Vaccini, contro i virus non serve l'isteria

Se sempre più italiani non vaccinano i loro figli occorre capire prima indagarne le ragioni e poi contrastarle: senza censure e senza snobismi

Premessa: credo che i vaccini siano fondamentali e per questo ho scrupolosamente vaccinato i miei tre figli. Non solo. Penso che gridare «libertà» contestando l'obbligo vaccinale sia un classico abuso di diritto: non si può essere liberi a discapito di altri, lo dobbiamo essere tutti assieme. Perché l'esercizio della tua libertà non può arrecare danno alla salute mia o dei miei figli. Ecco, una volta chiarito tutto questo, lasciatemi esprimere un dubbio sui moti di isteria collettiva che si scatenano ogni volta che l'informazione televisiva si occupa di vaccini e antivaccini.

Advertisement - Continue Reading Below

Il meccanismo è sempre lo stesso: se tu trasmetti un servizio nel quale dai spazio alle tesi cosiddette «antivax», cioè critiche contro i farmaci immunizzanti, immediatamente vieni accusato di flirtare coi nemici della scienza e attentare alla salute dei bambini. Non solo. I luminari dei vaccini si rifiutano categoricamente di confrontarsi con servizi o ospiti critici . «La scienza non è democratica», ha scritto il professor Burioni, un'autentica autorità in materia di vaccinazioni, reagendo ai messaggi su Facebook di improvvisati sapientoni.

Più Popolare

Ha ragione, non si possono mettere sullo stesso piano medici che hanno studiato decenni e pubblicato studi autorevoli in materia con chi pensa di possedere la verità semplicemente caracollando su Google. Ma chiunque creda nella supremazia della conoscenza, che sia uno scienziato o un giornalista, tenga a mente questo: se sempre più italiani non vaccinano i loro figli, occorre prima indagarne le ragioni, poi contrastarle.

Negando spazio alle tesi antivax in tv, contribuiremo alla creazione sul Web di un universo parallelo che farà del sentimento di esclusione ragione di forza. Conoscere e diffondere per confutare. Senza censure, senza snobismo. È la via più semplice e diretta per combattere paure e complottismi.

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
Pianeta terra chiama Charlize Theron che in costume a 42 anni è l'aurora boreale
In Messico... rara, molto molto rara
Firme
CONDIVIDI
Com'era moderna Mary Astor, e ciò che scriveva sui suoi diari bollenti lo dimostra
Anche lei non sapeva che nessun adulterio può essere davvero segreto: una così, oggi, darebbe il voto agli amanti su Facebook
Personaggi
CONDIVIDI
Anna Magnani e il ricordo senza fine di una donna esemplare ma profondamente inquieta
"Non era bella, spesso cupa come il suo cane lupo color dell'ebano. Era piccolina e forte di fianchi. Aveva un décolleté splendido, come...
Enrico Nigiotti canta l'inedito a X-Factor
Personaggi
CONDIVIDI
Enrico Nigiotti è il cantautore resiliente di X-Factor che ci crede crede crede più di tutti
Rischio preso o calcolato?
Daisy Ridley Star Wars: gli ultimi jedi
Personaggi
CONDIVIDI
Daisy Ridley la pensa come noi: "Per farsi strada nella vita la spada laser non basta"
"Bisogna essere solidali con le altre donne", dice l'eroina di Star Wars, che si prepara a stupirci nell'episodio 8 della saga, nella sale...
Donne belle diverse
Storie
CONDIVIDI
Fra unicità e perfezione non c'è gara! Oggi vincono le bellezze diverse, da Ashley Graham a Bebe Vio
L'unicità oggi vince sulla perfezione e il mondo sdogana canoni di bellezza non più assoluti ma "plurali"
Rita Bellanza cantaa X-Factor 11  l'inedito
Personaggi
CONDIVIDI
Rita Bellanza di X-Factor tormentata o emo? Sicuramente un diamante
Voce intensa, timbro unico, cantato naturale
Personaggi
CONDIVIDI
Annabelle Wallis, la straordinaria attrice che ha in mano il futuro dei film in costume
Ha indossato i costumi di tutte le epoche, dai Tudors a King Arthur e lo ha fatto divinamente
Belen Rodriguez e Andrea Iannone è addio, i due si sono lasciati
Personaggi
CONDIVIDI
C'eravamo accorti solo noi che tra Belen e Iannone era finita da un pezzo
I due non si vedevano da tanto tempo, troppo, e tra i due è stato sempre un po' complicato, troppo
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali