Cara Diane, ho smesso di mettermi la cravatta

E sciarpe, bombette, colli alti e calze grosse: tutto insieme. Perché il tuo stile funziona solo su di te

Più Popolare

Cara Diane,

ho smesso di mettermi la cravatta.

Non me la posso permettere, ci ho provato per anni: con la giacca a simulare ambizioni di carriera, col gilet «che la sdrammatizza» – nella lingua segreta delle commesse vuol dire: non lo vendo neanche a metà prezzo – o a papillon per le feste di mezza gala. Niente. Qualunque età avessi, ero sempre fuori tempo: una decrepita canaglia alla quale si sono dimenticati di dire che l'infanzia è finita. Per non parlare delle bombette, delle sciarpe, dei colli alti, delle stringate con le calze grosse.

Advertisement - Continue Reading Below

Ci ho provato, ci abbiamo provato tutte: soltanto tu ci riesci, dal 1972. Ci ha provato pure Meryl Streep, l'altra sera, alla cerimonia di consegna del tuo premio alla carriera all'American Film Institute. Ma se è riuscita a sembrare brillante, invece che ridicola, imitando il tuo permanente essere Annie Hall – «la persona più coperta nella storia dell'abbigliamento» – è solo perché lei è Meryl Streep, e ha il superpotere di rendere credibile qualunque mascherata.

Durante la serata sono state naturalmente dette molte cose carine sul tuo conto – cosa si prova ad avere «il flusso di coscienza di un colibrì»? – ma la più precisa rimane quella di Woody Allen (ma dai!) che non solo è arrivato fino a Los Angeles per omaggiarti, ma è pure rimasto lì abbastanza lungo da farsi portare a cena due giorni dopo. Certi amori, quando finiscono, poi migliorano. La tua è «una bellezza non convenzionale», ha detto, «dove "convenzionale" sta per: piacevole allo sguardo». Era una battuta, era per far ridere; ma è anche vero: è il talento specifico delle signore inimitabili.

Più Popolare

Qualche giorno dopo, con Jimmy Kimmel, hai commentato gli ospiti della serata. Attori illustri, e tutti assai gentili – hai detto – ma mica sono veramente amici tuoi. Meryl Streep? Le vuoi un gran bene, ma non vi sentite spesso. Reese Whiterspoon? L'hai conosciuta che aveva 14 anni: bellissima, bravissima, un successo inevitabile. Ma no, non è un'amica. «Io non ho amici», hai detto. Era una battuta, era per far ridere; ma è anche vero: è la libertà specifica delle signore di successo.

Le regole dell'amicizia in pubblico sono per tutta la vita le stesse della scuola media, le stesse di Mean Girls: bisogna fare gruppo, onorare le api regine, il mercoledì vestirsi di rosa. Bisogna ostentare familiarità di lungo corso, ove necessario inventarla. Bisogna controllare Facebook due volte al giorno, e distribuire cuori di ammirata consuetudine. In tempi di gestione professionale della socievolezza, il vero privilegio è dichiararsi periferici, eccentrici e contenti.

More from Gioia!:
Bianca Balti matrimonio con Matthew McRae, i preparativi
Personaggi
CONDIVIDI
Bianca Balti e Matthew McRae, matrimonio in vista
Preparativi di matrimonio su Instagram per la super top model: Bianca Balti dirà sì al compagno
Personaggi
CONDIVIDI
Daniela Ferolla, da Miss Italia al giornalismo: l'ascesa di una conduttrice italiana
Conosciamo meglio Daniela Ferolla, Miss Italia 2001, giornalista e conduttrice televisiva
Personaggi
CONDIVIDI
Perché dovremmo essere grate a Mariah Carey
Scegliendo di mostrarsi per quello che è, senza trucco e senza inganno, la cantante ha detto la sua sul body shaming che poi è quella di...
Gabriella Pession
Personaggi
CONDIVIDI
Perché Gabriella Pession è la regina delle serie tv?
La biografia di Gabriella Pession ci racconta la storia di un'attrice che è diventata nel tempo la regina della fiction italiana
Principessa Charlotte foto tenere
Personaggi
CONDIVIDI
Più Charlotte per tutti!
Se il fratello maggiore, il principe George, mette simpatia, la piccola di casa Windsor ti strappa il cuore dalla tenerezza
Sofia Vergara
Personaggi
CONDIVIDI
Perché Sofia Vergara è l'attrice più pagata della tv?
L'attrice di Modern Family ha lo stipendio più alto di tutte: come è riuscita a arrivare a questa meta così ambiziosa?
Chiara Biasi influencer confessioni
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Biasi: «A 60 anni non sarò così ridicola da mettermi la minigonna»
La fashion influencer si racconta, tra progetti futuri e numeri su Instagram: la certezza? Non sarà mai una donna alla Brigitte Macron
David Beckham ha un nuovo tatuaggio dedicato ai figli
Personaggi
CONDIVIDI
L'ultimo tatuaggio di David Beckham dimostra che è il papà più bravo del mondo
Sul collo dell'ex calciatore c'è una nuova scritta: è l'ennesima dedica speciale ai suoi 4 figli
Jane Fonda storia e stile di un'icona
Personaggi
CONDIVIDI
Perché domani mattina vorrei svegliarmi ed essere Jane Fonda
Al Festival del Cinema di Venezia riceverà il Leone d'oro alla carriera ma ci sono N(mila) ragioni che dimostrano che è la donna più giusta...
La Regina Elisabetta ha un nuovo corgi
Personaggi
CONDIVIDI
La Regina Elisabetta ha un nuovo corgi
La passione per i cani di Lilibet non ha eguali e la storia dell'ultimo arrivato è davvero tenerissima