Virginia Raggi, alias l'onorevole Angelina

Il vecchio film di Luigi Zampa con Anna Magnani sembra una biografia della nuova sindaca di Roma

Più Popolare

Spazio libero è un luogo in cui Gioia! pubblica riflessioni, obiezioni, opinioni in libertà. Ecco le parole del giornalista e scrittore Michele Masneri.

«Si è già detto molto, quasi tutto forse su Virginia Raggi, la trentasettenne sindaca (ci tiene molto al femminile) di Roma, e però nessuno ha ancora tirato fuori un vecchio film che sembra una sua biografia neorealista, L'onorevole Angelina, pellicola di Luigi Zampa del 1947 con una Anna Magnani popolana disintermediatrice del rione Pietralata, che in breve tempo assurge a notorietà popolaresca e viene nominata sindachessa (non sindaca) della borgata.

Advertisement - Continue Reading Below

C'è abbastanza tutto: la diffidenza e la delusione per la politica tradizionale («questi politicanti è ora che prendano la via per l'estero», dice una delle sostenitrici della sindachessa Angelina); c'è il fastidio per i giornalisti, che nella pellicola vengono dal centro a vedere le condizioni disagiate delle borgate (anche Virginia Raggi viene orgogliosamente da Borgata Ottavia, periferia Nord di Roma). «Che vonno?», chiede una sòra. «Che hanno da volé, so' giornalisti, quelli vengono pe' impicciasse», risponde un'altra, esattamente in linea con la policy di comunicazione pentastellata. E le battaglie per l'acqua pubblica - l'onorevole Angelina mette su subito una protesta per far attivare i rubinetti dei cassoni. Poi provvede a far modificare il percorso dei bus, che finalmente arrivano in borgata - come farà la sindaca Raggi con la disastrata Atac, l'azienda terremotata dei trasporti pubblici romani, più vasta di un ministero, più decotta di un cassa del Mezzogiorno?

Più Popolare

Soprattutto anche in Angelina c'è un marito che soffre della nuova popolarità della consorte, qui Pasquale, un vice-brigadiere della Pubblica Sicurezza a cui a un certo punto tocca pure arrestarla, la moglie, quando va a occupare gli alloggi sfitti di un palazzinaro senza scrupoli, il commendator Callisto Garrone. Va proprio in crisi il sor Pasquale, colpito nell'orgoglio (gli tocca pure cucinare, il suo orgoglio virile è ferito; alla fine decide di abbandonare il tetto coniugale, colpito nell'orgoglio e depressissimo); al contrario, il marito della Raggi vorrebbe tanto stare a fianco della sua Virginia/Angelina: il giorno della sua elezione ha pubblicato una lettera-appello sentimental-ricattatoria, tipo quanta strada abbiamo fatto insieme, proprio adesso non possiamo lasciarci (mentre lei probabilmente ha pensato: proprio adesso lasciamoci). Qualche giorno dopo, ha litigato con un blog romano molto noto.

Insomma, il marito di Angelina/Virginia ci darà - giornalisticamente - tante soddisfazioni. Ma l'apice delle due storie parallele arriva col confronto con i costruttori, vero potere forte romano: nel film, la sindachessa si scontrerà col perfido commendator Garrone; in una tipica scena alla Zampa, il palazzinaro la invita a cena, la illude e adula con cristalli e porcellane, tenta di corromperla e le rovina l'innocenza di onesta borgatara. Nel film, alla fine Angelina torna a casa e rinuncia alla politica, perché preferisce salvare la famiglia, e anche lì, «certe discussioni, che alla Camera se le sognano». Chissà come andrà coi palazzinari veri, all'onorevole Virginia».

COSA NE PENSI?

front row alle sfilate di parigi 2016
Personaggi
CONDIVIDI
Le star in prima fila alle sfilate di Parigi
Jane Birkin, Rihanna e Kate Moss, per dirne alcune: ecco le celeb che non sono passate inosservate alla Paris fashion week
In una lettera alla se stessa diciottenne, la Spice Girl diventa stilista ci rassicura: anche le ragazzine goffe possono diventare adulte di successo.
Firme
CONDIVIDI
I consigli di Victoria Beckham per avere successo
Essere una bambina goffa vessata dai compagni​ di scuola non basta, ma aiuta
Kim Kardashian aggredita a Parigi
Personaggi
CONDIVIDI
Kim Kardashian aggredita a Parigi: ecco il video
Ecco chi è l'uomo bloccato dalle guardie del corpo di Kim Kardashian, che la settimana scorsa aveva preso di mira Gigi Hadid ​
Adesso si chiamano "divergenze insormontabili", ma nella storia d'amore della coppia più splendente di Hollywodd c'erano già tutti i motivi della separazione.
Storie
CONDIVIDI
Brad e Angelina, cronaca di un divorzio (non) annunciato
Mentre Angelina lavorava alla sua beatificazione, Brad è diventato il grande Lebowski​: gli uomini non cambiano (e neanche le donne)
Personaggi
CONDIVIDI
Katy Perry nuda per Hillary Clinton
Guarda il video senza veli della cantante, girato per dare sostegno alla candidata democratica (e Madonna subito si unisce a lei)
Firme
CONDIVIDI
Fare informazione sulla fertilità non è una cattiva idea
Il Fertility day è stato comunicato male, ma è servito a puntare i riflettori su una generazione al palo, che i figli non è che non li...
Personaggi
CONDIVIDI
Dominic West: «Non pensate male di me»
È​ così sexy nel ruolo del marito fedifrago della serie The affair, che siamo già tutte pazze di lui, anche se incarna i nostri peggiori...
bebe-vio-jovanotti-dedica-ragazza-magica paralimpiadi beatrice vio
Personaggi
CONDIVIDI
Bebe Vio è la Ragazza magica di Jovanotti: guarda il video
Sorpresa per Beatrice Vio, medaglia d'oro alle Paralimpiadi, sul volo di ritorno da Rio: Jovanotti le dedica la canzone Ragazza magica
brigitte bardot: 20 foto iconiche
Personaggi
CONDIVIDI
20 foto iconiche di Brigitte Bardot
L'attrice francese è un'icona della moda intramontabile: festeggiamola così, oggi che compie 82 anni
Firme
CONDIVIDI
Quando il bullismo 
prendeva di mira noi
Oggi si pensa di poter costruire un universo in cui nessuno ferisce i nostri figli, invece di insegnar loro a metabolizzare le prepotenze​