Kate Winslet: 40 anni e me la tiro

​Neanche la maturità rende l'attrice più disposta a perdonare le debolezze altrui

Abbiamo tutte un'amica così: col talento di mantenersi antipatica pure quando fa la spiritosa. Kate Winslet, 40 anni appena compiuti, ha fatto del distacco dalle umane frivolezze un puntiglio, e della fama il prezzo da pagare per perseguire l'arte.

Prendete l'Oscar che ha vinto per The Reader: lo tiene in bagno. Perché così è scritto nel manuale della perfetta antidiva – alla voce: falsa modestia – ma soprattutto affinché l'ospite occasionale possa prendere la statuetta in mano e improvvisare un discorso di ringraziamento davanti allo specchio: «Li riconosci: sono quelli che rimangano dentro un po' di più dopo aver scaricato».

Advertisement - Continue Reading Below

Nel caso non ci fossero abbastanza ragioni per sentirsi inadeguate, è confortante sapere che, quando vi invita a casa sua, Kate Winslet cronometra il tempo che passate in bagno, e ha la misura esatta delle vostre velleità.

More from Gioia!:
Kristen Stewart, famosa per un certo approccio annoiato ai red carpet, sostiene di essere timida
Firme
CONDIVIDI
Kristen, hai il permesso di non sorridere
In nome e per conto di tutte quelle che non vogliono essere simpatiche, vogliono essere lasciate in pace
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ho conosciuto un artista
Potete chiamarlo anche artigiano o visionario: Fabrizio è una persona che smonta oggetti o li recupera per costruirne altri. Bellissimi
Firme
CONDIVIDI
«La mia ragazza vuole sapere se sono bisessuale»
«Io tutta questa ansia della definizione non la capisco», perché tu cogli l'essenza dell'amore: volere quella persona e nessun'altra, come...
Firme
CONDIVIDI
Il video virale del professore e la (finta) colf
Il video con l'intervista all'esperto Robert Kelly è un bel test su come gli stereotipi ci portino quasi sempre fuori strada
Firme
CONDIVIDI
Se vuoi ingrassare, cercati un colpevole
È una strategia di sopravvivenza: la gente non vuole che tu ammetta serenamente i tuoi limiti, la gente vuole che te ne scusi
Firme
CONDIVIDI
Emma Bonino sui migranti, senza falsi buonismi
Alla convention del Pd ha detto una cosa di sinistra: dobbiamo occuparci della loro integrazione, perché sono una risorsa
Firme
CONDIVIDI
Se sfoghi nel cibo il tuo male di vivere
Alle bambine vorrei ricordare che i protagonisti dei film più belli non sono i vincenti, ma i goffi che ancora non sanno di essere speciali
Firme
CONDIVIDI
«Lui è attraente e la gelosia mi consuma»
Una donna si immagina che il marito si innamori di tutte: «Lui mi dice che così rovino il nostro rapporto», attenzione all'orgoglio
Firme
CONDIVIDI
Renzi, i tribunali e il collasso del Paese
Il renzismo crolla travolto dalle inchieste e intanto il Parlamento ha smesso di fare le leggi e i partiti di fare politica
matteo-maffucci-foto-milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, questa è la città di tutti
Più passa il tempo e più mi rendo conto che il mio stupore di romano a Milano non si placherà mai: per esempio, che scoperta la metro!