Sex and The City: 7 bugie che Carrie Bradshaw ci ha raccontato

Sembrava davvero spensierata e alla moda la vita di una giornalista freelance single a New York, ma forse la realtà era un po' diversa

Più Popolare

Non vi siete perse una puntata di Sex and the City e, a un certo punto, avete creduto che la vita di Carrie Bradshaw fosse davvero invidiabile. Per un attimo avete pensato di trasferirvi a New York, diventare una scrittrice e trovare pure il vostro Mr. Big, vedervi con le amiche ogni domenica per un brunch e spettegolare su chiunque.

Non si può negare che Carrie Bradshaw è stata davvero brava a raccontare la giornata splendida di una donna single e la vita glamour a Manhattan indossando scarpe firmate alla moda ogni giorno, incontrando uomini attraenti, facendo credere che il lavoro di freelance sia retribuito con uno stipendio che permette di pagare ogni desiderio, compresa una cabina armadio da sogno!

Advertisement - Continue Reading Below

Non so voi, ma io che vivo a Manhattan (e non ho lo spazio per un armadio come il suo e non incontro così spesso uomini da urlo), ho capito una cosa: in realtà, Carrie Bradshaw è una gran bugiarda. Sedotti dalla sua vita, ha ingannato davvero tutti nel credere di poter avere quello che ha lei. Sbagliato. Ecco le 7 bugie che ci ha raccontato.

1) È semplice incontrare uomini a New York! La verità: se siete una donna single in città,  è davvero difficile conoscere un uomo che possa interessarvi, anzi saranno davvero pochi quelli per cui vale la pena uscire per un primo appuntamento. Non vi capiterà quasi mai di dover decidere tra due uomini da sogno, caso mai tra i due più decenti. 

Più Popolare

2) Non avrete nessun problema se spenderete tutto lo stipendio per le scarpe e non per l'affitto. No, purtroppo il vostro padrone di casa non capirà mai l'amore sconsiderato per un paio di Manolo Blahnik. E dovete anche sapere che il vostro conto corrente funziona come la vita umana: sopravvive finchè ci sono i soldi. Poi muore.

3) Potete permettervi e trovare facilmente un appartamento in Upper East Side talmente grande da avere una cabina armadio. Non ci sono coinquilini, nessun topo, camere separate per tutto? Impossibile: l'appartamento di Carrie Bradshaw non esiste, tutto è una grande bugia. 

4) Non dovete mai prendere i mezzi pubblici quando ci sono taxi ovunque! Le corse in taxi non sono gratuite e non sono la soluzione ideale per uno scrittore in termini economici. La verità: vi ritroverete in metropolitana su un treno affollato e con la puzza di sudore. Chic, no?

5) Potete camminare in città con un tacco 12. Quelle scarpe da sogno firmate non sono proprio l'ideale per chi deve prendere la metropolitana, camminare su marciapiedi, evitare le pozzanghere tutti i giorni.  

6) Sarete sempre soddisfatti di spendere soldi per lo shopping invece del cibo. Nessuno nella storia del genere umano è mai stato felice di acquistare una rivista di moda invece che mangiare del cibo. 

7Si può vivere a New York scrivendo solo un articolo a settimana. La più grande bugia di tutte: impossibile.

Da: HarpersBAZAAR
Read Next:
Storie
CONDIVIDI
Casa Surace, il fenomeno virale del web
Con i video del «terrone fuori sede» prendono in giro tutti, da Nord a Sud: e stanno facendo impazzire il web
Divorzio breve
Storie
CONDIVIDI
Il divorzio breve e le differenze con quello consensuale
Il divorzio breve approvato recentemente differisce dal divorzio consensuale o giudiziale
Cultura pop 2016
Storie
CONDIVIDI
I 18 momenti top dello spettacolo nel 2016
Dall'Oscar a DiCaprio a Lemonade di Beyoncé, oltre ai grandi ritorni di Una mamma per amica, Harry Potter e Bridget Jones
Storie
CONDIVIDI
Cosa è successo nel 2016
20 fatti importanti che hanno caratterizzato l'anno appena terminato: ripercorriamo insieme gli ultimi 12 mesi di notizie
principessa leia star wars carrie fisher
Storie
CONDIVIDI
Carrie Fisher, addio principessa Leia
Colpita da infarto sul volo Londra-Los Angeles, Carrie Fisher è morta oggi in ospedale
George Michael: gli amori
Storie
CONDIVIDI
Il compagno di George Michael: «Un Natale che non dimenticherò mai»
Il compagno Fadi Fawaz ha svelato le circostanze della morte, ma anche l'ex grande amore Kenny Goss ha espresso tutto il suo dolore
Storie
CONDIVIDI
Le 5 notizie più belle del 2016
Salutiamo il 2016 ormai agli sgoccioli con quelle che, in mezzo a tanti brutti avvenimenti, sono state le sue 5 notizie migliori
E' salva Bana Alabed, la bambina simbolo di Aleppo.
Storie
CONDIVIDI
E' salva la bambina simbolo dell'assedio di Aleppo
Bana Alabed, 7 anni, racconta da settembre su Twitter gli orrori della guerra che insanguina la Siria
Aleppo
Storie
CONDIVIDI
10 modi per aiutare le vittime di Aleppo
Il popolo di Aleppo ha bisogno di aiuto più che mai: ecco cosa puoi fare anche tu
islam-velo-donne-ribelli
Storie
CONDIVIDI
4 storie di donne che si ribellano al velo
L'ultima è Malak al-Shehri, arrestata in Arabia Saudita perché uscita senza velo; ma prima di lei altre hanno sfidato i regimi integralisti...