5 motivi per cui Paolo Villaggio ci ha reso migliori

L'attore si è spento a Roma all'età di 84 anni: personalità di grande talento che con i suoi personaggi ci ha reso migliori

Più Popolare

Paolo Villaggio è morto oggi 3 luglio 2017 a Roma. A dare l'annuncio è stata Elisabetta Villaggio, figlia dell'attore, che su Facebook ha scritto «Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare ❤️ ».

Villaggio aveva 84 anni e da qualche giorno era ricoverato in una clinica privata di Roma. Nato a Genova il 30 dicembre 1932, da tempo era malato. Con le sue interpretazioni, da Fantozzi a Fracchia passando per l'insegnante di Io speriamo che me la cavo al colonnello in pensione de Il segreto del bosco vecchio, Paolo Villaggio ha fatto la storia del cinema italiano ma ha fatto anche di più.

Advertisement - Continue Reading Below

Grazie al talento indiscutibile di Paolo Villaggio, i personaggi interpretati sul grande schermo dall'attore genovese sono diventati macchiette reali, compagni di viaggio e di vita che rimarranno indelebili nell'immaginario comune e nella personalissima storia di quasi tutti noi, che ha cambiato per questi 5 motivi.

Più Popolare

1. L'uomo medio non è niente male

Sfortunato, subissato dalle angherie dei potenti, bruttino e destinato a essere mediocre ma comunque umano e alla fine integro. L'immagine dell'uomo medio grazie a Paolo Villaggio ha avuto la sua rivincita perchè magari non arriverà alle stelle, ma in molti casi è meglio così.

2. Tutti sappiamo cos'è la corazzata Potëmkin

Anche se pochissimi hanno davvero avuto il coraggio di vederlo tutti, nessuno escluso, possiamo dare un giudizio (seppure sommario e un po' perentorio) sul film sovietico di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn.

3. Il permesso di essere infelici

Non si può essere felici sempre e Paolo Villaggio, sullo schermo ma anche nella vita, si è fatto promotore di questo messaggio dandoci la mano e rassicurandoci di non essere soli. In un mondo che va tutto dall'altra parte in cui imperfezione e titubanza non sono concessi mai, Villaggio ci ha concesso il diritto di essere anche «un po' meno».

4. Il disagio può essere comico

Chi l'ha detto che per fare denuncia bisogna essere per forza seri. Paolo Villaggio con i suoi film si è preso la responsabilità di portare alla luce non poche magagne dallo status dell'impiegato statale alla solitudine della vecchiaia all'ignoranza dilagante passando per chi non ha la possibilità di riscattarsi e forse non ce l'avrà mai, insegnandoci che con il sorriso, seppur amaro, si possono dire tante cose.

5. La nuvoletta, se vuole non se ne va

Inutile lottare con l'ineluttabile, ma non per questo bisogna fermarsi!

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
James Franco #youtoo? Un altro attore accusato di molestie
Lo scandalo delle molestie sessuali ha travolto anche lui, smascherato subito dopo aver ricevuto un Golden globe
Personaggi
CONDIVIDI
Fabio Rovazzi al cinema e lo slogan diventa "andiamo a lavorare"
L'idolo dei teenager è un laureato in cerca di impiego nel film Il vegetale, con un messaggio: sono tempi precari, ma pieni di opportunità
Personaggi
CONDIVIDI
Jeanette Madsen è la fashion editor più popolare della Danimarca. Cosa dovremmo imparare da lei? Tutto
Fashion Editor di Costume Magazine e universalmente riconosciuta come icona di stile, la Brigitte Bardot dei Nord ha classe da vendere
Woody Harrelson Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Personaggi
CONDIVIDI
Woody Harrelson ci parla di Tre manifesti, il film più vicino agli Oscar (e dell'America più gretta e razzista)
La storia straziante di un poliziotto sotto accusa nella provincia americana più razzista e rancorosa, ago della bilancia tra bene e male
L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Ricky Martin ed Édgar Ramírez raccontano L'assassinio di Gianni Versace, la serie tv in onda su Sky
Intervista esclusiva a Ricky Martin ed Édgar Ramírez che vedremo sullo schermo nella serie L'assassinio di Gianni Versace
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Mastroianni a noi due: la storia da sceneggiatura della figlia d'arte che ha vissuto mille vite in una
Papà Marcello si assicurava sempre che lei mangiasse, per questo, anche sul set, le portava dei panini!
Personaggi
CONDIVIDI
Rosa Fanti e Carlo Cracco in love: la loro serenata social pre matrimonio è più unica che rara
Lo chef più famoso della televisione e la compagna diventeranno molto presto marito e moglie (c'è chi assicura che il wedding day sarà...
Personaggi
CONDIVIDI
La vita rosa pastello di Faye Dunaway: dalla gaffe agli Oscar al suo amore incondizionato per l'Italia e Marcello Mastroianni
Forse la più grande attrice della sua generazione, a Faye il cinema americano deve tanto, tutto
Personaggi
CONDIVIDI
Isabella Rossellini nel nome del padre, della madre, e del suo spirito rivoluzionario
Cinema, passerelle tv, è perfetta sempre ma il suo ruolo in Velvet Blu è storia
Ben Affleck e Jennifer Garner news
Personaggi
CONDIVIDI
Ben Affleck distrutto è la prova di quanto fare la parte di quello che lascia sia uno schifo. Ma la tristezza?
Se Jennifer Garner fosse cattiva potrebbe essere fiera di aver vinto la guerra lasciando che diventasse Ben Affleck il meno figo dei due