Fabio Volo: ​«Ho il coraggio di essere me stesso»

Grazie alla capacità di inseguire le sue ambizioni, ignorando l'invidia, si è conquistato, come dice lui «​una vita meravigliosa»​: fa film, radio e tv e ha una compagna che l'ha trasformato da single irredimibile a tenero padre di famiglia

Più Popolare

«È la legge del filotto: è arrivato tutto insieme, una compagna, due figli, la tv, la radio e il cinema». "Fare filotto" a biliardo vuol dire abbattere un'intera fila di birilli, in una sequenza ininterrotta di vittorie. Chiunque sarebbe esausto e infatti Fabio Volo è stanchissimo: «Non so più a chi dare i resti. Sono a Radio Dj ogni mattina, ho due film in sala, Kung fu panda 3 di cui sono doppiatore e Un paese quasi perfetto di cui sono coprotagonista; giro una serie tv, il sabato vado da Fazio a la domenica alle Iene, poi qui e là a promuovere i miei film o il mio romanzo È tutta vita».

Advertisement - Continue Reading Below

La fatica non la spaventa.

Sono figlio di un fornaio che si è sempre svegliato all'alba per preparare il pane quotidiano. Se mi lamentassi non sarei degno di mio padre. Dormo poco, questo è certo, ma dormo bene, perché ho la coscienza a posto.

Ma i suoi bambini (due maschietti, Sebastian di due anni e mezzo e Gabriel di sette mesi, ndr) quando li vede?

Fino alle otto del mattino sono miei, preparo loro la colazione e li porto al nido, poi se posso torno per pranzo e di nuovo sono con loro dalle sei di sera fino alle nove: ci tengo a metterli a letto personalmente.

Più Popolare

Per il resto c'è Johanna (Hauksdottir, la sua compagna islandese, con lui dal 2011, ndr).

E meno male che c'è. È una donna fantastica, dico sempre che mi supporta nella vita professionale e mi sopporta in quella privata. Sapevo che era la donna giusta quando l'ho incontrata, è come se qualcosa mi portasse verso di lei, in maniera molto naturale. Come se la conoscessi da sempre.

Perché lei e non un'altra?

È un progetto che non scegli, ti innamori di una persona e il perché rimane insondabile. Posso elencare mille motivi per cui la amo, ma il motivo per cui amo proprio quelle cose di lei non lo saprei dire.

In una coppia cosa conta?

Di certo non che la tua compagna sia bionda o mora, è importante che tu ti senta accettato. Conta anche avere progetti comuni, come la serie che Johanna e io stiamo creando insieme fra Roma e New York, scrivendo e producendo fianco a fianco. Era pensata per il Web, ma quando ho mostrato la puntata pilota le reti tv si sono accapigliate per assicurarsela.

Che cosa rimpiange della sua vita da single?

Non sono tipo da rimpianti, ho sempre fatto quello che volevo fare quando era il momento: è successo per la vita da single, succede per quella familiare. Non sono di quelli che volevano fare l'adulto da ragazzino e poi a 50 anni vanno in discoteca.

Si sente cresciuto?

Più che crescere, sto invecchiando. Alcune cose non riesco proprio più a farle fisicamente, altre non mi interessano più.

Che cosa le manca?

Avendo figli piccoli, mi manca il tempo di fare una passeggiata, o di bere la birra con un amico.

Come spiega il suo successo?

In qualche modo riesco sempre a mantenere una mia originalità e ne vado fiero. Si viene sedotti facilmente da chi ti assicura: «Se ti metti con noi sei a posto per tutta la vita ». Io invece non ho desideri di appartenenza, né politica né commerciale, quindi riesco a rimanere me stesso.

Di lei si dice: fa tante cose ma non eccelle in nessuna.

Per questo dico che Kung fu panda 3 è il mio film più autobiografico: la storia di un personaggio goffo che non ha un talento particolare né prestanza fisica, ma non si fa condizionare, segue i suoi sogni e alla fine li realizza. Io sono stato preso in giro da tutti miei amici per le mie ambizioni e lo sono ancora, ciò nonostante ho conquistato una vita meravigliosa.

Kung fu panda 3 ha sollevato una polemica perché il panda Po ha due padri. Su questo tema lei ha litigato in diretta con Mario Adinolfi a Il volo del mattino, ma esattamente come la pensa?

Non credo che per un bambino sia così importante la distinzione sessuale, quanto invece il supporto, l'attenzione, il sentirsi amati, capiti e ascoltati.

Concluda questa frase: l'Italia non è un Paese per…

… coraggiosi. Credo sia la causa prima della situazione attuale, in ogni settore, non solo quello politico. 

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
Stefano De Martino impacciatissimo e la Cipriani ingestibile. La prima puntata dell'Isola dei Famosi da SOS
Cayo Cochinos si è popolata eccome (e come) si è popolata
Michael Caine 1965
Personaggi
CONDIVIDI
La mitica Swinging London raccontata da un personaggio molto speciale: Michael Caine
L'attore ripercorre in un film-evento la Londra degli anni 60, quando nacque la pop revolution
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto