Sasha Obama e il suo normalissimo lavoro estivo

La secondogenita del presidente degli Stati Uniti sta lavorando in un ristorante di pesce sull'isola di Martha's Vineyard e ci ricorda che, aldilà di tutto, è come le altre ragazze della sua etàfig

Più Popolare

Crescere nella Casa Bianca non fa parte delle normali esperienze d'infanzia, ma c'è un rito di passaggio che Sasha Obama non vuole perdersi: un lavoro estivo tutt'altro che glam. Questo mese la secondogenita di Barack Obama è stata vista spostare i tavoli, lavorare alla cassa e servire alla postazione del take away del ristorante di pesce Nancy, nella zona di Oak Bluffs sull'isola di Martha's Vineyard.

Sasha Obama (a sinistra) con la sorella Malia.
Advertisement - Continue Reading Below

«Sta lavorando al servizio take away» ha dichiarato un inserviente al Boston Herald. «Stavamo ragionando sul perché questa ragazza avesse ben 6 persone ad aiutarla, ma poi abbiamo capito chi era». 

E chi erano questi aiutanti? La squadra dei servizi segreti, ovviamente.  «È stata in giro per qualche giorno - ha detto un altro impiegato - si tratta di un fatto piuttosto fuori dall'ordinario». A parte l'avere con sé il proprio team di sicurezza, Sasha sta tenendo un basso profilo, usando il suo nome per intero - Natasha - e indossando l'uniforme del ristorante: una maglietta blue navy e un cappellino da baseball. 

Ha lavorato nel primo turno, preparando il ristorante al servizio: sfortunatamente, il divertimento non durerà per sempre. Il gossip vuole che la figlia di Barack Obama, il presidente degli Stati Uniti uscente, e di Michelle Obama lavorerà ancora solo per qualche giorno, prima dell'arrivo dei suoi genitori sull'isola per le loro vacanze in famiglia.

Da: TownCountry
More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
Stefano De Martino impacciatissimo e la Cipriani ingestibile. La prima puntata dell'Isola dei Famosi da SOS
Cayo Cochinos si è popolata eccome (e come) si è popolata
Michael Caine 1965
Personaggi
CONDIVIDI
La mitica Swinging London raccontata da un personaggio molto speciale: Michael Caine
L'attore ripercorre in un film-evento la Londra degli anni 60, quando nacque la pop revolution
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto