Referendum Brexit: cosa ne pensano i londinesi

Il 23 giugno il Regno Unito va al voto per dire sì o no alla permanenza nell'Unione europea: abbiamo fatto un mini sondaggio tra i londinesi, ecco le loro testimonianze

Il 23 giugno i cittadini britannici vanno a votare per decidere se uscire o no dall'Unione europea: per capirci di più abbiamo fatto un mini sondaggio tra londinesi di diverse nazionalità, ecco le loro testimonianze

Advertisement - Continue Reading Below

Tom, 29 anni, giornalista inglese

«Voterò perché il Regno Unito resti nell'Ue. La maggior parte della gente è convinta che andrà così. Lasciare l'Unione avrebbe ripercussioni sociali negative, come la crescita di un certo estremismo di destra. Ma le crisi politiche come questa sono sempre utili, alla fine».

Loana, 27 anni, film-maker rumena

«Sono di Bacau (Romania) e sono a Londra da 8 anni: ho studiato qui. Se potessi votare, vorrei che il Paese non uscisse dall'Europa. È chiaro che questo voto mi interessa direttamente, comunque se perdessi il diritto di rimanere in questo Paese mi trasferirei altrove».

Advertisement - Continue Reading Below

Niccolò, 30 anni, italiano, lavora in pubblicità

«Sono nato a Rovereto (Trento) e sono a Londra da 7 anni. Questa è una città costruita dagli immigrati che pagano molte tasse. Non ho paura di Brexit. Nessuno ci manderà a casa, soprattutto noi, che siamo i lavoratori specializzati».

Anna, 32 anni, responsabile di un'agenzia di comunicazione digitale

«Sono inglese, vivo a Londra da quando avevo 17 anni e lavoro da dieci nel settore pubblicitario. Non credo che si dovrebbe votare per questo referendum: la gente è ignorante, non ha idea degli effetti che seguirebbero all'uscita dalla Ue. Se Brexit dovesse passare, i Paesi europei potrebbero renderci la vita

più difficile».

Advertisement - Continue Reading Below

Laura, 25 anni, designer

«Sono di York, ma lavoro a Londra. Voterò per restare in Europa. Le cose vanno bene come stanno. Non ho idea di cosa potrebbe succedere altrimenti.La situazione attuale ci offre benefici che non vanno messi a rischio. Tuttavia trovo che sia giusto far decidere alla gente se far parte dell'Ue, visto che non abbiamo potuto deciderlo anni fa».

Marcello, 49 anni, a capo di un'agenzia di comunicazione

«Mio padre è italiano, voterò per restare in Europa. Brexit sarebbe un errore, a livello politico, economico e sociale. Ne usciremmo indeboliti».

Advertisement - Continue Reading Below

Hussein, 25 anni, ragioniere pakistano-gallese

«Lavoro a Londra. Voterò per restare, soprattutto per i benefici che l'economia inglese continuerebbe a trarre dall'essere in Europa».

Ninette, 29 anni, blogger e fotografa

«Non voto, Brexit non mi riguarda. Vivo già in un sistema che non mi difende perché sono nera, non fa differenza».

Advertisement - Continue Reading Below

Michel, 25 anni, scozzese, lavora nella City

«Voterò per restare in Europa, perché quando faremo nuovamente il referendum per l'indipendenza della Scozia, voglio che il mio Paese entri autonomamente nell'Unione Europea».

Shuge, 37 anni

«Mi sono trasferito a Londra per lavorare, nel quartiere di Whitechapel. Sono nato e cresciuto a New Delhi, ma in India non avevo un buon impiego e neppure acqua e cibi sani. La mia opinione è che non dobbiamo lasciare l'Ue. Se ci separiamo, ne risentiranno gli affari. Questo Paese beneficia in maniera significativa dei lavoratori stranieri».

Read Next:
violenza domestica
Storie
CONDIVIDI
Storie di ordinaria violenza domestica
Tre sopravvissute raccontano le violenze subite da fidanzati, ex, padri, con un monito: l'unico modo per salvarsi è parlare
Famiglia Reale inglese
Storie
CONDIVIDI
100 anni di famiglia reale inglese, scandali compresi
La serie tv di Netflix The crown ha riportato l'attenzione sulla royal family britannica: un secolo di storia in immagini
Storie
CONDIVIDI
Donne migranti: niente ospitalità a Gorino
Sono arrivate stremate via mare con i loro bambini ma non hanno ricevuto accoglienza: noi avremmo voluto un altro finale, eccolo
time foto famose
Storie
CONDIVIDI
100 foto famose che hanno cambiato il mondo
Hanno influenzato il nostro modo di pensare e di vivere: la rivista Time le ha raccolte in un libro
Video di Natale Heathrow
Storie
CONDIVIDI
Questo video natalizio è tenerissimo
«Tornare a casa è il regalo più bello»: il messaggio dello spot dell'aeroporto londinese di Heathrow con 2 adorabili orsachiotti
Storie
CONDIVIDI
Pedofilia: noi, sopravvissuti agli orchi
Nella Giornata nazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza parliamo di abusi sui bambini, dando volce a quelli che ne sono usciti
Storie
CONDIVIDI
Il futuro del pianeta è in mano alle bambine
Secondo l'Onu, le bambine di 10 anni sono l'indicatore del benessere globale: sono 60 milioni e da loro dipende il domani di tutti
congedo matrimoniale lavoratori licenza di matrimonio
Storie
CONDIVIDI
Congedo matrimoniale: chi ne ha diritto?
Se sei prossima alle nozze e vuoi sapere di più sulla licenza di matrimonio, leggi qui: ti spieghiamo come funziona e a chi spetta
Terremoto Centro Italia: le storie di chi da Camerino a Visso vuole ricominciare
Storie
CONDIVIDI
Terremoto, ma la vita continua
Nei borghi dell'Italia centrale si convive con la paura, la quotidianità interrotta, la tentazione di andarsene e il bisogno di...
Foto dalle elezioni presidenziali USA 2016
Storie
CONDIVIDI
Le elezioni americane 2016 in 15 foto
Il trionfo di Donald Trump e la campagna presidenziale in 15 scatti simbolici delle elezioni Usa 2016