Breivik, perché il mostro della Norvegia ha vinto la causa

Anders Breivik, assassino di 77 persone, resterà in carcere, ma senza isolamento, perché la Norvegia riconosce davvero i diritti dei detenuti

Provate a immaginarvi il Male: avrà sicuramente il volto vichingo di Anders Breivik. Il 22 luglio del 2011 ha massacrato 77 civili inermi a colpi di mitra. Fra loro, tantissimi ragazzi. Condannato a 21 anni di detenzione, la pena massima prevista dal codice penale della Norvegia, non ha speso una parola né una lacrima per le sue vittime. Ha assistito impassibile al proprio processo, punteggiando la sua presenza con saluti nazisti. Breivik è un mostro di disumanità. Eppure, la giustizia norvegese ha condannato lo Stato per aver violato l'articolo 3 della Convenzione dei diritti dell'uomo che stabilisce il diritto a un'equa detenzione. Diritto violato dai cinque anni d'isolamento. Tenete conto che la cella di Breivik è un appartamento di 31 metri quadrati, praticamente un monolocale, con palestra, servizi, televisore e computer (ma senza Internet). 

Advertisement - Continue Reading Below

Molti leggono in questa decisione, in tempi di stragi e terrorismo, la prova della debolezza dell'Occidente ultragarantista: anziché ripagare il mostro con la sua stessa moneta, i norvegesi gli rimboccano la coperta e gli danno il bacetto della buonanotte! Non sono per nulla d'accordo. La forza dell'Europa è proprio nell'applicare i diritti a prescindere dalla qualità della persona. Anders Breivik in questo senso è esattamente il metro della nostra civiltà: chi ha emesso la sentenza non ha guardato il suo volto né il suo curriculum criminale, ma soltanto la fonte del diritto. 

Più Popolare

Ricordo che l'Italia è agli ultimi posti fra le democrazie occidentali per degrado, sovrafollamento delle carceri e tasso di recidiva dei criminali. Secondo autorevoli studi, sembra che i prigionieri maltrattati, una volta usciti, delinquano di nuovo. In Norvegia li rieducano e il tasso di recidiva è bassissimo. Di sicuro Breivik non è recuperabile. Ma salvando un principio di diritto, i giudici norvegesi hanno tutelato tutti i cittadini.

More from Gioia!:
Violenza sulle donne stereotipi da eliminare
Firme
CONDIVIDI
C'è solo un modo per sradicare la violenza sulle donne
Bisogna sradicare anzitutto gli stereotipi di genere, per cambiare la mentalità che accetta e tollera gli abusi fisici e sessuali
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, grazie per averci fatto piangere (soprattutto quella volta lì)
Abbiamo un gran bisogno di consolazione, ma dobbiamo anche imparare a non dare sempre la colpa alla società
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?