Dario Fo, ricordo di un artista contro il potere

L'attore e Nobel per la letteratura nel 1997, è morto il 13 ottobre 2016, proprio nel giorno in cui viene assegnato il Nobel: aveva 90 anni ed era definito il giullare della letteratura e del teatro, sempre controcorrente

Dario Fo è morto. Si è spenta il 13 ottobre 2016 la voce più alta della letteratura italiana contemporanea, anche se in molti non condivideranno questa opinione. E di voce è corretto parlare dal momento che il Maestro ne ha fatto uno strumento di creazione. Modulandola, questo artista sempre controcorrente e critico nei confronti del potere è riuscito da solo sul palco a dare vita a stuoli di personaggi, tutti diversi, tutti vivaci, tutti espressivi. Ecco alcuni dei momenti della sua vita, per ricordarlo.

Advertisement - Continue Reading Below

Nobel per la letteratura

Del resto, che Dario Fo sia un grande della letteratura lo ha affermato anche l'Accademia di Svezia quando nel 1997 gli assegnò il Nobel della letteratura perché «seguendo la tradizione dei giullari medioevali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi». Tra l'altro Dario Fo è stato l'ultimo Nobel della letteratura ad arrivare in Italia (almeno fino a oggi: infatti è proprio oggi, 13 ottobre 2016, che verrà annunciato il vincitore o la vincitrice di quest'anno).

Dario Fo e Franca Rame

Non si può non parlare di Dario Fo senza menzionare l'amore della sua vita – e per molti aspetti la sua musa ispiratrice – Franca Rame. Insieme hanno rappresentato un binomio, talvolta scomodo, ma vigoroso per il teatro italiano.

Advertisement - Continue Reading Below

Mistero buffo

Dario Fo è sinonimo di Mistero buffo che può essere considerato il suo capolavoro assoluto e l'opera per cui verrà ricordato più frequentemente. Tuttavia Mistero buffo non va considerato semplicemente come una creazione letteraria, ma come un vero e proprio metodo di ricerca, di scrittura e di rappresentazione.

Ho visto un re

Come non ricordare, poi, il sodalizio tra Dario Fo, Enzo Jannacci e Giorgio Gaber? In molti rammenteranno Ho visto un re, una composizione moderna che pesca nella più autentica tradizione popolare: ironica, sferzante e amara. E come al solito, capace di trasmettere un forte messaggio attraverso un apparente nonsense.

Advertisement - Continue Reading Below

Dalla parte delle donne

Se non avete mai letto nulla di Dario Fo, consigliamo il suo recente testo su Lucrezia Borgia: il titolo è La figlia del papa ed è edito da Chiarelettere. Si tratta di un romanzo storico un po' anomalo e schierato spudoratamente dalla parte delle donne.

More from Gioia!:
Harry: quando la tua migliore amica è la moglie di tuo fratello
Personaggi
CONDIVIDI
Harry: «Kate è la sorella che non ho mai avuto»
Succede raramente ma quando succede è BELLISSIMO
james-bradburne-brera
Personaggi
CONDIVIDI
James Bradburne: «Perché ho portato il ballo a Brera»
Il direttore della Pinacoteca punta a conquistare i giovani e la città di Milano con un approccio che va oltre il «consumo culturale»
William è il principe (azzurro) del popolo e nel giorno del suo compleanno vi spieghiamo perchè
Personaggi
CONDIVIDI
William, il principe (azzurro) del popolo
Il Duca di Cambridge compie 35 anni oggi e la sua popolarità non è mai stata così alta
Vip incinte 2017, Lucilla Agosti aspetta il terzo figlio
Personaggi
CONDIVIDI
In arrivo il terzo figlio di Lucilla Agosti
«Ho sempre sognato una famiglia numerosa: i bambini portano gioia», detto fatto: in arrivo il terzo figlio per la conduttrice e il compagno...
Personaggi
CONDIVIDI
Nicole Kidman, 50 anni e carpe(t) diem
Ogni volta è una persona nuova su quel tappeto rosso: la militanza femminista è la sua ultima reincarnazione
Personaggi
CONDIVIDI
Julianne Moore, le passioni di una donna FE-NO-ME-NA-LE
Ama leggere, cucinare ed è innamorata della vita (oltre che del suo compagno, conosciuto sul set)
Principe George annoiato al trooping the colour a Londra
Personaggi
CONDIVIDI
Caro George, che noia la vita di corte
Musi lunghi e facce sprezzanti, Baby George ti disprezza... sempre
Il motivo per cui la Regina Elisabetta indossa colori brillanti
Personaggi
CONDIVIDI
Il motivo per cui la regina Elisabetta veste sempre con colori brillanti
C'è un'ottima ragione per cui la Regina indossa sempre tinte vivaci: a spiegarlo è la contessa di Wessex
Charlize Theron
Personaggi
CONDIVIDI
Charlize Theron, una donna che sa cosa vuol dire resilienza
Le curiosità che forse non conosci sulla vita di Charlize Theron
Personaggi
CONDIVIDI
Queen Bey, 3 volte mamma
Grande mistero sui nuovi nati di casa Carter: per Beyoncé e Jay Z si tratta del secondo e del terzo figlio dopo l'arrivo della figlia Blue...