Perché Emily Ratajkowski ci insegna che questo è (ancora) un mondo maschilista

La più hot delle supermodelle ha di recente confessato di essere stata più volte danneggiata, nella sua carriera da aspirante attrice, da un aspetto così seducente: in particolare, ha dichiarato, è il seno prosperoso a farle perdere le parti

Più Popolare

Guarda te se tocca pure empatizzare con una semi dea, totalmente priva di qualunque tratto somatico simile a noi comuni mortali, e dal cognome impronunciabile come è Emily Ratajkowski. Sì, proprio quella che, come molte prima di lei, finge spudoratamente di assomigliare a noi, e ci prova a raccontarcela con tanto di foto in cui posa davanti a tavole imbandite. Il che, apriamo e chiudiamo parentesi, non vi rende più simpatiche ai nostri occhi, fanciulle baciate in fronte dalla chiamiamola fortuna, anzi, perché se hai un corpo del genere che, giustamente, ami mostrare al mondo, almeno dicci che ti fai un mazzo tanto per mantenerlo vicinissimo alla perfezione. Nonostante ciò, nonostante la sana e giusta ed esprimibile invidia che si prova di fronte a cotanto angelo di Victoria's Secret, oggi prendiamo le sue parti e il perché è molto semplice: anche le divine cadono vittime del sempre, tristemente verde maschilismo.

Advertisement - Continue Reading Below

I fatti sono questi: la 26enne londinese, che più di una volta ha fatto esplodere Instagram con i suoi nudi, ha dichiarato ad Harper's Bazaar come spesso le capiti «che mi dicano di essere troppo sexy, ma questo è un atteggiamento contro le donne in generale, un atteggiamento maschilista. La gente non vuole lavorare con me perché ho il seno troppo grosso, ma, mi chiedo, che cosa c'è di sbagliato col fatto di avere le tette? È un bellissimo segno distintivo della femminilità e va celebrato. E poi, chi se ne importa! Sono fantastiche grandi, piccole, perché dovrebbero rappresentare un problema?». Beh, non fa una piega. E se ci arrabbiamo perché Lena Dunham è vittima di bodyshaming sia che sia grassa sia che dimagrisca, allo stesso modo è giusto stare dalla parte, stavolta, di Emily-praticamente-perfetta, perché è facile mettere un braccio intorno alle spalle della bruttina simpatica, lo è molto meno farlo se di fianco si ha la Venere del Botticelli. Che, a quanto pare, ha anche un bella testolina pensante e ci dice che «è davvero stupido e frustrante che la società maschilista di oggi pensi che tu non possa essere allo stesso tempo una donna che ne sa di politica, una femminista e sì, anche un sex symbol». Cara Emily, una piccola parte di noi continuerà a non trovarti, diciamo, adorabile e presentabile con nonchalance al proprio partner, ma speriamo di cuore di vederti presto sfoggiare tette e tutto il resto in un film degno del tuo bel cervello.

Bang bang 💥

A post shared by Emily Ratajkowski (@emrata) on

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto
Personaggi
CONDIVIDI
Isabella Rossellini nel nome del padre, della madre, e del suo spirito rivoluzionario
Cinema, passerelle tv, è perfetta sempre ma il suo ruolo in Velvet Blu è storia
Ben Affleck e Jennifer Garner news
Personaggi
CONDIVIDI
Ben Affleck distrutto è la prova di quanto fare la parte di quello che lascia sia uno schifo. Ma la tristezza?
Se Jennifer Garner fosse cattiva potrebbe essere fiera di aver vinto la guerra lasciando che diventasse Ben Affleck il meno figo dei due