Mick Jagger: «Per me l'età è solo uno stato mentale»

Finché c'è vita c'è lui, l'irriducibile dei Rolling Stones che a 73 anni si regala un nuovo disco e l'ottavo figlio dalla ballerina Melanie Hamrick

Più Popolare

«Per me l'età è solo uno stato mentale», spiega allegramente Mick Jagger, 73 anni, bisnonno dal 2014 e da pochi giorni padre dell'ottavo figlio, avuto dalla ballerina non ancora trentenne Melanie Hamrick. «Se non ci si pensa, si continua a essere quello che si è, senza badare all'aspetto esterno». E perché uno come lui dovrebbe preoccuparsene? Intanto un grande, provocatorio show interattivo, intitolato Exhibitionism, sta celebrando i Rolling Stones agli Industria Studios di New York (stonesexhibitionism.com, fino al 12 marzo 2017), mentre da poche settimane è uscito Blue & lonesome (Polydor), nuovo album in studio della leggendaria band britannica, che riporta alle radici del gruppo e alla passione per il blues. La formazione è quella di sempre: Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts, Ronnie Wood, con Darryl Jones al basso e perfino, per qualche brano, la partecipazione straordinaria di Eric Clapton, che stava registrando nello studio accanto e non ha resistito alla tentazione. «Un'esperienza totalmente spontanea e inaspettata», commenta Mick Jagger, a cui l'età non ha tolto né il carisma né l'antico spirito pungente e nemmeno l'abitudine a rispondere di getto, senza pensarci troppo.

Advertisement - Continue Reading Below

Che effetto le fa sentirsi definire "icona rock"?

Lo odio, perché sono ancora vivo e presente e non mi è passata la voglia di fare musica. Ancora oggi quando salgo su un palco si risvegliano tutti i miei istinti animaleschi. La mostra di New York è bellissima proprio perché, oltre a rievocare i ricordi dei miei anni selvaggi, si riferisce al presente.

Jade Jagger, L'Wren Scott, Georgia May Jagger e Mick Jagger.
Più Popolare

Infatti è appena uscito il nuovo album, Blue & lonesome.

È stato realizzato di getto, stavo rimettendo a posto i miei dischi, pensavo di rilassarmi per un po'. E invece, improvvisamente, mi arriva questa idea e ci ritroviamo in uno studio di Londra a registrare tutto in soli tre giorni. Nemmeno quando abbiamo cominciato, da giovani, eravamo così veloci.

Com'è lavorare di nuovo coi Rolling Stones?

Ci saranno sempre pietre che rotolano. Nel senso che quando si realizza qualcosa del genere si viaggia sempre tra accordi e contrasti.

Come si mantiene tanto in forma?

Pratico sport, senza esagerare. Ho un trainer, vado in palestra, a volte corro ancora un po' o faccio kickboxing, per lo più nuoto e mi dedico allo yoga e al balletto. Ai miei anni non ci penso: ancora vado per bar, feste e perfino nei nightclub a ballare con i miei figli. Ma sul palco continuo a improvvisare, nulla di preparato. Mi "esce" tutto spontaneamente! Sono come un fume, mi lascio trascinare dalla corrente.

La sua vita è stata intensa e tormentata...

Ho cercato di dare il meglio che potevo, purtroppo non sempre ci sono riuscito. Ho avuto momenti duri e drammatici, certe ferite non si sanano mai. Ho imparato che certi drammi sono imprevedibili (allude al suicidio della compagna L'Wren Scott, nel 2014, ndr) a volte purtroppo colpiscono all'improvviso. Se potessi battermi e tornare indietro, in alcuni casi, darei tutto me stesso per farlo. Purtroppo non è possibile.

Mick Jagger e i Rolling Stones in concerto.

È quasi Natale, che cosa farà?

Vuol sapere se passerò del tempo con la mia famiglia allargata? Non lo so, non sono mai stato un uomo saggio. Si vedrà.

