Panama papers: questa gente davvero non paga le tasse

La lista dei titolari di società offshore pubblicata dai giornali è una lista di evasori fiscali: quale altro motivo c'è di aprire una società a Panama senza dichiararlo all'agenzia delle entrate?

Ogni articolo che tratti dei cosiddetti Panama papers, ovvero la lista dei titolari di società offshore panamensi trafugata da un hacker e distribuita a varie testate giornalistiche, precisa quanto segue: «Di per sé non è vietato controllare una società offshore. Basta segnalarlo nella dicharazione dei redditi». È una normale prudenza giornalistica per evitare cause legali. Ma chi di noi davvero pensa che qualcuno dei titolari di società nascoste negli archivi dello studio legale centramericano Mossack Fonseca lo abbia comunicato al fisco? Diciamolo: aprire società offshore a Panama, uno degli Stati più caparbiamente refrattari a ogni accordo di trasparenza bancaria, serve soprattutto a eludere le tasse. (Nella foto, manifestazione di protesta dopo la pubblicazione delle liste).

Advertisement - Continue Reading Below

Si prendono dei soldi e li si affida a qualche vispo consulente o commercialista abile a farli sparire. Sono denari per lo più al nero, o comunque destinati a finanziare attività al riparo da occhi indiscreti. Nella rete della fonte anonima che ha svelato i Panama papers sono cadute società estere riconducibili, per esempio, ai tesorieri di boss mafiosi desiderosi di nascondere capitali frutto di traffici illeciti. Quanto ai nomi del jet set italiano, da Montezemolo a Verdone, dallo stilista Valentino al pilota Jarno Trulli a Barbara D'Urso, c'è chi rivendica totale estraneità e chi dichiara di avere le carte in regola. 

Più Popolare

Vedremo come si muoverà il fisco italiano. Per ora il direttore dell'Agenzia delle entrate Rossella Orlandi, interpellata da L'Espresso, il settimanale che ha pubblicato per l'Italia in esclusiva le liste, si limita a ripetere la stessa frase di noi giornalisti: «Avere società estere è lecito, ma bisogna dichiararlo». Ma poi, alla domanda su quanti italiani abbiano denunciato legalmente le loro offshore, a parte i veri grossisti di frutta esotica, la sua risposta è chiara e disarmante: «Per la verità, nessuno». Appunto.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, cosa ho capito dopo 1 anno in questa città
Milano mi ha cambiato il metabolismo e anche i pensieri, mettendoli tutti in fila, ordinati, uno dietro l'altro, come un domino, come una...
Hillary Clinton con Anna Wintour
Firme
CONDIVIDI
Anche Hillary Clinton ha il suo complesso (come noi)
Ci sono quelle che ti umiliano a forza di plank per gli addominali e quelle cui basta uno sguardo, come Anna Wintour
Femminicidio e libertà delle ragazze
Firme
CONDIVIDI
Femminicidi, le ragazze devono essere libere
L'amore non ordina e non vieta, le ragazze non devono avere padroni
Nessun avevva dubbi su quale fosse la natura della relazione di Katie Holmes e Jamie Foxx, ma dopo quattro anni l'embargo è stato sollevato, e ora possono farsi fotografare in pubblico.
Firme
CONDIVIDI
Katie e Jamie: storia di un amore segreto
Dopo quattro anni di smentite la storia con Jamie Foxx è confermata, ma riuscirà l'amore a sopravvivere all'ufficialità?
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame: il potere dell'amore renderà possibile l'integrazione
Calcolando che già ad oggi il cognome più diffuso a Milano non è Brambilla, ma Hu e ormai iniziano a esserci generazioni di cinesi milanesi...
serie-tv-problema-di-coppia-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Le serie tv ora sono un problema di coppia
Le mie amiche si annoiano con Narcos, i mariti si addormentano con Fleabag, ma divani separati mai: cominci con Netflix e poi...
Firme
CONDIVIDI
Figli: fino a che età è giusto mantenerli?
I figli hanno diritto ad essere mantenuti fino a una certa età, i genitori, d'altra parte, a scaricarli dopo una certa età
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, l'agonia dell'ascoltare i racconti delle vacanze altrui
Armati di sorriso standard e tanta pazienza iniziamo a giro antiorario, con telefono per un supporto fotografico, a sentire gli...
Insieme al marito Mark Zuckerberg, Priscilla Chan ha scritto su Facebook una lettera, alla neonata figlia secondogenita, piena di buoni sentimenti e riassumibile in: stai lontana da Facebook
Firme
CONDIVIDI
Cara Priscilla, devi comprare un giardino più grande (per Mark)
O qualunque altra cosa possa servire a tenerlo lontano da Facebook
Bruce Springsteen concerto Broadway
Firme
CONDIVIDI
Quando il desiderio rimane in standby
E poi cerchi di consolarti dicendoti che lo spettacolo di Bruce Springsteen sarà insignificante