Nicole Kidman si racconta: «Ho voglia d'amore»

Mentre Hollywood mette in panchina le attrici over 40, lei, alla vigilia dei 50, fa l'amante in Genius, un film passionale pieno di attori da urlo: «Mi sento di nuovo sexy», dice

Più Popolare

«È un periodo in cui mi sento di nuovo sexy». Con una battuta da femme fatale e il più ammiccante dei sorrisi, dall'alto del suo metro-e-ottanta (al netto degli spericolati tacchi a spillo), Nicole Kidman previene la comprensibile meraviglia della sua apparizione al Museum of modern art di New York, in occasione della première diGenius (al cinema), fasciata da un capolavoro di pizzo nero che le ritaglia addosso porzioni di pelle bianchissima. Arriva scortata, da un lato, dal marito Keith Urban (mano nella mano, alla faccia delle voci che li vorrebbero in crisi), dall'altra da un irresistibile Jude Law, con lei nel cast di Genius insieme a Colin Firth, Dominic West e Guy Pearce. Nel biopic tratto dal romanzo Max Perkins: editor of a genius, che ruota intorno alla storia dell'amicizia tra l'editor Max Perkins, che negli anni Venti pubblicò i primi romanzi di F. Scott Fitzgerald ed Ernest Hemingway, Kidman è Aline Bernstein, amante dello scrittore Thomas Wolfe, il "genio" del titolo, narratore torrenziale e tormentato.

Advertisement - Continue Reading Below

A 49 anni, il tempo in cui le attrici a Hollywood vengono di solito messe in panchina, Nicole è ancora al centro della scena. Dopo aver comprato i diritti del libro La famiglia Fang, che ha da poco prodotto e interpretato con l'amico Jason Bateman, sarà, in Lion (dal 22 dicembre nelle sale), la madre adottiva di due bambini indiani, uno dei quali decide di partire alla ricerca della mamma naturale. E, se passate da New York, la vedrete presto a Broadway in Photograph 51, nei panni di Rosalind Franklin, la scienziata che scoprì il Dna. «Ho appena cominciato», mette in chiaro, «ho in programma altri progetti ambiziosi».

Più Popolare

Nicole Kidman in una scena di Genius.

In Genius è un'amante che arriva ad annullarsi e umiliarsi per amore. Le è mai capitato?

Penso che quasi tutti ci siamo trovati nella sua posizione. A chi non è mai davvero successo di sentirsi pieni di insicurezze e deboli, perché perdutamente innamorati? Certo, è importante non perdere mai il rispetto per se stessi, ma a volte le passioni sono semplicemente incontrollabili. Non lasciano scampo. Quando si tratta dell'amore poi...

I ruoli di donne in crisi, tormentate, le sono piuttosto familiari.

È vero, ma questa parte la volevo a tutti i costi. Avevo di nuovo voglia di fare un bel film che parlasse d'amore.

Attrazione fatale?

Per me è la cosa più importante. Così come le emozioni che mi evoca: sguardi che si incrociano, mani che si sfiorano, parole che si inseguono. Sa quei momenti di perfetta armonia in cui uno arriva a terminare la frase dell'altra? Quando è la passione a trionfare, si scatena un incontro di corpi e di menti, di sensibilità affini.

Nicole Kidman in una scena di Lion.

Perfino dopo molti anni? Tra lei e Keith come va?

Vivere in un matrimonio, dentro una relazione quotidiana, occuparsi dei figli può logorare l'entusiasmo del principio. Nel nostro caso, poi, c'è il problema che, a causa delle nostre professioni, trascorriamo lunghi periodi lontani. Ma tutti hanno alti e bassi. L'importante è continuare ad amarsi e non dimenticare come tutto è cominciato. Penso che la memoria aiuti a superare problemi e sconforto.

A proposito di memoria, la prima volta si è sposata giovanissima.

Se ci penso, avevo solo 23 anni quando ho sposato Tom (Cruise, ndr), a cui voglio sempre molto bene: è stato gentile con me. Avevo in mente l'esempio dei miei genitori, che erano insieme da una vita, per me è sempre stato importante avere una famiglia. Sono abituata a combattere prima di lasciare andare una relazione importante: so che quando una storia finisce lascia una cicatrice, col tempo può rimarginarsi, ma resterà sempre una leggera malinconia.

Nicole Kidman a Pechino alla presentazione dell'orologio Omega.

Da come parla, sembra un donna molto saggia.

Tutt'altro. Forse solo quando si tratta di prendere decisioni per i figli (due adottati con Tom Cruise e due bimbe avute con Keith Urban, ndr). In quel caso, per il loro bene, cerco di essere sempre equilibrata. Ma per quanto riguarda me, seguo il mio cuore.

È una mamma ansiosa?

Non credo che l'attaccamento ossessivo faccia bene. È come avere un elicottero che ti controlla a distanza, e in modo rumoroso. Anche se è difficile, cerco di lasciare i miei figli liberi di prendere le loro decisioni. Le più piccole adorano recitare, improvvisano teatrini: confesso che non mi dispiacerebbe se seguissero le mie impronte. Ma cerco di non farmi troppo entusiasmare.

Insegna loro a fidarsi degli altri?

Se non lo faccio, rischiano di chiudersi in se stessi. Preferisco chi ha sentimenti forti e non teme di manifestarli. Il rischio di soffrire è alto, ma penso ne valga la pena. In Lion, il protagonista (Dev Patel, ndr) torna in India alla ricerca della sua madre naturale. È una storia vera, e bellissima. E sono convinta che un figlio possa anche avere due madri: non esiste limite all'amore che si può dare.

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto
Personaggi
CONDIVIDI
Isabella Rossellini nel nome del padre, della madre, e del suo spirito rivoluzionario
Cinema, passerelle tv, è perfetta sempre ma il suo ruolo in Velvet Blu è storia
Ben Affleck e Jennifer Garner news
Personaggi
CONDIVIDI
Ben Affleck distrutto è la prova di quanto fare la parte di quello che lascia sia uno schifo. Ma la tristezza?
Se Jennifer Garner fosse cattiva potrebbe essere fiera di aver vinto la guerra lasciando che diventasse Ben Affleck il meno figo dei due