Il vero trofeo delle ex culone

​Il successo definitivo di una dieta non è aver perso peso, ma il fatto che nessuno dica «Sei dimagrita»

Più Popolare

C'è una cosa che tutte le ex culone sanno, che sanno e tacciono, che sanno e tacciono e fingono di non riconoscere se la vedono scritta. Una cosa che tutte quelle che sono state prima o poi più grasse di come sono (cioè tutte: mica sarete di quelle che non hanno mai cambiato taglia, e trillano «Mi vanno i jeans del liceo»?), tutte quelle che hanno vestiti di diverse taglie riconoscono come verità. La scrive Chiara Lalli in All you can eat (Fandango): «In ogni "sei dimagrita" c'è il fantasma dell'"allora ero grassa". Pur essendo l'unico complimento che vogliamo sentire, siamo macchine costruite per schermirci e per allontanare l'atroce sospetto di essere state culone: "Ma no, ero così anche la volta scorsa. Ma no, mi sono solo sgonfiata"».

Advertisement - Continue Reading Below

Shonda Rhimes è una signora afroamericana che sta in cima a tutte le classifiche di potere hollywoodiano. È quella che si è inventata Grey's anatomy, e Scandal, e Le regole del delitto perfetto (e un tot di altre serie che debutteranno quest'inverno e dai cui personaggi e intrighi impareremo presto a sviluppare dipendenza). Shonda Rhimes è una culona. Adesso. Una taglia 46, a giudicare dalle foto. Non certo una che, incontrandola senza saperne niente, valutereste come particolarmente magra. Ma se guardate le foto o le interviste televisive di uno o due anni fa, scoprirete che sì, produce interi palinsesti, e ha delle figlie, e un fidanzato (com'è mai possibile che io, per scrivere quattro scemenze a settimana, non trovi il tempo di fare una lavatrice, e lei invece vada alle recite dell'asilo e s'inventi anche tutti quei guai per Olivia Pope?) – ma in quest'ultimo anno è anche riuscita a perdere qualche decina di chili. Passando da grande obesa a formosa.

Più Popolare

Il grande non detto del mondo dello spettacolo americano è: Shonda Rhimes è dimagrita. Nessuno lo rimarca, in nessuna intervista o ritratto, nessuno lo scrive (probabilmente per non sembrare superficiale: stiamo parlando di una potenza dell'industria televisiva, mica di una fashion blogger), nessuno le chiede come abbia fatto (probabilmente per non essere preso a schiaffi o anche solo trafitto da uno sguardo che dica «Sei sicuro di non volermi fare una domanda più intelligente?»).

Certo, si potrebbe pensare che nessuno ci faccia caso, non fosse che siamo (noi che facciamo i giornali) ossessionati dalle mutazioni corporee: Shonda Rhimes è dimagrita quattro o cinque volte più di quanto Johnny Depp sia ingrassato, vi sembra plausibile che nessuno se ne accorga?No, non è quello: è il potere. Il silenzio è il trofeo definitivo: mica tutte le classifiche nelle quali si dice che fai e disfi come ti pare i destini di Hollywood, ma il fatto che nessuno osi buttar lì l'atroce sospetto che prima fossi grassa.

Foto: Getty

More from Gioia!:
Elisabeth Moss nella serie tv The handmaid's tale
Firme
CONDIVIDI
Il mistero delle sopracciglia dell'ancella
Nella serie tv The handmaid's tale Elisabeth Moss interpreta un'ancella privata di tutto, ma sempre più che presentabile
Miley Cyrus ha subito l'ennesima evoluzione: la popstar trasgressiva vuole riciclarsi in cantautrice perbene, ma non basta essere buone per avere successo.
Firme
CONDIVIDI
Cara Miley, ci vuole metodo per fare la star
Smettere di essere cattive non basta: il lato chiaro della celebrità parimenti insidioso è
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Harvey Weinstein, l'orco è nudo
Non più intoccabile, il molestatore delle dive ci obbliga a una riflessione, e a emanciparci dal ruolo di vittime perfette
Sesso in piedi o seduti 40-anni, Louis CK
Firme
CONDIVIDI
Se stare seduti vince sul sesso in piedi
Quarant'anni è un'età schifosa, come mi ha fatto capire il comico Louis CK con il suo monologo
Firme
CONDIVIDI
6 cose che ci ha insegnato il caso Weinstein
Dalla triste vicenda del produttore abbiamo imparato parecchio, per esempio che le donne sono spesso le peggiori nemiche delle donne
Kim Cattrall ha deciso di non partecipare alla riesumazione di Sex and the City, e quindi il terzo film della serie non si farà: sarah Jessica Parker e le altre non l'hanno presa bene.
Firme
CONDIVIDI
Cara Kim, nessuna smette quando vuole
Messaggio per l'attrice di Sex and the City: e se avere dei figli ritardasse la presa in carico della propria libertà?
Harvey Weinstein accuse stupro
Firme
CONDIVIDI
A proposito di Harvey Weinstein: quando è violenza e quando è solo vita
Se mettiamo nella categoria «stupro» chiunque ci provi e ci faccia sentire dieci minuti a disagio, prevedo l'estinzione dell'umanità
Voglio essere magra
Firme
CONDIVIDI
Io che volevo essere magra più di tutto
Ma c'è una bella differenza tra la ricerca del proprio peso forma e la fissazione per il corpo esile a tutti i costi
Ius soli autogol sinistra
Firme
CONDIVIDI
Ius soli, l'autogol della sinistra
Il disegno di legge muore in Parlamento perché Alfano non lo vuole e perché il centrosinistra si è subito arreso
Dopo un'estate di pettegolezzi, Heidi Klum ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia e smettere di cercare uomini che la facciano sentire giovane.
Firme
CONDIVIDI
Cara Heidi Klum, mollare un trentenne è sempre un'ottima idea
Dopo un'estate di pettegolezzi, la modella ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia di accoppiamento