Stefania Sandrelli: i 70 anni di un sex symbol

Guia Soncini: «La Sandrelli ha 70 anni, ma nella mia mente è ancora  il sex symbol capace di guardare gli uomini con uno sguardo irriproducibile e inafferrabile»

Il calendario è sempre menzognero, e il calendario dice che domenica 5 giugno Stefania Sandrelli compie 70 anni. Non può essere vero, e non solo perché una diva non ha età, figuriamoci compleanni. Non può essere vero perché le date sono di certo tutte false, nella storia della vita e della cinematografia della Sandrelli. Se le date fossero vere, se Divorzio all'italiana fosse davvero del 1961 e Io la conoscevo bene fosse del '65, vorrebbe dire che io ho iniziato a cercare di decifrare quell'enigma che è lo sguardo di Stefania Sandrelli quando ancora non ero nata. 

Advertisement - Continue Reading Below

Non ero ancora nata e lei già guardava gli uomini in quel modo. Quel modo che, ne sono sicura, se si riuscisse a riprodurlo risolverebbe tutti i nostri problemi, sostituirebbe tutti i manuali di seduzione, metterebbe fine a tutte le lagne dovute all'incomunicabilità tra i sessi. 

Non importava che fosse la popolana tradita di C'eravamo tanto amati o la borghese traditrice di La terrazza, la moglie di ripiego di La famiglia o l'attricetta smarrita di Io la conoscevo bene (un film di una modernità così folgorante che non passa stagione che non mi meravigli: perché nessun giovane regista ne fa un rifacimento? Se fossi un regista, anche non giovane, un remake di Io la conoscevo bene sarebbe la mia scellerata ambizione). Qualunque ruolo interpretasse, a un certo punto arrivava quello sguardo. Lo sguardo irriproducibile e inafferrabile della Sandrelli, quello che ha fatto di lei la Sandrelli. Sì: più dell'aria svagata, più del bikini di Divorzio all'italiana, più della riga in mezzo di Sedotta e abbandonata. Il modo in cui guardava gli uomini. 

Più Popolare

Le riusciva particolarmente bene con Vittorio Gassman. Qualche mese fa è andata da Fabio Fazio e, commentando una loro scena in La famiglia, ha detto che Gassman stava lì «con l'anima tra le mani». Fazio l'ha imperdonabilmente interrotta per chiederle una qualche scemenza sui regali di compleanno, e io da allora penso che forse stava per svelare il trucco. Forse è così che si diventa la Sandrelli: riducendoli con l'anima in mano senza dire niente, solo guardandoli in quel modo. Il modo di chi, gli uomini, proprio non li capisce. E, nello stesso fotogramma, il modo di chi, gli uomini, uh come li conosce.

Read Next:
Firme
CONDIVIDI
Samantha Cristoforetti e il nome della figlia
La Cristoforetti ha partorito una bambina e l'ha chiamata Kelsey Amal, ma a qualcuno non è andato giù
milano nolo graffiti
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, mi sono perso a NoLo
Siete mai stati a NoLo? Sì, è a Milano: fateci un salto. A volte basta un po' di creatività per ridisegnare il mondo
Firme
CONDIVIDI
Lasciatemi sognare durante lo shampoo
Messaggio al parrucchiere: se cerchi di vendermi qualcosa mentre tento di rilassarmi, non verrò più nel tuo negozio
Firme
CONDIVIDI
Caro Obama, io ti rimpiangerò per le foto
Mai presidente fu più generoso nel resoconto fotoromanzato del suo mandato, mai nessuno più a prova di selfie senza Photoshop
Firme
CONDIVIDI
Posta di Barbara Alberti: «Ho il cancro: lui se ne va»
Ma poi torna: una storia che potrebbe diventare un libro, ma anche un riflessione su amore e malattia
10 coppie vip protagoniste del gossip 2017
Firme
CONDIVIDI
10 coppie di cui sparlare nel 2017
Chi sale, chi scende, chi non ne può più: quante arriveranno a fine anno?
amore tra professore e studentessa
Firme
CONDIVIDI
«E se avessi un flirt con il mio professore?»
Lui fa strage di cuori, ma si può innamorare per davvero? La scrittrice Barbara Alberti risponde a una studentessa confusa
Milano Zucchero e Catrame, anche io voglio far volare le sedie
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, anche io voglio far volare le sedie
Torno a Milano e non vedo l'ora: porto con me due valigie, una foto di Salvador Dalì e i miei buoni propositi (sempre gli stessi)
tradimento immaginato posta barbara alberti
Firme
CONDIVIDI
«Lui racconta in giro che eravamo amanti»
Forse rivive ciò che ha immaginato, un desiderio segreto, oppure vuole mettere zizzania: la scrittrice Barbara Alberti risponde a una...
Firme
CONDIVIDI
Il mio sonno è raro, non svegliatemi!
Ho cominciato il 2017 nello stesso modo in cui avevo concluso il 2016: fantasticando sul decesso di quelli del quarto piano