Claudio Santamaria è la prova che ingrassare fa vincere premi

Leo DiCaprio ha avuto l'Oscar la volta che ha accettato di imbruttirsi e in Italia abbiamo dato il David a un attore che ha messo su peso per un film, Lo chiamavano Jeeg robot: la differenza è che Claudio non è tornato magro e figo

Possiedo una foto, mio promemoria del fatto che non devo mai bere champagne a stomaco vuoto. È stata scattata a una festa qualche anno fa. Ci sono io di nuca, e c'è Claudio Santamaria che fa una faccia. È la faccia di uno che si sta chiedendo come venga in mente a una che ha visto due volte di fargli certe domande. Gli avevo appena chiesto di Baciami ancora, il film di Gabriele Muccino, il ruolo che, secondo il mio tasso alcolico di quella sera, Santamaria non avrebbe mai dovuto interpretare. Credo che la frase esatta fosse: «Ha ucciso la tua scopabilità» (ho già detto che non devo mai bere a digiuno?). 

Advertisement - Continue Reading Below

Dopo aver fatto quella faccia, lo ricordo nonostante il tasso alcolico, Santamaria disse che quello era proprio il suo fine: essere inscopabile. Ovvero, non lasciare che la sua sexsymbolitudine interferisse con la sua intensità recitativa. Insomma, Claudio Santamaria è uno di noi: noi che vogliamo essere apprezzate per l'intelligenza, mica per le tette. 

Il fatto è che ha ragione: il mondo ci casca. Il mondo pensa che, se sei disposto a imbruttirti, allora vuol dire che vali. A Leonardo DiCaprio l'Oscar l'hanno dato per un film in cui era zozzo e afono, mica per lo splendido splendente lupo di Wall Street o per il mai stropicciato Jay Gatsby. A Cary Grant, che col piffero che si faceva stare la giacca meno impeccabilmente per dimostrarsi intenso, col piffero che gliel'hanno mai dato. Ingrassare è valso l'Oscar a Charlize Theron, nel 2004, per Monster; figuriamoci se non assicurava il David a Claudio Santamaria, che in ogni intervista ha rimarcato d'essere ingrassato 20 chili per Lo chiamavano Jeeg Robot. E, con una dedizione al mestiere che a Hollywood se la sognano, ha completato l'opera di imbruttimento in diretta televisiva. 

Più Popolare

Lì, Charlize e Leo ritirano i premi già tornati alla normalità. È la ragione principale della premiazione: dimostrare che sono di nuovo dei fighi, magri, sbarbati, copertinabili. Santamaria no: lui arriva con un cappellino improbabile e, ricevuto il premio, se lo toglie, svelando una crapa mezza pelata con degli improbabili ricci che scendono sul collo. Dice che è per il prossimo ruolo. Un altro in cui si mostrifica. Si vede che gli piacciono i premi. 

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo