New York, ultima cena per lo storico Four Seasons

Addio a una delle icone più importanti di Manhattan, che dopo 57 anni di gloriosa attività chiude: ecco 5 cose da sapere su un (ex) luogo simbolo di potere

Più Popolare

L'utima cena verrà servita sabato 16 luglio, poi calerà il sipario sul ristorante del Four Seasons di New York. Aprì nel 1959 e segnò un'epoca: negli anni Sessanta e Settanta divenne un palcoscenico per vip e politici, dove, più che per mangiare, si andava per vedere ed essere visti. Qui fu coniato nel 1979 il termine power lunch: ovvero il pranzo di lavoro a cui i potenti  - un mix incredibile di esponenti dell'alta finanza, della politica, dell'editoria e dello spettacolo, da Henry Kissinger a Michael Bloomberg (ma anche Truman Capote, Bill Clinton, la principessa Diana) si davano appuntamento. A tavola si intessevano alleanze e si creavano strategie. Il ristorante, nel cuore di Manhatthan che chiude i battenti per un aumento dell'affitto, ha già trovato una nuova sede, vicinissima alla prima, in Park Avenue, e continuerà a vivere: ma la sua era dorata (già terminata da un po' di anni, a dire il vero) si è conclusa.

Advertisement - Continue Reading Below

Ecco 5 cose che dovete sapere sul ristorante più iconico della Grande Mela.

Il compleanno del presidente Kennedy

JFK vi festeggiò il suo 45° compleanno. La stessa sera in cui Marilyn Monroe, esibendosi al Madison Square Garden inguainata nel celebre abito color carne, gli cantò «Happy Birthday, Mr. President».

Scorcio delle Pool Room con gli alberi, che venivano cambiati a seconda delle stagioni.
Più Popolare

Ritrovo di VIP

Tra i personaggi del mondo della moda che hanno frequentato il Four Seasons: Valentino, Oscar de la Renta e Anna Wintour, la mitica direttrice di Vogue America, a cui una sera il movimento animalista PETA riuscì a far arrivare a tavola un orsetto lavatore morto, per protesta contro il famigerato servizio fotografico di modelle con pellicce pubblicato dal magazine nel 1996.

Set cinematografico

Il ristorante è stato anche set di pellicole e fiction: tra queste, Mad Men, I Soprano e Sex & the City. Si dice che Sophia Loren fece il bagno nella piscina della sala detta Pool Room, ma non ci sono fotografie. Tra le star, amato anche da Aretha Franklin ed Elton John.

La Pool Room, con al centro una piscina in marmo.

Chef in cucina

Il comando della cucina andrà al duo Mario Carbone e Rich Torrisi, giovani astri della ristorazione nella Big Apple (con il loro partner Jeff Zalaznick rappresentano il nuovo power polo del food newyorkese, con locali come Carbone, Santina e Dirty French). A loro spetterà il compito di attirare una clientela più giovane, rivoluzionando concept e menù.

Una cena vintage al Four Seasons.

Una grande asta

Chiudendo, il Four Seasons vende tutto (all'asta): stoviglie, pentole, tavolini da cocktail ad alto tasso di design progettati da Eero Saarinen, sedie Brno. Invece il suo arredo più famoso, l'arazzo di Pablo Picasso Il Tricorno è già custodito da un anno presso la New York Historical Society. Almeno 100 elementi della sala (tra cui le ipnotizzanti tende dorate) fanno parte della collezione permanente del Moma.

Tende: alcune delle ipnotizzanti e scintillanti tende dorate, in catene di vetro, sono oggi al Moma.
More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Cosa succederebbe se Facebook sparisse?
Quali sarebbero le reali conseguenze se il social network più famoso al mondo d'improvviso non esistesse più? Beh, che non rimarrebbe...
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Smart awards 2017: tutti i premiati
I personaggi e i prodotti che hanno avuto quest'anno il premio di Gioia!
Storie
CONDIVIDI
La grande festa dei Gioia! Smart Awards 2017
Il Ballo di Brera e il party di Gioia!, che ha voluto premiare personalità con qualcosa in più...decisamente smart!
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Let's dance: l'exhibition per gli 80 anni
8 decenni di moda e costume raccontati attraverso il ballo e le pagine del nostro giornale, nato nel 1937: a Milano dal 21 al 24 giugno
Storie
CONDIVIDI
Cannabis: legalizzarla o no?
Dimenticate il mite spinello: oggi è 25 volte più forte di un tempo, ma quasi nessuno lo sa, e in Italia l'ha provata un adolescente su...
Storie
CONDIVIDI
«Come mia sorella mi ha rubato il fidanzato»
Una pubblica umiliazione davanti alla famiglia intera è una sofferenza immensa, ma utile: ti insegna a perdere senza andare in pezzi
Storie
CONDIVIDI
«Se i miei figli non crescono, io torno ragazza»
Le nostre mamme avevano la sindrome del nido vuoto, i miei figli invece restano accampati a casa, nel caos
Storie
CONDIVIDI
Italiani, popolo di ignoranti?
Un'indagine di Libreriamo mette in luce la scarsa propensione per la cultura e la lettura dei nostri connazionali
Storie
CONDIVIDI
Shampoo (r)evolution: i nuovi parrucchieri
I saloni sono diventati posti pieni di idee, dove tra phon e lavello si fanno corsi di storytelling, aperitivi e sfilate
Diritti delle donne
Storie
CONDIVIDI
A che punto siamo con i diritti delle donne?
Le conquiste femminili in Italia e nel mondo, tra passi in avanti e anacronismi (e divieti) senza senso