Angelina Jolie tradita? Macché, si prepara a entrare in politica

Angelina Jolie, secondo il gossip disperata moglie tradita, starebbe invece meditando di entrare in politica

C'è uno scollamento vertiginoso tra quello che Angelina Jolie crede di essere e quello che, per la maggior parte della gente che si interessa alle sue sorti, Angelina Jolie rappresenta.

Di suo, Angelina vorrebbe trasformarsi in puro spirito, vestire solo degli abbracci di bambini consolati, togliere i peccati del mondo. Per questo negli ultimi anni, al netto dei film che gira invece di raccontare favole – Maleficent con il seguito annunciato; tutte le declinazioni di Kung Fu Panda – ha scelto di lavorare solo come regista, e a storie soffertissime. Per questo negli ultimi mesi, più che sfilare sui red carpet, ha discusso con Arminka Helić, della camera dei Lord d'Inghilterra, l'eventualità di un suo diretto coinvolgimento in politica. «Quando lavori in campo umanitario», aveva detto nel 2014, «prima o poi devi prendere in considerazione la politica». 

Advertisement - Continue Reading Below

Per il resto del mondo, tuttavia, Jolie rimane carne da rotocalco. Smagrita per amore, attaccata alla bottiglia, vittima del fanta-tradimento karmico di Brad Pitt con Marion Cotillard (insieme stanno girando Allied: non lo vedete come si sorridono sul set?) e simbolo di una irriducibile rivalsa generazionale. Non c'è prescrizione per la rovinafamiglie.

More from Gioia!:
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Firme
CONDIVIDI
Vacanze: finalmente si parte!
Solo da noi l'estate viene vissuta con tale enfasi: qui si emigra letteralmente ed è tutto uno stress. Soprattutto al rientro
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, quando i saluti più veri sono quelli tra te e te
Milano si comporta come Roma, quando la lasci non ti saluta, ma devi salutarla tu: quando ero adolescente prendevo il motorino e andavo...
woody-allen-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Tutto quello che Woody Allen non ha mai detto sui gatti
«Preferirebbe stare mezz'ora in un ascensore al buio o una giornata in una suite piena di cani e gatti?». La sua risposta vi sorprenderà
Firme
CONDIVIDI
La parità come la intendono a Hollywood
«Prendere delle modelle, coprirle di lividi e farne delle eroine d'azione, da mostrare nude»: succede a Charlize Theron in Atomica bionda
Firme
CONDIVIDI
L'idea del matrimonio giusto è anacronistica
L'idea di garantirsi sicurezza e prestigio sposando un buon partito è fuori dal tempo e svilente. E fa male alle donne
La vita di Victoria Beckham, e di tutta la famiglia più posh d'Inghilterra, è un po' come la nostra, e somiglia a quello che succede sui social: c'è chi ride, chi piange, e chi non sa quello che dice.
Firme
CONDIVIDI
Cara Victoria, la vita vera non è facile
L'ostinazione delle celebrità a fingersi normali sui social network ha convinto noi normali a comportarci come celebrità