli host Airbnb possono dare il loro contributo alla community in situazioni di crisi offrendo ospitalità ai concittadini sfollati e un aiuto agli operatori di soccorso. Durante un'emergenza, Airbnb potrebbe inviare un'email agli host di un luogo con informazioni su come possono rendersi utili e in che modo offrire il loro spazio aggiuntivo ad altri membri della community colpiti dall'evento. Tutti i costi del servizio sono annullati per gli interessati dal disastro con data di check-in tra il 23 agosto 2016 e l'11, settembre 2016.

In caso di viaggio in traghetto

Il Gruppo Onorato Armatori comunica che le Compagnie Tirrenia, Moby e Toremar non applicheranno alcun costo extra in caso di annullamento dei biglietti già emessi o di modifiche nelle date di partenza (previa disponibilità) per tutti i residenti dei Comuni in provincia di Rieti e Ascoli Piceno, colpiti dal tragico terremoto.

Per sostenere l'intervento di Save the children

Nei terremoti i soggetti più vulnerabili sono sempre i bambini. Per questo Save the children ha istituito un fondo emergenza a supporto dei bambini e delle famiglie colpite dal terremoto in Centro Italia. Alle centinaia di bambini dei tre Comuni più danneggiati dal sisma – Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto - si aggiungono quelli che si trovavano nella zona in vacanza. Save the children si sta attivando per allestire uno Spazio a Misura di Bambino ad Amatrice, in collaborazione con l'Agenzia di protezione civile della Regione Lazio, per creare un luogo sicuro dove bambini e ragazzi possano sentirsi protetti e ricevere supporto per affrontare il trauma appena vissuto. Per dare il tuo sostegno clicca qui

Save the children ha inoltre dato inizio le attività di supporto socio-educativo rivolte ai bambini vittime del sisma all'interno dello Spazio a misura di bambino allestito nella tendopoli della Protezione Civile del Lazio che si trova ad Amatrice: questi spazi vengono attivati dall'associazione nei contesti di emergenza, com'era successo in occasione del terremoto dell'Aquila nel 2009 e per il terremoto in Emilia Romagna nel 2012. 

Il sostegno dei chirurghi plastici ed estetici

I chirurghi di Aicpe Onlus, la branca di Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica) dedicata alla beneficenza e al volontariato, hanno attivato una raccolta fondi a favore delle popolazioni coinvolte dal sisma. «Sono molti i colleghi, attivi nelle zone e nei centri sanitari dei luoghi colpiti – dichiara il presidente di Aicpe Onlus Marco Stabile – che hanno già iniziato a cooperare con le istituzioni preposte all'aiuto, e che ci tengono costantemente aggiornati sulla situazione. La gravità della tragedia è apparsa subito evidente. Per questo Aicpe e Aicpe Onlus hanno chiamato a raccolta i propri soci e aperto una sottoscrizione volontaria per raccogliere fondi a sostegno delle operazioni umanitarie». Sempre attraverso i colleghi presenti nei territori colpiti dal terremoto, AicpeOnlus individuerà i canali più idonei e verificabili per portare un aiuto concreto all'opera di soccorso e ricostruzione.

Alitalia supporta i parenti delle vittime

Alitalia sta studiando delle iniziative per riunire i parenti delle vittime del terremoto attraverso la propria rete di collegamenti. La compagnia, inoltre, ha messo a disposizione della Croce Rossa lenzuola, coperte, posate, piatti, vassoi e altri generi di prima necessità. 

Aiutare i terremotati attraverso il cinema

Cinecittà si Mostra, iniziativa che ha aperto gli Studios romani al pubblico, devolve a favore delle vittime del terremoto del 24 agosto l'intero incasso dei biglietti venduti sul posto e acquistati online nella giornata di domenica 28 agosto 2016.

Read Next:
Il Natale dei Reali inglesi
Storie
CONDIVIDI
Come festeggiano il Natale i reali inglesi?
Anche la Royal family ama seguire la tradizione: non ci credi? Ecco tutte le foto!
Storie
CONDIVIDI
Conosci la vera storia di Babbo Natale?
Il 6 dicembre si festeggia San Nicola, il Santo da cui ha origine Babbo Natale: ma come si è arrivati da San Nicola a Santa Claus?
giornata mondiale per abolizione schiavitù
Storie
CONDIVIDI
2 dicembre, Giornata mondiale per l'abolizione della schiavitù: storia di Faith
Arrivano piene di speranza e finiscono in strada, sono le ragazze nigeriane vittime del racket: Faith si è salvata, ma le altre?
violenze sulle donne leggi
Storie
CONDIVIDI
Ma chi difende le donne?
Esistono le leggi per contrastare la violenza di genere, ma il problema è come vengono applicate: l'opinione dell'avvocato
violenza domestica
Storie
CONDIVIDI
Storie di ordinaria violenza domestica
Tre sopravvissute raccontano le violenze subite da fidanzati, ex, padri, con un monito: l'unico modo per salvarsi è parlare
Famiglia Reale inglese
Storie
CONDIVIDI
100 anni di famiglia reale inglese, scandali compresi
La serie tv di Netflix The crown ha riportato l'attenzione sulla royal family britannica: un secolo di storia in immagini
Storie
CONDIVIDI
Donne migranti: niente ospitalità a Gorino
Sono arrivate stremate via mare con i loro bambini ma non hanno ricevuto accoglienza: noi avremmo voluto un altro finale, eccolo
time foto famose
Storie
CONDIVIDI
100 foto famose che hanno cambiato il mondo
Hanno influenzato il nostro modo di pensare e di vivere: la rivista Time le ha raccolte in un libro
Video di Natale Heathrow
Storie
CONDIVIDI
Questo video natalizio è tenerissimo
«Tornare a casa è il regalo più bello»: il messaggio dello spot dell'aeroporto londinese di Heathrow con 2 adorabili orsachiotti
Storie
CONDIVIDI
Pedofilia: noi, sopravvissuti agli orchi
Nella Giornata nazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza parliamo di abusi sui bambini, dando volce a quelli che ne sono usciti