Leonardo DiCaprio: e se ricominciassi a sorridere?

Dopo cinque nomination a vuoto, 22 anni di attesa, e uno spuntino a base di bisonte, finalmente l'Oscar. Adesso, magari, possiamo smettere di soffrire

«Non diamo per scontato il nostro pianeta, io non ho dato per scontata neanche questa sera», ha detto Leonardo DiCaprio ricevendo l'Oscar come miglior sofferente protagonista per Revenant, dopo aver ricordato i poveri del mondo, e i poco meno disgraziati addetti all'individuazione di set sotto zero per girare tra le nevi nell'anno più caldo a memoria di ambientalista. Ma non è solo per via dei geloni in trasferta che DiCaprio doveva vincere. Anzi: questo film di cieli stinti, orsi nervosi e bisonti crudi è l'ultimo dei suoi meriti. Leonardo DiCaprio è innanzitutto il primo della classe. 

Advertisement - Continue Reading Below

Perché domenica sera al Dolby Theatre sembrava genuinamente emozionato, o forse era solo superstizioso, e sul red carpet incedeva disinvolto come un miope all'esame di guida. Perché il discorso di ringraziamento lo aveva provato e riprovato davanti allo specchio, e comunque un po' è incespicato, però non ha dimenticato nessuno: neanche Martin Scorsese, che gli ha insegnato tanto, ma non lo ha fatto vincere mai. Perché ha una modella di Victoria's Secret per ogni giorno della settimana, ma due soli amori eterni: Kate Winslet e la mamma. E perché è l'attore più bravo della sua generazione. Potete fingere di averlo scoperto in Buon compleanno Mr. Grape, ma sarebbe ora di ammetterlo: Titanic era un gran film. L'avremo visto almeno cento volte. Quante volte contate di riguardare Revenant? Io, nessuna.

Più Popolare

Adesso che si è tolto il pensiero dell'Oscar, sarebbe perciò il caso di tornare a raccontare storie di baci, dichiarazioni, lacrime, e sorrisi. Moltissimi sorrisi. Avete presente come sorride Leonardo DiCaprio? Ecco. Abbiamo fatto battaglie di principio per qualunque cosa: domande meno frivole, candidati meno bianchi. Mobilitiamoci infine per una causa altissima: la prossima volta, non diamo per scontati i patimenti. Vogliamo un film da riguardare cento volte. Vogliamo un film d'amore e di DiCaprio.

More from Gioia!:
Personaggi
CONDIVIDI
Miranda Kerr ed Evan Spiegel hanno detto sì
Il matrimonio, riservatissimo, si è svolto nella loro casa di Brentwood: solo 40 invitati e (molta) discrezione
sofia-coppola-kirsten-dunst-nicole-kidman-cannes-2017
Firme
CONDIVIDI
Cara Sofia, com'è difficile essere alla moda
Sofia Coppola presenta a Cannes il suo ultimo film, e coglie l'occasione per dare dimostrazione di impeccabile sorellanza
Giusy Ferreri
Personaggi
CONDIVIDI
Giusy Ferreri, dall'Esselunga al successo
Com'è cambiata la vita della cantante italiana, dal lavoro in Esselunga alla recente gravidanza, senza dimenticare i successi musicali
Le regole alle nozze con James Matthews, celebrate il 20 maggio nel Berkshire, erano chiare: si poteva parlare solo delle ragazze Middleton, Pippa e Kate.
Firme
CONDIVIDI
Il matrimonio di Pippa è un affare di famiglia
La prima regola delle nozze delle ragazze Middleton è: non avrai argomenti di conversazione all'infuori delle ragazze Middleton
Chi è Nigella Lawson
Personaggi
CONDIVIDI
Nigella Lawson: una vita tra cucina e scandali
Curve e fornelli, grandi successi ed enormi scandali, gioie immense e dolori tremendi: la vita di Nigella Lawson
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, qui l'arte mi fa rosicare
L'arte e la cultura, in città, qualunque essa sia, sono un'educazione al bello che migliora ognuno di noi
Firme
CONDIVIDI
Ai figli mitomani spiegate cos'è una bolletta
I figli delle mie amiche, anche se sono fuori casa, elemosinano ricariche e paghette
Mamme famose 2017 - Myriam Catania
Personaggi
CONDIVIDI
Myriam Catania è diventata mamma
Grande gioia per l'attrice 37enne che ha dato alla luce il suo primogenito: ma è solo l'ultima nascita vip di quest'anno
Personaggi
CONDIVIDI
Pippa & James: dove sono in luna di miele?
Un luogo da sogno: dopo un matrimonio in grande stile, il viaggio di nozze non poteva essere da meno
Firme
CONDIVIDI
Quando sposarsi era meglio che lavorare
Oggi il concetto stesso di «tenore di vita» è ridicolmente antiquato: chi può denunciare in tribunale la crisi economica?