Mamma, da grande sarò lesbica?

​Il genere sessuale secondo le nuove generazioni: le celeb si baciano tra loro, quindi è una cosa normale, dev'essersi detta mia figlia

Più Popolare

Mamma, da grande sarò lesbica?La domanda s'infila a bruciapelo nei minuti oziosi di una domenica mattina, tra lo zucchero di canna e la tazza del caffè. Il primo caso di coming out preventivo. A pormela è mia figlia, che al momento del quesito ha quasi dodici anni, e un acclarato trascorso etero (il suo primo fidanzatino, in quinta elementare, è stato un fulgido esemplare di maschio Alfa, ingentilito dall'età pre-ormonale e da una spiccata vocazione per i bigliettini romantici). Non so come le sia venuto questo dubbio, non mi pare abbia sviluppato nel frattempo un interesse speciale per le ragazze, le chiedo perché me lo chieda, e lei fa spallucce: "Così, per sapere". Intuisco che l'argomento la stuzzica, ma non tanto da scatenarle dilemmi esistenziali, al momento mi sembra più preoccupata di scoprire se il dentifricio spalmato sui brufoli li fa davvero smaterializzare.

Ai miei tempi la parola orientamento la usavano solo le prof di geografia

Advertisement - Continue Reading Below

In tema di "orientamento" è di sicuro più avanti di me alla sua età: ai miei tempi la parola orientamento la usavano solo le prof di geografia, i capi scout e Qui Quo Qua nel Manuale delle Giovani marmotte, e mai nell'accezione che abbiamo iniziato a utilizzare il giorno in cui Brad Pitt ha messo per la prima volta in dubbio l'assioma della virilità del suo amico George Clooney. Nell'arco della sua giovane vita, mia figlia ha assistito almeno a un paio di esibizioni di drag queen mentre i carri del gay pride sfilavano rumorosi davanti al parchetto coi cigni e gli scivoli in cui bivaccava dopo la scuola; truccato da principessa più di un compagno maschio durante le feste; colorato d'arcobaleno le foto del suo profilo Instagram quando la zia americana le ha mostrato orgogliosa il discorso di Barack Obama sulle unioni civili; visto energumeni tatuati tenersi per mano nel barrio Chueca di Madrid e ragazzi efebici baciarsi per strada a Londra, Milano, Berlino. Credete che qualcosa possa ancora turbarla?

Io cosa sono o cosa sarò? Da quale parte mi devo mettere? E poi scegliere è necessario?

Più Popolare

La linea di demarcazione tra "normale" e "diverso", con cui noi tutti siamo cresciuti e su cui ancora oggi si alzano i muri degli omofobi, per lei e i suoi coetanei ha contorni imprecisi. Così imprecisi da chiedersi: Io cosa sono o cosa sarò? Da quale parte mi devo mettere? E poi scegliere è necessario? Tanta consapevolezza e insieme tanta confusione. La risposta è in ognuno di noi. È istintiva, non razionale. Questo ho provato a spiegarle, mentre le spalmavo il dentifricio. Mordendomi intanto la lingua, incerta sul fatto se fosse giusto o meno affidarla a un mondo senza recinzioni, dove niente è lecito o sbagliato, dove vale tutto; chiedendomi se questa libertà di esprimersi invece che una conquista si possa tramutare un giorno in una galassia di possibilità dentro la quale perdersi invece che trovarsi.

