Santa Lucia, le curiosità sulla santa che porta doni ai bimbi

La protettrice della vista è anche la santa più amata dai più piccoli che, secondo tradizione, nella notte tra il 12 e il 13 dicembre ricevono da lei i regali chiesti nella letterina

Più Popolare

Nella notte tra il 12 e il 13 dicembre, che è il giorno dell'anno in cui il sole tramonta prima, bizzarramente si festeggia la santa della luce, ovvero Santa Lucia. Questa Santa, che subito dopo San Nicola o santa Klaus che dir si voglia, è la più amata dai bambini, arriva, secondo la tradizione, in groppa a un asinello per portare ai piccoli che hanno fatto i bravi i doni che hanno chiesto nelle loro letterine. Ma chi è santa Lucia e perché si festeggia? Qui di seguito proviamo a raccontarvi un po' di questa tradizione che parte da una giovane ragazza siciliana e arriva fino in Svezia.

Advertisement - Continue Reading Below
  • La storia. Santa Lucia nacque a Siracusa, in Sicilia, nel 283. Apparteneva a una famiglia nobile e agiata ed era una devota cristiana. Dopo un pellegrinaggio a Catania sulla tomba di sant'Agata, Lucia capì che doveva dedicare la sua vita ai poveri. Denunciata come cristiana dal ragazzo che voleva sposarla, Lucia finì a processo e dopo una lunga serie di torture alle quali resistette, venne decapitata. Si narra anche che le furono strappati gli occhi, per questo lei divenne protettrice della vista, ma non ci sono fonti ufficiali che confermano questo dettaglio truculento. L'emblema degli occhi sulla coppa o sul piatto che la accompagnano,è da ricollegarsi, probabilmente, con la devozione popolare che l'ha sempre invocata a protettrice della vista, legando la cosa al suo nome Lucia, da Lux, che vuol dire luce.
  • La tradizione italiana. Da noi, soprattutto nelle città del nord, la tradizione vuole che i bimbi, prima di andare a dormire, lascino in un piattino dei dolcetti e un bicchiere di latte per la santa e qualche carota o mela e un po' d'acqua per l'asinello che la accompagna. Al mattino troveranno i doni che avevano espresso come desiderio in una letterina.
  • La tradizione svedese. Anche in Svezia la festa di Santa Lucia è molto sentita. Qui la figlia maggiore deve indossare una lunga camicia bianca, una cintura rossa e una corona d'alloro. All'alba del 13 dicembre in Svezia tutte le bambine così vestite sfilano per le strade con una candela accesa in mano o una coroncina di candele (meglio elettriche) in testa. Nel frattempo offrono dolcetti e cantano canzoni di Natale.
Più Popolare
  • I dolcetti tipici. I più bizzarri e tipici del nord Europa sono i lussekatter, ovvero le focaccine dolci lievitate arricchite con zafferano e uvetta. In Italia vanno per la maggiore i biscotti di pasta frolla, semplici biscottini di pasta frolla nelle forme più svariate, oppure il torrone, specie in zone come Crema e Cremona. Infine la cuccia, undolce fatto con i chicci di grano cotto insieme a ricotta di pecora, cioccolato e frutta candita. La cuccìa è il dolce siciliano tradizionale per questa festa, perchè la leggenda dice che secoli fa, dopo una lunghissima carestia che affamò la Sicilia, arrivò nel porto di Palermo una nave piena di grano. I palermitani, per non perdere tempo, lo cucinarono così com'era, senza trasformarlo in farina. Era il 13 dicembre e l'arrivo della nave fu visto come un miracolo della santa. Da allora il giorno di santa Lucia non si mangiano pane e pasta, ma la cuccia.
More from Gioia!:
Storie
CONDIVIDI
Woody Allen e le molestie sulla figlia Dylan Farrow: 25 anni dopo il cinema crede a lei
25 anni fa il regista non è stato incriminato per gli abusi sulla figlia adottiva Dylan Farrow, ma ora lei rilancia la sua versione
Attrici contro molestie
Storie
CONDIVIDI
Ambra Angiolini, Cristina Comencini, Lunetta Savino: le attrici italiane rompono il silenzio contro le molestie sessuali
Con Dissenso comune, lettera-manifesto sottoscritta da 124 attrici, registe e lavoratrici del cinema, s'inaugura il #Time's Up italiano
Olimpiadi invernali 2018
Storie
CONDIVIDI
5 cose da sapere sulle Olimpiadi invernali 2018 in Corea
Curiosità sui Giochi invernali di Peyongchang che occuperanno la scena sportiva mondiale fino al 25 febbraio 2018
Alzheimer cura
Storie
CONDIVIDI
L'alzheimer, una malattia crudele: i nuovi luoghi per la cura e l'assistenza dei malati
Mentre le aziende farmaceutiche abbandonano la ricerca per una cura, famiglie e associazioni si inventano luoghi "dementia frendly"
Storie
CONDIVIDI
Empowerment femminile ovvero l'alleanza tra donne che va oltre l'impossibile (e che farebbe tanto bene a tutte)
In tema di empowerment femminile, la più preziosa delle alleanze è tra quelle che ce l'hanno fatta e quelle che mollano il colpo
Storie
CONDIVIDI
Questo è il lavoro ideale che tutti vorrebbero fare nel 2018. Ah, non è il più pagato
O quello che dura tutta la vita? No, sono altre le garanzie che oggi giovani e meno giovani desiderano
Massimo Bottura refettori stellati
Storie
CONDIVIDI
Cibo per tutti! Addio spreco con i refettori stellati dello chef Massimo Bottura
Gettiamo un terzo del cibo che produciamo: una legge e uno chef cercano di cambiare la mentalità dello spreco alimentare
Il principe Harry e l'attrice americana Meghan Markle si sposeranno nella cappella del castello di Windsor a maggio dell'anno prossimo, e quello sarà solo l'inizio: l'obiettivo è portare la monarchia britannica nel futuro.
Storie
CONDIVIDI
Meghan Markle e il principe Harry coppia dell'anno! Ma come andrà a finire la loro favola?
Ovvero: riuscirà la nostra eroina a diventare la nuova principessa del popolo?
Bambini scomparsi
Storie
CONDIVIDI
Dove finiscono le migliaia di bambini scomparsi?
In Europa ogni 2 minuti sparisce un minore, in Italia più di 2.000 non sono mai stati ritrovati, e il dolore delle loro famiglie non ha...
Storie
CONDIVIDI
5 cose che Meghan Markle e Harry non possono assolutamente fare in pubblico secondo l'etichetta reale
Divieti royal in piena regola. L'obiettivo? Mantenere intatto l'understatement di Palazzo