Ius soli: perché per la sinistra è un autogol

Il disegno di legge muore in Parlamento perché Alfano non lo vuole e perché il centrosinistra, che pur lo aveva inserito nel programma, si è subito arreso: così il Pd si mostra debole e timoroso, quando invece servirebbe un leader identitario

Più Popolare

Sono convinto che oggi non ci sia nulla che possa convincere un elettore di destra a votare a sinistra. Tantomeno se la sinistra scimmiotta la destra. Se voglio tenere gli immigrati fuori dall'Italia, per dire, mi rivolgerò a chi, sul tema, ha il copyright. Ecco perché trovo il cedimento del Pd sullo ius soli, il diritto di cittadinanza riconosciuto ai figli degli immigrati nati in Italia a determinate condizioni, un brutto autogol.

Advertisement - Continue Reading Below

Ricapitoliamo. Un disegno di legge prevede che un bambino nato qui da genitori stranieri, nel caso che almeno uno dei due abbia regolare permesso di soggiorno da almeno cinque anni oppure che il bimbo abbia frequentato con successo un ciclo scolastico di cinque anni, possa diventare italiano. Un diritto, è bene ribadirlo con chiarezza, che non riguarda chi arriva coi barconi. Questo disegno di legge muore in Parlamento perché Alfano non lo vuole e perché il centrosinistra, che pur lo aveva inserito nel programma, si è subito arreso. E se è comprensibile voler evitare la caduta del Governo proprio alla vigilia del dibattito sulla legge di stabilità, molto meno lo è schivare a tutti i costi dibattito e voto parlamentare. Così facendo, il Pd si mostra debole e timoroso, insicuro della propria maggioranza ed eccessivamente preoccupato del giudizio dei suoi elettori. Proprio come in passato, quando il governo Renzi evitò di abolire la pessima legge Bossi-Fini come invece era stato promesso in campagna elettorale.

Meglio perdere per coerenza una battaglia sui valori che galleggiare per (presunta) furbizia

Di questi tempi l'elettorato, come ci sta dimostrando l'ascesa del laburista radicale Jeremy Corbyn in Gran Bretagna, apprezza più i leader identitari che quelli eccessivamente tattici. Meglio perdere per coerenza una battaglia sui valori che galleggiare per (presunta) furbizia. Chissà se il nostro centrosinistra prima o poi lo capirà.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Gisele Bündchen forza della natura alias: come reagire benissimo alle sconfitte
Ciò nonostante, anche quando piangi sei uno schianto: è la regola Bündchen dell'infallibilità
Firme
CONDIVIDI
Fate uno sforzo e provate a mettervi nei panni (e a vivere i casini) di Woody Allen e Mia Farrow
Ma siamo sicuri che se fossero successe le stesse cose a noi, gente normale, avremmo reagito più compostamente?
Firme
CONDIVIDI
Domanda: ma il Festival di Sanremo di Claudio Baglioni non doveva andare malissimo?
Perché Baglioni è un classico, il jukebox delle nostre vite, uno che ci fa saltare sul divano con le prime quattro note di La vita è adesso
Firme
CONDIVIDI
Cosa insegneranno mai a Yale a chi frequenta il corso sulla felicità (per la cronaca: il più seguito nella storia dell'Ateneo)?
Laura Santos ha dato il via al corso più seguito nella storia di Yale: Psychology and the good life, in poche parole come essere felici
Dissenso comune attrici italiane
Firme
CONDIVIDI
Contro le molestie ci vogliono i fatti: l'appello delle attrici italiane
124 firme nella lettera-manifesto "Dissenso comune" per riscrivere il rapporto tra i sessi: è la sfida del secolo e non possiamo perderla
Firme
CONDIVIDI
In che modo Gabriele Muccino ci rovinerà anche questo San Valentino?
Il regista di A casa tutti bene, al cinema dal 14 febbraio, sa delle cose di noi e delle nostre relazioni, e passa i film a sputtanarci
Firme
CONDIVIDI
Ci vuole insolenza per essere una principessa inglese e decidere di sposarsi quest'anno: Eugenia siamo con te
Ci vuole coraggio per decidere di sposarsi quest'anno nella cappella del castello di Windsor, esattamente come Harry e Meghan
Firme
CONDIVIDI
Le regole della coppia aperta? Sono fatte per essere infrante (come tutte le regole dell'umanità)
Nel suo libro La promessa, Sarah Dunn parla di relazioni extraconiugali, felicità e condizionatori
Firme
CONDIVIDI
Cos'è l'amore e perché rimane un mistero bellissimo che la scienza non sa spiegare
Aumentano le app di incontri, ma ci s'innamora sempre meno: è che abbiamo confuso la chimica dell'attrazione con le affinità
Donne vittime Il filo nascosto
Firme
CONDIVIDI
Finalmente al cinema anche le donne possono essere str**ze e bugiarde come gli uomini
È un progresso che ai personaggi femminili di film e serie tv sia offerta la stessa gamma di possibilità di quelli maschili