Negli ultimi tempi si fa un gran parlare di gender fluid, che è il modo più sciolto, liquido e libertario di vivere la propria sessualità. Una rivendicazione di franchigia assoluta da tutti i pregiudizi che hanno costretto al silenzio e all'omertà quanti in tempi meno "pronti" hanno dovuto nascondere o negare il desiderio di amare persone coi loro stessi tratti anatomici. È il diritto a non scegliere. A cambiare idea. A mettersi in ascolto della propria vera identità, senza barriere culturali o di età. Una nuova rivoluzione sessuale, che alla vecchia guardia fa ancora un po' specie, basta vedere le lungaggini della nostra politica in materia di unioni civili, mentre alle nuove generazioni sembra già una cosa sdoganatissima. Le celeb si baciano tra loro (come Miley Cyrus e Katy Perry durante un concerto a Los Angeles, nella foto qui sotto, ndr) quindi è una cosa normale, dev'essersi detta mia figlia. La quale intanto ha deciso che non farà il liceo linguistico perché ci sono troppe femmine. E questo mi concede qualche anno in più in cui concentrarmi solo sui brufoli.

Nella foto in alto, Miley Cyrus (che ha dichiarato di considerare il proprio orientamento sessuale e la sua identificazione di genere "fluidi") e Katy Perry, Getty Images

Read Next:
Personaggi
CONDIVIDI
Kim festeggia il primo anno di Saint West
Il figlio della socialite compie un anno: le foto scattate da Kim Kardashian sono tenerissime
Storie
CONDIVIDI
Conosci la vera storia di Babbo Natale?
Il 6 dicembre si festeggia San Nicola, il Santo da cui ha origine Babbo Natale: ma come si è arrivati da San Nicola a Santa Claus?
Shailene Woodley: ultimo film e intervista
Personaggi
CONDIVIDI
Shailene Woodley: «Io so da che parte stare»
Contro le ingiustizie, Big Data, a favore degli animali, i giovani, Bernie Sanders: a soli 25 anni, ha le idee molto chiare
aurora-ramazzotti-compleanno-20-anni
Personaggi
CONDIVIDI
Buon compleanno Aurora: gli auguri di mamma e papà
Aurora Ramazzotti compie 20 anni il 5 dicembre 2016: guarda gli auguri effetto nostalgia di Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker
Lo sperimentale. Tranquilli, vi capiamo benissimo se odiate Glee e i musical in generale. A queste serie creata da Ryan Murphy va, però, riconosciuto il merito di aver sperimentato alla grande, portando per la prima volta il musical, ma anche personaggi mai visti prima come lo studente in carrozzina, sul piccolo schermo. Con una prima e una seconda stagione ottime, in cui la musica era terreno comune per ragazzi di differente estrazione sociale, culturale e religiosa su cui esprimere le proprie emozioni e affrontare il difficile percorso di crescita, Glee ha cercato di sensibilizzare il pubblico più giovane su temi importanti come la tolleranza e i diritti di omosessuali e disabili, sempre con un'ironia a volte quasi surreale.
Personaggi
CONDIVIDI
Lea Michele posta su Instagram la reunion di Glee
L'attrice ha diffuso le foto del matrimonio di Becca Tobin e Zach Martin: alla cerimonia era presente gran parte del cast della serie tv
Per Kim Kardashian il 2016 è stato l'anno più difficile
Firme
CONDIVIDI
Kim Kardashian, propositi per l'anno nuovo
Il 2016 è stato un anno disgraziato, ecco come superare il trauma
Firme
CONDIVIDI
Sì, sembro più giovane: lo scriverò sul biglietto da visita
Sono decenni che mi sento dire che non dimostro la mia età, alla millesima replica è impossibile non annoiarsi
adam driver film
Personaggi
CONDIVIDI
Adam Driver: «Il successo o la strada»
Il cattivo di Star Wars poteva essere tante cose nella vita: un marine, un homeless, una star... Gli è andata bene
Firme
CONDIVIDI
Laura Boldrini e gli insulti sessisti
Nella Giornata contro la violenza sulle donne la presidente della Camera ha reso pubblici minacce e offese ricevute dui social
Personaggi
CONDIVIDI
Benvenuto al bambino di Mila Kunis e Ashton Kutcher
Il 30 novembre è nato il secondo figlio della coppia, Dimitri Portwood Kutcher: congratulazioni a tutta la famiglia!