Cappelli, tre celebrità per tre modelli

Per ogni tipo di donna c'è un cappello, e il momento perfetto per indossarlo​

Il cappello non passa mai di moda, e per ogni tipo di donna c'è un modello da scegliere secondo occasione e personalità.

Kate Middleton, Beyoncé e la regina Elisabetta sono le tre donne più famose del pianeta, e sanno benissimo che per attirare l'attenzione e/o mandare precisi messaggi, basta saper scegliere il cappello giusto al momento giusto.

Advertisement - Continue Reading Below

Un cappello per domarli

È quello che Beyoncé ha indossato per ritirare il premio come Fashion Icon ai CFDA Awards, seminando il panico in platea: quando Rachel Roy (tre le presunte amanti di Jay Z) ha saputo dell'apparizione a sorpresa, ha abbandonato la sala e non è più tornata.

Un cappello per ghermirli

La scelta dell'abito (riciclato dal battesimo di Charlotte) vorrebbe dare un'impressione di rispettosa umiltà, ma a Kate basta un dettaglio per catalizzare l'interesse, figuriamoci una rosa tra i capelli grande quanto la testa di un principino.

Advertisement - Continue Reading Below

Un cappello per stupirli, e (di tigna) incatenarli

Con lo sguardo, certo. Ma se hai 90 anni, e fai la regina da 64, qualche trucco su come attirare l'attenzione lo conosci anche tu. Ed Elisabetta, sul balcone per le celebrazioni del suo compleanno vestita di verde fluo, non lascia dubbi su chi sia l'anima della festa.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
«Siamo amanti e la moglie approva: possibile?»
«Ha detto di noi alla moglie e lei non mi ha insultata, sarà sincera?»: o è una santa o è la più grande politica viventa
La coppia è l'accessorio dell'anno: dopo Beyoncé, anche Madonna e i Clooney diventano genitori di gemelli
Firme
CONDIVIDI
Cara Madonna, in che guaio ti sei messa
La famiglia è un sistema regolato dall'economia dell'attenzione: quando i figli sono più dei genitori, l'entusiasmo non basta mai
Firme
CONDIVIDI
Donald Trump e la diplomazia dell'hamburger
In passato Trump pensava di poter sistemare le cose con il leader nordocoreano alla buona, ma è acqua passata
Firme
CONDIVIDI
Quanto è social lo spacco di Diletta
Al Festival di Sanremo nessuno ascoltava la conduttrice Sky che parlava di bullismo, ma tutti twittavano sul suo vestito
matteo-maffucci-hangar-bicocca
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame: l'arte che fa dire «Wow!»
Mi ritengo un appassionato, non un esperto, quello mai, ma ciò che ho visto all'Hangar Bicocca non mi ha lasciato indifferente
Firme
CONDIVIDI
«Fa l'amore con me e poi loda sua moglie»
Sei capitata con il più classico dei moglioni, cioè il mammone della moglie, che tradisce sempre ma non se ne va mai
Firme
CONDIVIDI
Il terremoto non può portare via i ricordi
Michela Monferrini ha scritto un libro che è un viaggio nel dolore della perdita ma anche un viaggio nella memoria
Firme
CONDIVIDI
Politica vs stampa: non sparate sul cronista
Tempi duri per la libertà di stampa: dalla Turchia agli Usa, fino all'Italia, i politici forzano la mano sui giornalisti
Firme
CONDIVIDI
Sesso e giovani: prima di Internet c'era Cioè
I ragazzi di oggi, rivela il Censis, di sesso ne sanno, ma il primo rapporto arriva a 17 anni e molti confondono contraccezione e...
Firme
CONDIVIDI
La Caporetto della grammatica
I professori dell'Accademia della Crusca lanciano l'allarme: gli italiani non sanno più scrivere né parlare