Perché vorrei essere il figlio più piccolo di Justin Trudeau

Si chiama Hadrien, ha 3 anni e la faccia di quello che da grande sarà ancora più figo di papà, devo aggiungere altro?

Più Popolare

Il mondo si divide su quasi tutto. Il genere umano è in grado di litigare con lo stesso fervore parlando di calcio come di geopolitica, ma su una cosa siamo tutti d'accordo: il Canada ha un primo ministro imbattibile.

Se Obama ci ha abituato a simpatizzare per l'uomo, oltre che per il politico, Justin Trudeau ha definitivamente alzato l'asticella. C'entra il look informale, che però è un po' tipico del suo Popolo, c'entra il fisico atletico, che però non lo avvicina a un divo di Hollywood, c'entra la bravura che gli ha permesso di arrivare dov'è giovane e baldanzoso, ma si sa che siamo troppo corazzati per cadere nei complimenti facili.

Advertisement - Continue Reading Below

Più Popolare

A rendere Justin Trudeau il politico più figo di tutti è un insieme di piccole cose che lo rendono speciale nella sua normalità. E se se a vedere i «figli di», Barron Trump in primis ma la lista è lunga, ci viene un po' di malinconia se pensiamo a Xavier James, otto anni, Ella-Grace Margaret, sei, e soprattutto Hadrien Trudeau, tre anni, l'unico sentimento (positivissimo) che proviamo è tanta invidia e vi spiegherò perché.

Justin Trudeau e famiglia.

Il primo motivo per cui vorrei essere Hadrien è che mio papà conoscerebbe la Regina Elisabetta II e le starebbe anche simpatico. Parlando sempre di Royal Family britannica avrei anche l'occasione di conoscere il Principe George e potrei dirgli che sì, io rimarrò sempre «poraccio» ma quando papà mi porta agli incontri ufficiali di solito io mi diverto e sono vestito comodo.

Vorrei essere Hadrien perché potrei girare il mondo, fare esperienze incredibili, conoscere personaggi importanti con l'inconsapevolezza che hanno solo i bambini. Certo le foto imbarazzanti di solito appannaggio degli album di famiglia sarebbero di dominio pubblico, ma è un rischio che con quella faccina potrei riuscire a sopportare di correre.

Vorrei essere Hadrien anche perché il mio papà sarebbe il numero uno delle giornate «padri e figli» al lavoro.

Il motivo vero però per cui vorrei essere il figlio più piccolo di Trudeau è perché, il giorno in cui sarà tutto finito, sarei ancora sufficientemente piccolo per avere tutto il tempo di diventare Hadrien Trudeau, molto di più di un figlio di.

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto
Personaggi
CONDIVIDI
Isabella Rossellini nel nome del padre, della madre, e del suo spirito rivoluzionario
Cinema, passerelle tv, è perfetta sempre ma il suo ruolo in Velvet Blu è storia
Ben Affleck e Jennifer Garner news
Personaggi
CONDIVIDI
Ben Affleck distrutto è la prova di quanto fare la parte di quello che lascia sia uno schifo. Ma la tristezza?
Se Jennifer Garner fosse cattiva potrebbe essere fiera di aver vinto la guerra lasciando che diventasse Ben Affleck il meno figo dei due