La sua ex Jerry Hall dice che nessuno prepara il tacchino come lei.

Dedicarmi ai fornelli mi ha sempre rilassato, è un'altra mia passione. Ma devo confessarle che quello che mi piace di più è circondarmi della mia famiglia, delle persone che amo, scambiarsi i regali, parlare, ridere, stare tutti bene insieme.

Cosa ha insegnato ai suoi figli?

A tutti i miei figli, piccoli e grandi, ai nipoti e pronipoti, auguro di mantenere sempre il proprio stile, essere se stessi, senza lasciarsi influenzare da nessuno. Li adoro tutti indistintamente. E poi diventare papà mi fa sentire giovane, ogni volta che succede. È il regalo più bello!

Nella serie tv Vynil, co-prodotta con Martin Scorsese, con Olivia Wilde e suo figlio James Jagger, ha descritto l'ascesa del rock e del punk a New York negli anni '70.

Era un periodo selvaggio, tutto pareva possibile e permesso: sesso, droga, provocazioni. E il rock pulsava nelle vene più di qualsiasi verità.

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
Carol Alt, la Carlotte Casiraghi degli anni Ottanta e volto da un milione di dollari
Da cameriera a modella di Playboy passando per il cinepanettone: tutto quello che forse non sai sulla biografia di Carol Alt
Jeanne Bouchard Laduree e l'invenzione delle sale da te
Personaggi
CONDIVIDI
Chi è la signora Ladurée, moglie del creatore dei macaron che aprì la prima sala da tè a Parigi 
Illuminata e rivoluzionaria creò per le donne quello che i circoli erano per gli uomini e cambiò il mondo con una tazza di tè e un dolcetto...
Riccardo Marcuzzo cantante amici
Personaggi
CONDIVIDI
Chi è About Ricky il fenomeno italiano pupillo di Francesco Facchinetti?
Occorre conoscere chi è Riccardo Marcuzzo? Certo che sì perché è anche molto più di un fenomeno
Personaggi
CONDIVIDI
Le 8 donne più belle del mondo che hanno definito la bellezza di oggi
Belle, bellissime, divine, eterne. Muse senza epoca che ci mancano tantissimo
Cesare Cremonini la nuova fidanzata è Ludovica Frasca?
Personaggi
CONDIVIDI
Chi sarebbe la nuova fidanzata di Cesare Cremonini? Uuuh possibile scenario interessante
Pettegolezzi e mezze parole ma anche qualche indizio
Personaggi
CONDIVIDI
Jackie Kennedy storia di una vita (fragile) da predestinata
"Non voglio la capote sulla macchina, tutte la texane devono vedere che bella ragazza è Jackie" (John F. Kennedy)
Personaggi
CONDIVIDI
Vorrei rinascere Christie Brinkley! La storia della top model anni 80 invecchiata benissimo
Famosissima negli anni 70 e 80, regina delle copertine di Sports Illustrated ed ex moglie del musicista Billy Joel, tutto sulla mitica...
Mila Kunis Mamme molto cattive
Personaggi
CONDIVIDI
Mila Kunis, mamma zero in condotta: "Non mettetemi troppa pressione, grazie!"
Torna al cinema nel sequel di Bad moms, sicura che il successo si ripeterà, "perché tutti i genitori si riconoscono in una madre in crisi"
GFVip finale vince Daniele Bossari
Personaggi
CONDIVIDI
Finale del GfVip 2017 con il botto! Bossari vincitore ma Luca Onestini premio rivelazione dell'anno
*Spoiler*. Alla fine ha vinto il nostro preferito
Nadia Toffa conduttrice Iene
Personaggi
CONDIVIDI
Nessuna news, Nadia Toffa è una guerriera ops Iena da una vita intera
Supporto pazzesco e totale per Nadia, amatissima dal pubblico e dalla tv che sta superando la sfida più tosta della sua vita