Virginia Raggi, alias l'onorevole Angelina

Il vecchio film di Luigi Zampa con Anna Magnani sembra una biografia della nuova sindaca di Roma

Più Popolare

Spazio libero è un luogo in cui Gioia! pubblica riflessioni, obiezioni, opinioni in libertà. Ecco le parole del giornalista e scrittore Michele Masneri.

«Si è già detto molto, quasi tutto forse su Virginia Raggi, la trentasettenne sindaca (ci tiene molto al femminile) di Roma, e però nessuno ha ancora tirato fuori un vecchio film che sembra una sua biografia neorealista, L'onorevole Angelina, pellicola di Luigi Zampa del 1947 con una Anna Magnani popolana disintermediatrice del rione Pietralata, che in breve tempo assurge a notorietà popolaresca e viene nominata sindachessa (non sindaca) della borgata.

Advertisement - Continue Reading Below

C'è abbastanza tutto: la diffidenza e la delusione per la politica tradizionale («questi politicanti è ora che prendano la via per l'estero», dice una delle sostenitrici della sindachessa Angelina); c'è il fastidio per i giornalisti, che nella pellicola vengono dal centro a vedere le condizioni disagiate delle borgate (anche Virginia Raggi viene orgogliosamente da Borgata Ottavia, periferia Nord di Roma). «Che vonno?», chiede una sòra. «Che hanno da volé, so' giornalisti, quelli vengono pe' impicciasse», risponde un'altra, esattamente in linea con la policy di comunicazione pentastellata. E le battaglie per l'acqua pubblica - l'onorevole Angelina mette su subito una protesta per far attivare i rubinetti dei cassoni. Poi provvede a far modificare il percorso dei bus, che finalmente arrivano in borgata - come farà la sindaca Raggi con la disastrata Atac, l'azienda terremotata dei trasporti pubblici romani, più vasta di un ministero, più decotta di un cassa del Mezzogiorno?

Più Popolare

Soprattutto anche in Angelina c'è un marito che soffre della nuova popolarità della consorte, qui Pasquale, un vice-brigadiere della Pubblica Sicurezza a cui a un certo punto tocca pure arrestarla, la moglie, quando va a occupare gli alloggi sfitti di un palazzinaro senza scrupoli, il commendator Callisto Garrone. Va proprio in crisi il sor Pasquale, colpito nell'orgoglio (gli tocca pure cucinare, il suo orgoglio virile è ferito; alla fine decide di abbandonare il tetto coniugale, colpito nell'orgoglio e depressissimo); al contrario, il marito della Raggi vorrebbe tanto stare a fianco della sua Virginia/Angelina: il giorno della sua elezione ha pubblicato una lettera-appello sentimental-ricattatoria, tipo quanta strada abbiamo fatto insieme, proprio adesso non possiamo lasciarci (mentre lei probabilmente ha pensato: proprio adesso lasciamoci). Qualche giorno dopo, ha litigato con un blog romano molto noto.

Insomma, il marito di Angelina/Virginia ci darà - giornalisticamente - tante soddisfazioni. Ma l'apice delle due storie parallele arriva col confronto con i costruttori, vero potere forte romano: nel film, la sindachessa si scontrerà col perfido commendator Garrone; in una tipica scena alla Zampa, il palazzinaro la invita a cena, la illude e adula con cristalli e porcellane, tenta di corromperla e le rovina l'innocenza di onesta borgatara. Nel film, alla fine Angelina torna a casa e rinuncia alla politica, perché preferisce salvare la famiglia, e anche lì, «certe discussioni, che alla Camera se le sognano». Chissà come andrà coi palazzinari veri, all'onorevole Virginia».

More from Gioia!:
mariah carey amore
Personaggi
CONDIVIDI
Chi è il nuovo amore di Mariah Carey?
La cantante si è innamorata di un ballerino, ecco chi è: scopri tutti i flirt, colpi di fulmine e rotture del 2017
zoe saldana mamma
Personaggi
CONDIVIDI
Zoe Saldana è diventata mamma
L'attrice e il marito Marco Perego hanno annunciato la nascita del erzo figlio, ma anche Geri Halliwell e Janet Jackson hanno un bebè
Bebe Vio premio sportiva dell'anno con disabilità
Personaggi
CONDIVIDI
Il ballo di Gabbani porta fortuna a Bebe Vio
L'atleta imita la danza del vincitore di Sanremo prima di ricevere il premio come sportiva dell'anno con disabilità: ecco il video
kaia gerber: curiosità figlia di Cindy Crawford
Personaggi
CONDIVIDI
Chi è Kaia Gerber, l'erede di Cindy Crawford
È il volto destinato a prendere il testimone dalla top anni '90 che, se non lo sapessi già, è sua mamma!
Personaggi
CONDIVIDI
14 coppie famose con figli gemelli
Amal e George Clooney, ma anche Beyoncé e Jay-Z, saranno in ottima compagnia: le celeb dai parti gemellari
Personaggi
CONDIVIDI
Chi è il modello di cui tutti parlano?
Ha sfilato per Philipp Plein e c'è un motivo per cui non è passato inosservato (e non solo perché è figo)
ivanka trump e trudeau donne imprenditrici
Personaggi
CONDIVIDI
Ivanka Trump e quell'occhiata a Justin Trudeau
All'incontro su donne e lavoro la First daughter sembra interessata a ben altro, e la Rete la nota immediatamente
Personaggi
CONDIVIDI
Iman ricorda David Bowie per San Valentino
La dedica di Iman al marito scomparso fa venire i brividi, ma tante celeb hanno fatto gli auguri alla loro dolce metà via Instagram
Barack e Michelle Obama
Personaggi
CONDIVIDI
Chi non è invidiosa degli auguri a Michelle?
Per San Valentino l'ex presidente Usa Barack Obama ha inviato un incredibile messaggio d'amore alla moglie
Personaggi
CONDIVIDI
La meglio vestita ai Grammy? Blue Ivy in Gucci
La figlia di Beyoncé con un completo maschile rosa di Gucci e un look che ricorda Prince a cinque anni è già top!