Terrorismo in Europa: non chiudiamo le moschee

Il fondamentalismo islamico si nutre di emarginazione sociale e delinquenza: non serve chiudere le frontiere e i centri di culto, ma bisogna migliorare l'integrazione

Dopo le stragi di Bruxelles e al netto dello sciacallaggio politico, abbiamo qualche certezza in più su come combattere il terrorismo islamista. La guerra all'Isis non si fa chiudendo le frontiere e restituendo potere ai governi nazionali, ma attraverso una forte cessione di sovranità dei singoli Stati all'Europa, con l'obiettivo di istituire  un'intelligence unica e forze di sicurezza transnazionali. L'obiettivo ottimale è un sistema di difesa federale sul modello americano, al quale aggiungere una legislazione unitaria in materia di fermi di polizia, raccolta e uso delle prove e dispositivi di sicurezza degli aeroporti.

Advertisement - Continue Reading Below

Serve poi buona accoglienza e più integrazione: non è buonismo, è pragmatismo. I terroristi responsabili degli ultimi attacchi terroristici a Parigi e Bruxelles vengono da periferie ad altissimo tasso di disoccupazione e hanno avuto percorsi criminali comuni prima di convertirsi al jihadismo. Nessuno di loro è arrivato su un barcone, nessuno è cresciuto in moschea. Tutti si sono indottrinati sul Web e qualcuno ha poi fatto viaggi di addestramento in Siria, ma con un bel passaporto europeo in tasca. Quindi il problema non è sigillare le frontiere esterne dell'Ue, né bloccare la costruzione dei centri di culto musulmano. Chi oggi invoca la cacciata degli "islamici" fa propaganda di bassa lega: il tema non è mandare via i migranti ma integrarli, per limitare le sacche di malessere e delinquenza. Chi vuole chiudere le moschee finge di non sapere che servono a garantire maggiore trasparenza, mentre vietarle porta alla proliferazione di sedicenti centri culturali clandestini e difficilmente controllabili. (Nella foto, l'ingresso alla moschea di Lodi per la preghiera del venerdì). 

Mai come oggi in Europa l'Islam moderato va sostenuto e rafforzato come principale anticorpo al fondamentalismo. Il piano dello Stato islamico è infatti chiaro: le stragi devono alimentare l'islamofobia e questa deve, a sua volta, fabbricare nuovi terroristi, in una spirale mortale e senza fine.

More from Gioia!:
Jada Pinkett Smith
Personaggi
CONDIVIDI
Jada Pinkett Smith: la sua storia racconta che non è solo una moglie di
Jada Pinkett Smith è la moglie di Will Smith, ma non solo: attrice, imprenditrice, cantante e mamma, è una donna fortissima
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, cosa ho capito dopo 1 anno in questa città
Milano mi ha cambiato il metabolismo e anche i pensieri, mettendoli tutti in fila, ordinati, uno dietro l'altro, come un domino, come una...
Jennifer Lawrence innamorata del regista Darren Aronofsky
Personaggi
CONDIVIDI
Jennifer Lawrence: e poi ti innamori del regista
L'ultima sfida dell'attrice è un horror psicologico di Darren Aronofsky, che è anche il suo fidanzato (oh, finalmente si può dire)
Ivanka Trump ha sofferto di depressione post-partum
Personaggi
CONDIVIDI
Ivanka Trump: «Quando la mattina ti alzi e senti di non poter essere genitore»
La figlia del presidente americano ha raccontato di aver sofferto di depressione post-partum per ognuno dei suoi tre figli
Liliane Bettencourt è morta, chi era Madame L'Oréal
Personaggi
CONDIVIDI
Chi era Liliane Bettencourt, la donna più ricca al mondo
È morta all'età di 94 anni Liliane Bettencourt, erede del colosso beauty più potente del pianeta: era conosciuta come Madame L'Oréal
Cristiana Capotondi, intervista
Personaggi
CONDIVIDI
Cristiana Capotondi: «Quello che so sull'amore»
A tu per tu con l'attrice e la donna: Cristiana Capotondi for president
George Clooney non si candida presidente Usa
Personaggi
CONDIVIDI
George Clooney, scene da una vita perfetta
L'attore e regista di Suburbicon ha dichiarato che non si candiderà come prossimo presidente degli Stati Uniti, peccato
Hillary Clinton con Anna Wintour
Firme
CONDIVIDI
Anche Hillary Clinton ha il suo complesso (come noi)
Ci sono quelle che ti umiliano a forza di plank per gli addominali e quelle cui basta uno sguardo, come Anna Wintour
Chiara Ferragni: rompe vestito sul red carpet
Personaggi
CONDIVIDI
Chiara Ferragni: l'abito si rompe alla MFW
Galeotta fu la spallina del suo abito... monospalla
Storie
CONDIVIDI
Esquire Italia, il cocktail party di presentazione dell'edizione italiana del maschile di casa Hearst
Hearst ha presentato l'edizione italiana del maschile Esquire durante un cocktail party alle Gallerie D'Italia in Piazza Scala per dare il...