Alessandro Borghi: «La mia Roma, che amo e che odio»

Non gli piace, forse non gli è mai piaciuta, eppure non riesce ad andarsene: Alessandro Borghi, protagonista di Suburra - la serie, disponibile dal 6 ottobre 2017 su Netflix, racconta la sua Roma, in bilico tra bellezza e scandali

Più Popolare

Biondissimo, con quella rabbia repressa dipinta sul viso e lo sguardo inquieto, di chi si sente in gabbia: bastano un paio di inquadrature per capire che, anche in Suburra - la serie, a fare la differenza sarà di nuovo lui, il camaleontico Alessandro Borghi. L'attore, romano doc, torna a interpretare il ruolo di Otto nell'atteso prequel dell'omonimo film, disponibile su Netflix dal 6 ottobre 2017. In tutto dieci puntate, dirette da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi, per un viaggio nell'inferno capitolino di cui Borghi non si sente di negare (quasi) niente...

Advertisement - Continue Reading Below

Come è stato tornare a interpretare il ruolo di Otto?

L'Otto di Suburra - la serie è un ragazzo che ha ancora poca consapevolezza del potere e, al contempo, molta difficoltà nel gestire le relazioni umane, soprattutto quelle familiari. Trovo che la parte più interessante siano proprio le dinamiche di Otto con la sorella e il padre: sono queste che mi hanno permesso di raccontare il lato umano, più fragile, di Otto affrancandomi così dal rischio di interpretare un cattivo a senso unico.

Più Popolare

Sbaglio o, a differenza di Gomorra, qui non si narra il cieco abisso del male bensì la parabola di corruzione, in primis morale, dell'uomo che subisce la fascinazione del potere?

Indubbiamente. La corruzione morale è la chiave della serie tant'è vero che per me, più che un gangster movie, Suburra - la serie è un romanzo di formazione. Dietro a ogni scelta sbagliata dei personaggi c'è infatti un mondo. Otto ne è l'esempio eclatante: tutte le sue scelte sbagliate nascono dalla sua insicurezza di fondo, dal timore di non essere in grado di gestire il potere della famiglia, dalla paura di non riuscire a fare pace con la sorella (interpretata da Barbara Chichiarelli, ndr) a cui vuole sinceramente bene. Suburra racconta i disagi morali che hanno poi generato le scelte sbagliate dei protagonisti.

Quanto ha influito il caso Mafia Capitale?

Lo scandalo è scoppiato mentre noi eravamo già sul set e, sinceramente, non mi ha certo scandalizzato. Si sapeva da una vita. Non ho quindi mai cambiato il mio approccio alla serie tv.

Da romano, non le piacerebbe raccontare una Roma finalmente diversa da quella raccontata ultimamente da cinema e tv, ossia più edificante e aspirazionale?

Il problema è che non esiste un aspetto bello di Roma che sia anche televisivamente interessante. Che facciamo? Raccontiamo il biopic di un cardiologo di corso Trieste? Ce buttiamo di sotto...(ride, ndr).

Beh, però esistono dei precedenti, pur datati, come Vacanze romane o La dolce vita.

In realtà Suburra - la serie rispecchia il rapporto di odio e amore che nutro, da sempre, verso questa città. Odio infatti Roma ma se mi alzo la mattina alle 7 e faccio una passeggiata a Trastevere mi ricordo il motivo per cui non me ne sono ancora andato via. La serie fa esattamente questo: narra le dinamiche di corruzione e potere, perché sono l'aspetto televisivamente più intrigante, ma lo fa scegliendo come palco dei luoghi mozzafiato, come il centro di Roma, il Colosseo, il litorale romano. In questo senso Roma è essa stessa protagonista di Suburra - la serie.

Un'ultima curiosità: come mai questo nuovo look così dimesso (Borghi si è presentato con barba e capelli lunghi e giubbino, ndr)?

Ho questo look per esigenze di set: sto interpretando il nuovo film di Matteo Rovere, che racconta la leggenda della fondazione di Roma. Qui la fondo, con Suburra la distruggo: faccio tutto da solo! (ride, ndr).

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
Frances Bean Cobain figlia di Kurt e Courtney Love, dopo la dipendenza da alcol oggi ha trovato il Nirvana
Da crisalide a farfalla, la (splendida) metamorfosi della figlia delle due leggende del rock a stelle e strisce
Personaggi
CONDIVIDI
Audrey Hepburn inedita nelle foto intime degli anni d'oro a Hollywood scattate da Bob Willoughby
Parlava 5 lingue e si ricaricava passando intere giornate da sola, storia -fotografica- di una dea
Personaggi
CONDIVIDI
Come e quanto influisce il potere della Regina Elisabetta e della Royal Family sul mondo intero?
La Regina Elisabetta II può un sacco di cose ed è per questo che devi sapere quali sono i poteri che tutt'oggi la famiglia reale inglese...
Personaggi
CONDIVIDI
Debra Winger da folle stunt-woman a follemente persa per Richard Gere, biografia di un'attrice da Oscar
Anti diva da sempre e da sempre lontana da red carpet e riflettori, tutto sulla mitica Debra Winger
Personaggi
CONDIVIDI
Barbara D'Urso e Patrick Dempsey insieme? Quando la dottoressa Giò incontra Dereck Shepherd...
A vent'anni dall'ultima stagione, rivive in tv il cult degli anni 90 con Barbara D'urso e (pare) la star di Grey's Anatomy
Personaggi
CONDIVIDI
Deanna Damiano ovvero la moglie fantasma di Joe Bastianich che lo ha sposato quando pesava trenta chili in più
Sposati dal 1995, tre figli insieme, una profonda crisi di coppia, e la convinzione che la famiglia venga prima di tutto
Malia Obama fidanzato Rory Farquharson chi è
Personaggi
CONDIVIDI
Rory Farquharson ovvero il fidanzato incredibilmente ricco della Obama che la candida a presidente degli Stati Uniti
Con un primo fidanzato così, la figlia di Obama conferma di avere tutte le carte in regola per prendere il posto del padre
Matilda De Angelis intervista
Personaggi
CONDIVIDI
Matilda De Angelis, per l'Italia al Festival di Berlino, dalla parte delle ragazze
Da Veloce come il vento fino ai 2 nuovi film in arrivo, interpreta sempre ruoli di coetanee toste: "Ho imparato a combattere per loro"
Personaggi
CONDIVIDI
Daniel Day-Lewis: "Prendo l'Oscar con il mio ultimo film e poi inizio una nuova vita"
È arrivata davvero l'ora X per l'attore camaleonte? Sempre che un Oscar (sarebbe il quarto) non lo convinca a ricredersi
Personaggi
CONDIVIDI
Will Smith è il padre migliore del mondo e l'ultimo video che ha realizzato per il figlio ne è la prova
Se sei Will Smith e a quasi 50 anni ti metti a fare un video parodia a tuo figlio sei un figo, anzi sei il padre più figo del mondo