New York, ultima cena per lo storico Four Seasons

Addio a una delle icone più importanti di Manhattan, che dopo 57 anni di gloriosa attività chiude: ecco 5 cose da sapere su un (ex) luogo simbolo di potere

Più Popolare

L'utima cena verrà servita sabato 16 luglio, poi calerà il sipario sul ristorante del Four Seasons di New York. Aprì nel 1959 e segnò un'epoca: negli anni Sessanta e Settanta divenne un palcoscenico per vip e politici, dove, più che per mangiare, si andava per vedere ed essere visti. Qui fu coniato nel 1979 il termine power lunch: ovvero il pranzo di lavoro a cui i potenti  - un mix incredibile di esponenti dell'alta finanza, della politica, dell'editoria e dello spettacolo, da Henry Kissinger a Michael Bloomberg (ma anche Truman Capote, Bill Clinton, la principessa Diana) si davano appuntamento. A tavola si intessevano alleanze e si creavano strategie. Il ristorante, nel cuore di Manhatthan che chiude i battenti per un aumento dell'affitto, ha già trovato una nuova sede, vicinissima alla prima, in Park Avenue, e continuerà a vivere: ma la sua era dorata (già terminata da un po' di anni, a dire il vero) si è conclusa.

Advertisement - Continue Reading Below

Ecco 5 cose che dovete sapere sul ristorante più iconico della Grande Mela.

Il compleanno del presidente Kennedy

JFK vi festeggiò il suo 45° compleanno. La stessa sera in cui Marilyn Monroe, esibendosi al Madison Square Garden inguainata nel celebre abito color carne, gli cantò «Happy Birthday, Mr. President».

Scorcio delle Pool Room con gli alberi, che venivano cambiati a seconda delle stagioni.
Più Popolare

Ritrovo di VIP

Tra i personaggi del mondo della moda che hanno frequentato il Four Seasons: Valentino, Oscar de la Renta e Anna Wintour, la mitica direttrice di Vogue America, a cui una sera il movimento animalista PETA riuscì a far arrivare a tavola un orsetto lavatore morto, per protesta contro il famigerato servizio fotografico di modelle con pellicce pubblicato dal magazine nel 1996.

Set cinematografico

Il ristorante è stato anche set di pellicole e fiction: tra queste, Mad Men, I Soprano e Sex & the City. Si dice che Sophia Loren fece il bagno nella piscina della sala detta Pool Room, ma non ci sono fotografie. Tra le star, amato anche da Aretha Franklin ed Elton John.

La Pool Room, con al centro una piscina in marmo.

Chef in cucina

Il comando della cucina andrà al duo Mario Carbone e Rich Torrisi, giovani astri della ristorazione nella Big Apple (con il loro partner Jeff Zalaznick rappresentano il nuovo power polo del food newyorkese, con locali come Carbone, Santina e Dirty French). A loro spetterà il compito di attirare una clientela più giovane, rivoluzionando concept e menù.

Una cena vintage al Four Seasons.

Una grande asta

Chiudendo, il Four Seasons vende tutto (all'asta): stoviglie, pentole, tavolini da cocktail ad alto tasso di design progettati da Eero Saarinen, sedie Brno. Invece il suo arredo più famoso, l'arazzo di Pablo Picasso Il Tricorno è già custodito da un anno presso la New York Historical Society. Almeno 100 elementi della sala (tra cui le ipnotizzanti tende dorate) fanno parte della collezione permanente del Moma.

Tende: alcune delle ipnotizzanti e scintillanti tende dorate, in catene di vetro, sono oggi al Moma.
More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Violenza sulle donne: ai raptus di gelosia non crediamo più
Dietro ai femminicidi c'è una cultura che rende possibile arrabbiarsi e ferire a morte: ecco perché serve fare prevenzione nelle scuole
Storie
CONDIVIDI
Abby Stein, nata due volte: da rabbino a donna attivista transgender
Non si è mai sentita un maschio, ma non sapeva cosa significasse «transgender»: l'ha imparato diventando donna, come ci racconta qui
The Weekend bazaar icons
Storie
CONDIVIDI
Harper's BAZAAR Icons: The Weeknd protagonista
L'incontro tra musica e moda sul numero speciale di Harper's BAZAAR firmato da Carine Roitfeld per raccontare lo stile del prossimo inverno
Storie
CONDIVIDI
Quello che nessuna madre osa dire sul proprio figlio (ma che pensa davvero)
L'ironia langue quando una madre parla dei propri figli, per cui se non ne potete più di ritratti irreali di bambini perfetti, leggete qui...
Baby modella in sfilata
Storie
CONDIVIDI
Baby modelle, luci e ombre del backstage
C'è chi comincia da piccolissima, chi sogna di farlo anche da grande: un libro (e questa inchiesta) racconta le loro infanzie «da catalogo»
Storie
CONDIVIDI
Manterrupting: come liberarsi dalla brutta abitudine maschile di interrompere i nostri discorsi
Avete presente quella volta che un collega o un amico vi ha interrotte per dire la sua e voi siete rimaste lì, mortificate? Ebbene, siete...
Sbarchi migranti Italia navi Marina militare reportage: il soccorso ai profughi
Storie
CONDIVIDI
Migranti: siamo stati sulla nave che presta soccorso
Oltre 12mila profughi in 48 ore: noi eravamo a bordo delle navi della Marina Militare, ecco il reportage esclusivo di Gioia!
Storie
CONDIVIDI
Che cos'è il manspreading e perché, almeno una volta, ne sei stata vittima anche tu
L'invasione machista dello spazio altrui è diventata tema di dibattito, al punto che in alcune città del mondo si stanno attivando divieti...
Storie
CONDIVIDI
Cosa succederebbe se Facebook sparisse?
Quali sarebbero le reali conseguenze se il social network più famoso al mondo d'improvviso non esistesse più? Beh, che non rimarrebbe...
Storie
CONDIVIDI
Gioia! Smart awards 2017: tutti i premiati
I personaggi e i prodotti che hanno avuto quest'anno il premio di Gioia!