Amal e la sindrome del vestito premaman

​La signora Clooney sceglie un outfit che scatena mille congetture, segue comunicato ufficiale: non è incinta. Possibile che George non le suggerisca un abito degno delle sue forme?

Amal Clooney non è incinta. Lo ha detto Stan Rosenfield, il portavoce della coppia, dopo che si era diffusa nei giorni scorsi la notizia di una potenziale gravidanza. L'ennesima, direte voi. Sì, ma stavolta gli indizi sembravano esserci tutti e le foto scattate a Los Angeles, dopo una serata a cui la coppia ha partecipato, erano piuttosto eloquenti. O ingannevoli, certo.

L'abito corto con ruches strategiche e il cappotto morbido poggiato appena sulle spalle hanno dato il via all'immancabile carosello di ipotesi e illazioni. E la posa, poi: quelle mani davanti a proteggere (e nascondere) il grembo, leggermente scostate da quel corpo che abbiamo imparato a conoscere magro che più magro non si può. Invece no, non c'è nessun bebè in arrivo. Non ancora. Ma dopo aver visto di cosa sono capaci i coniugi Clooney per proteggere la loro privacy – vedi matrimonio blindatissimo in laguna a Venezia – non ci sarebbe da stupirsi se invece si stesse solo tentando di protrarre il più possibile il momento in cui non si potrà più nascondere la verità. Ipotesi, illazioni, va bene, ma se davvero non c'è nessun baby Clooney in arrivo, ci piacerebbe sapere perché una donna tanto attenta ai particolari e al look come Amal, assurta ormai al ruolo di icona fashion che neanche Kate Moss ai tempi d'oro, abbia scelto un outfit che ne mortifichi le sue forme-non-forme.

Advertisement - Continue Reading Below

Possibile che sia incappata anche lei nella sindrome premaman di Jennifer Aniston? Quella che sceglieva abiti studiati apposta per solleticare l'attenzione della cronaca rosa, salvo poi dover smentire sistematicamente l'ipotetica gravidanza? Possibile che prima di uscire di casa George guardandola non le abbia detto: "Cara, quell'abito non ti rende giustizia?" Insomma, Amal ci è o ci fa?

(Daniela Groppuso)

More from Gioia!:
Michael Caine 1965
Personaggi
CONDIVIDI
La mitica Swinging London raccontata da un personaggio molto speciale: Michael Caine
L'attore ripercorre in un film-evento la Londra degli anni 60, quando nacque la pop revolution
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto
Personaggi
CONDIVIDI
Isabella Rossellini nel nome del padre, della madre, e del suo spirito rivoluzionario
Cinema, passerelle tv, è perfetta sempre ma il suo ruolo in Velvet Blu è storia