Fabio Volo: ​«Ho il coraggio di essere me stesso»

Grazie alla capacità di inseguire le sue ambizioni, ignorando l'invidia, si è conquistato, come dice lui «​una vita meravigliosa»​: fa film, radio e tv e ha una compagna che l'ha trasformato da single irredimibile a tenero padre di famiglia

Più Popolare

«È la legge del filotto: è arrivato tutto insieme, una compagna, due figli, la tv, la radio e il cinema». "Fare filotto" a biliardo vuol dire abbattere un'intera fila di birilli, in una sequenza ininterrotta di vittorie. Chiunque sarebbe esausto e infatti Fabio Volo è stanchissimo: «Non so più a chi dare i resti. Sono a Radio Dj ogni mattina, ho due film in sala, Kung fu panda 3 di cui sono doppiatore e Un paese quasi perfetto di cui sono coprotagonista; giro una serie tv, il sabato vado da Fazio a la domenica alle Iene, poi qui e là a promuovere i miei film o il mio romanzo È tutta vita».

Advertisement - Continue Reading Below

La fatica non la spaventa.

Sono figlio di un fornaio che si è sempre svegliato all'alba per preparare il pane quotidiano. Se mi lamentassi non sarei degno di mio padre. Dormo poco, questo è certo, ma dormo bene, perché ho la coscienza a posto.

Ma i suoi bambini (due maschietti, Sebastian di due anni e mezzo e Gabriel di sette mesi, ndr) quando li vede?

Fino alle otto del mattino sono miei, preparo loro la colazione e li porto al nido, poi se posso torno per pranzo e di nuovo sono con loro dalle sei di sera fino alle nove: ci tengo a metterli a letto personalmente.

Più Popolare

Per il resto c'è Johanna (Hauksdottir, la sua compagna islandese, con lui dal 2011, ndr).

E meno male che c'è. È una donna fantastica, dico sempre che mi supporta nella vita professionale e mi sopporta in quella privata. Sapevo che era la donna giusta quando l'ho incontrata, è come se qualcosa mi portasse verso di lei, in maniera molto naturale. Come se la conoscessi da sempre.

Perché lei e non un'altra?

È un progetto che non scegli, ti innamori di una persona e il perché rimane insondabile. Posso elencare mille motivi per cui la amo, ma il motivo per cui amo proprio quelle cose di lei non lo saprei dire.

In una coppia cosa conta?

Di certo non che la tua compagna sia bionda o mora, è importante che tu ti senta accettato. Conta anche avere progetti comuni, come la serie che Johanna e io stiamo creando insieme fra Roma e New York, scrivendo e producendo fianco a fianco. Era pensata per il Web, ma quando ho mostrato la puntata pilota le reti tv si sono accapigliate per assicurarsela.

Che cosa rimpiange della sua vita da single?

Non sono tipo da rimpianti, ho sempre fatto quello che volevo fare quando era il momento: è successo per la vita da single, succede per quella familiare. Non sono di quelli che volevano fare l'adulto da ragazzino e poi a 50 anni vanno in discoteca.

Si sente cresciuto?

Più che crescere, sto invecchiando. Alcune cose non riesco proprio più a farle fisicamente, altre non mi interessano più.

Che cosa le manca?

Avendo figli piccoli, mi manca il tempo di fare una passeggiata, o di bere la birra con un amico.

Come spiega il suo successo?

In qualche modo riesco sempre a mantenere una mia originalità e ne vado fiero. Si viene sedotti facilmente da chi ti assicura: «Se ti metti con noi sei a posto per tutta la vita ». Io invece non ho desideri di appartenenza, né politica né commerciale, quindi riesco a rimanere me stesso.

Di lei si dice: fa tante cose ma non eccelle in nessuna.

Per questo dico che Kung fu panda 3 è il mio film più autobiografico: la storia di un personaggio goffo che non ha un talento particolare né prestanza fisica, ma non si fa condizionare, segue i suoi sogni e alla fine li realizza. Io sono stato preso in giro da tutti miei amici per le mie ambizioni e lo sono ancora, ciò nonostante ho conquistato una vita meravigliosa.

Kung fu panda 3 ha sollevato una polemica perché il panda Po ha due padri. Su questo tema lei ha litigato in diretta con Mario Adinolfi a Il volo del mattino, ma esattamente come la pensa?

Non credo che per un bambino sia così importante la distinzione sessuale, quanto invece il supporto, l'attenzione, il sentirsi amati, capiti e ascoltati.

Concluda questa frase: l'Italia non è un Paese per…

… coraggiosi. Credo sia la causa prima della situazione attuale, in ogni settore, non solo quello politico. 

More from Gioia!:
La Regina Elisabetta e Rihanna
Personaggi
CONDIVIDI
Solo Rihanna può ridere di Elisabetta II
Per i 91 anni della regina Elisabetta la popstar ha postato una serie di foto pop di sua maestà: ma non tutti hanno gradito
Ciara
Personaggi
CONDIVIDI
In arrivo il secondo figlio di Ciara
La cantante non sta nella pelle per la gravidanza e riempie Instagram di foto con il suo pancione: ma non è l'unica vip in dolce attesa
Personaggi
CONDIVIDI
Come mai Kate Middleton non va a cavallo?
Alla duchessa di Cambridge non piace proprio il passatempo favorito della famiglia reale, ecco il motivo
Personaggi
CONDIVIDI
15 mamme e figlie vip uguali alla stessa età
Eh sì i geni di questi celeb sono davvero ottimi! La bellezza si tramanda (e la somiglianza è incredibile!)
Personaggi
CONDIVIDI
Aurora Ramazzotti innamoratissima in Toscana
La figlia di Eros è pazza di Goffredo Cerza: le foto (romanticissime) postate su Instagram ne sono la conferma
Personaggi
CONDIVIDI
Jack Nicholson: «Quando ho capito di essere me»
Il 22 aprile compie 80 anni e la sua bellezza sfasciata non intacca il mito dell'attore più figo del mondo
Personaggi
CONDIVIDI
Chi è la celeb con più like su Instagram?
Al primo posto fra i personaggi che ispirano buoni sentimenti sul social c'è una donna del clan più famoso al mondo, ma non quella che pensi
Stefano Accorsi e Bianca Vitali
Personaggi
CONDIVIDI
Bianca e Stefano Accorsi sono diventati genitori!
Entusiasta, Stefano Accorsi ha annunciato la nascita del piccolo Lorenzo: ma è solo l'ultima nascita vip di quest'anno
Personaggi
CONDIVIDI
Tutto ok tra Chiara Ferragni e Fedez?
Nessuna conferma anche se i segnali della crisi ci sono tutti: ecco tutta la verità
Personaggi
CONDIVIDI
Ti ricordi la grande amicizia tra Paris e Kim?
Paris Hilton e Kim Kardashian, grandi amiche, inseparabili ai party e con i vestiti coordinati, almeno un tempo: ecco com'erano