Anche le star si innamorano degli uomini sbagliati

​Sono belle, brave, ricche e famosissime, eppure si innamorano degli uomini sbagliati

Charlize Theron, Kate Winslet, Gwen Stefani: anche le star si innamorano di uomini impresentabili, e poi devono rimediare.

È un errore che abbiamo fatto tutte, le migliori di noi più di una volta. Perdere la testa per uomini discutibili, e poi non ritrovarla per un numero di anni drammaticamente sufficiente a costruire una carriera o una famiglia. Succede anche alle celebrità, ché la fama mica protegge dalla scemenza. Solo che a loro tocca rinsavire in favore di paparazzo, e lasciarsi immortalare nel momento di lucidità. Per evitare ricadute, può servire questa fenomenologia del cretino in tre atti, e altrettanti sguardi disgustati.

Advertisement - Continue Reading Below

Lo scoppiato

Puoi fare la signora quanto ti pare. Puoi raccontare che prima di tutto vengono i bambini, e che resterete per sempre amici. Se sei Gwen Stefani, e di mestiere fai la cantante (o almeno: la facevi nel secolo scorso) puoi pubblicare il tuo primo disco nuovo in dieci anni, intitolarlo This is what the truth feels like – è così che suona la verità – e provare a raccontare con tutto lo struggimento che serve cosa si prova a divorziare dopo 13 anni, tre figli, una tata rampicante. Ma quando passa il periodo delle valigie e dei cerotti, dei ricordi e delle retromarce, quello che rimane è un calendario condiviso di impegni scolastici di fine anno. Nessuno dei quali è mai abbastanza avvincente da risparmiarti di osservare quell'ex-marito con ritrovato distacco, e domandarti: ma com'è che ci sono finita, io, con uno scemo così?

Advertisement - Continue Reading Below

Il sopravvalutato

Certo meno di un figlio, ma comunque più del sopportabile, lega un film progettato insieme nell'euforia dell'innamoramento e distribuito dopo il crollo delle illusioni. Nello sguardo di Charlize Theron che abbraccia Sean Penn, a Cannes per The last face, si legge il destino del maschio sopravvalutato. Ve li ricordate l'anno scorso? Lei raggiante, lui abbacinato: sembravano felici. Ma là dove c'era un divo con privilegi da intellettuale adesso c'è un regista confuso, e in procinto di essere definitivamente fischiato.

Advertisement - Continue Reading Below

L'impresentabile

A volte l'amore è più forte del biasimo, e sono casi faticosissimi. Kate Winslet nel 2012 ha sposato uno che – da adulto – ha legalmente deciso di farsi chiamare Ned Rocknroll, e da allora lo tiene nascosto in una tenuta nel Sussex. È persino riuscita a ottenere un ordine di non pubblicazione per certe sue foto giovanili piuttosto imbarazzanti, che però è valido solo in Inghilterra. Al resto del mondo è concesso sapere: Kate Winslet ha sposato un cretino.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?