Impariamo da Wendi Deng, la ex di Rupert Murdoch che ora punta a Putin

Dopo il divorzio dal tycoon australiano, pare abbia una relazione con il presidente della Russia: una maestra di stile per le troniste di Uomini e donne che ora apre ai gay

Sogno un format in cui Wendi insegni il mondo alle troniste. Quelle di Maria De Filippi, quelle che vanno a cercarsi un cavaliere a Uomini e donne, quelle che a settembre dovranno inventarsi qualcosa per continuare a farsi notare: nostra signora dello share ha annunciato che in autunno a Uomini e donne ci sarà finalmente il trono gay. Secoli fa le avevo chiesto come mai, essendo Amici il più gay dei programmi, non avesse pensato a una versione omo di Uomini e donne: mi pareva impossibile. E infatti ci aveva pensato e aveva un'obiezione pratica: se i corteggiatori sono uomini cui piacciono gli uomini, come fai a farli concentrare sul tronista invece che farli distrarre tra loro? Chi ti garantisce che si ricorderanno d'essere lì per il tronista e non s'innamoreranno tra corteggiatori? Evidentemente nel frattempo nostra signora della praticità ha deciso che le piazzate che nasceranno da queste distrazioni sono telegeniche, e quindi ecco Uomini e uomini, tappa fondamentale dei diritti gay. 

Advertisement - Continue Reading Below

Ma torniamo a Wendi, riassumendo le relazioni precedenti. Wendi Deng, cinese, arriva in America a vent'anni con un visto da studentessa controfirmato da una coppia americana che aveva preso a cuore i destini della piccola cinese. Ventisette anni dopo, a parte una breve e irrilevante carriera televisiva, Wendi è una di quelle donne d'una volta: quelle che si possono raccontare attraverso i mariti. Prima Jake, il marito della coppia che l'aveva portata in America (non è vero che i mariti non lasciano le mogli per le amanti, le lasciano se le amanti sono ragazzine orientali in cerca di figura paterna: guarda Jake, guarda Woody Allen). Jake è servito per la cittadinanza statunitense. 

Più Popolare

Dopo le sicurezze anagrafiche, quelle economiche: Rupert Murdoch. Quattordici anni di matrimonio, due figlie. Il padrino di una delle due è Tony Blair, la relazione col quale sarebbe stata causa del divorzio da Murdoch. Mentre Rupert si risposava (con Jerry Hall), Wendi riconquistava i giornali: avrebbe una storia con Vladimir Putin. Che tutte le troniste imparino. La cittadinanza e il conto in banca non bastano, in ogni ragazza ambiziosa dev'esserci una madame du Barry: mirare a un capo di Stato, e fare la storia. 

Read Next:
Per Kim Kardashian il 2016 è stato l'anno più difficile
Firme
CONDIVIDI
Kim Kardashian, propositi per l'anno nuovo
Il 2016 è stato un anno disgraziato, ecco come superare il trauma
Firme
CONDIVIDI
Sì, sembro più giovane: lo scriverò sul biglietto da visita
Sono decenni che mi sento dire che non dimostro la mia età, alla millesima replica è impossibile non annoiarsi
Firme
CONDIVIDI
Laura Boldrini e gli insulti sessisti
Nella Giornata contro la violenza sulle donne la presidente della Camera ha reso pubblici minacce e offese ricevute dui social
matteo maffucci aperitivo milano
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, sto iniziando a volare
Vola il desiderio di continuare a scoprire, realizzarmi e capirmi, volo io per le strade fra incontri, battute amici vecchi e nuovi
Firme
CONDIVIDI
Chi esulta per la morte di Castro?
È stato un dittatore brutale, ma non peggio di altri che continuano a esercitare il loro potere con il consenso dell'Occidente
Firme
CONDIVIDI
Lasciateci almeno Babbo Natale!
Dire subito la verità ai bambini, anche la più crudele, o nascondergliela finché è possibile. Poi c'è una terza scuola di pensiero : il...
Carrie Fisher ha avuto una storia con Harrison Ford durante Star Wars
Firme
CONDIVIDI
Cara Carrie, anch'io ho avuto una storia con Harrison Ford
Solo che la mia era immaginaria, e non avrei mai avuto la forza di tenerla segreta per 40 anni
Firme
CONDIVIDI
Se il referendum è un voto su Renzi
Il risultato del 4 dicembre sarà un test sul governo più che la decisione di abolire o meno il bicameralismo perfetto
Firme
CONDIVIDI
Milano è davvero violenta come la dipingono?
I reati nel capoluogo lombardo sono scesi in 10 anni del 36%, ma i titoli dei giornali insistono con l'allarmismo
matteo-maffucci-foto-pioggia-3
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, non ricordo più il colore del cielo
Dopo tre settimane da expat accuso il colpo: a parte la pioggia c'è anche altro, non sto vivendo