Alfio Marchini è la nuova destra moderata che piace a Berlusconi

Alfio Marchini non vincerà le elezioni di Roma, ma dopo potrà raccogliere il voto dei moderati che non amano la destra populista, e Berlusconi lo sa

La battaglia fra Alfio Marchini e Giorgia Meloni a Roma non è una sfida per governare la capitale: entrambi rischiano di non arrivare al ballottaggio. È la sfida decisiva per il centrodestra italiano. Berlusconi, rifiutando di convergere sulla giovane Giorgia come gli chiedeva Salvini, ha segnato un confine e lanciato la corsa per la sua successione.  Oggi, in Europa, si confrontano due destre: una liberale ed europeista, favorevole a restare nell'euro. L'altra populista e antieuropeista, favorevole al ritorno degli Stati nazione e delle frontiere. La seconda vola nei sondaggi e nei primi test elettorali, dalla Francia di Marine Le Pen all'Austria di Hofer. La prima, spaventata dai successi dell'altra, oscilla: a volte la combatte, altre la imita. 

Advertisement - Continue Reading Below

Basti pensare alla Merkel, che in Germania prima ha aperto le frontiere ai profughi poi, dopo aver visto il calo nei sondaggi, le ha richiuse. Arrivando a invocare la sospensione del trattato di Schengen. In Italia, Forza Italia è confusa: alterna toni salviniani contro Bruxelles e gli immigrati a toni moderati ed eurocentrici, come quelli che nelle ultime settimane ascoltiamo dallo stesso Berlusconi, da Brunetta o dal loro luogotenente in Europa Tajani. Il caos è grande, ma una cosa è certa: da quando Gianfranco Fini è sparito dal panorama politico, in Italia manca un progetto di destra liberale. 

Più Popolare

Oggi Berlusconi, lanciando Alfio Marchini, cerca un nuovo spazio politico e un leader nazionale. Ma Marchini non è uomo di destra, casomai un centrista con una storia familiare a sinistra. Scegliendolo come suo possibile successore, Berlusconi sembra aver capito che a destra la sfida sarà vinta da Salvini. E che, in futuro, l'elettorato moderato di Forza Italia assomiglierà sempre più a quello del Pd renziano. Per questo il Cavaliere si scaraventa al centro. Facendo di Marchini un'alternativa se l'attuale premier dovesse cadere. 

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?