Terrorismo: dall'attentato di Stoccolma all'Egitto, ecco le prove di guerra

Una raffica di attentati in Svezia, Egitto e Somalia ha seminato decine di morti e ha fatto crollare il mito dell'inviolabile sicurezza delle città scandinave

Ricapitolando. È poi successo davvero qualcosa di orribile in Svezia, come Donald Trump aveva sostenuto, sbagliando o spoilerando, un mese fa. L'ultimo camion assassino lanciato contro la folla (dopo Nizza e Berlino, passando per il suv di Londra) ha fatto quattro morti tra cui una bambina di 11 anni, e molti feriti, nel centro di Stoccolma. Il principale sospettato, un uzbeko di 39 anni padre di quattro figli, la cui domanda d'asilo era stata respinta, avrebbe confessato. Finisce così, insieme al mito dell'inviolabile sicurezza delle città scandinave, la leggenda di un Paese «perfetto», le cui politiche di integrazione sono state a lungo ritenute un modello.

Advertisement - Continue Reading Below

Nella vicina Norvegia le forze dell'ordine hanno disinnescato un ordigno artigianale in una fermata della metropolitana di Oslo e arrestato, per possesso di esplosivi, un diciassettenne di cittadinanza russa. In Egitto, dove a breve è attesa una visita del Papa, decine di cristiani sono morti straziati da una bomba e da un successivo attacco kamikaze in due chiese copte, durante le celebrazioni della domenica delle Palme. Il primo attentato, il più sanguinoso, è avvenuto a Tanta, a nord del Cairo; il secondo all'ingresso della chiesa di San Marco ad Alessandria. Entrambe le stragi, avvenute a breve distanza temporale l'una dall'altra, sono state immediatamente rivendicate dallo Stato islamico attraverso l'agenzia semi-ufficiale Amaq. Il presidente Al-Sisi ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale e tre mesi di stato d'emergenza. Ma raffiche di attentati, con decine di morti, hanno insanguinato negli ultimi giorni anche la Somalia, che purtroppo c'è abituata e comunque fa meno notizia.

Più Popolare

Sullo sfondo, il rapido deterioramento della crisi tra Stati Uniti/Iran e Stati Uniti/Corea del Nord: l'attacco americano in Siria è stato giudicato da Pyongyang «un atto di aggressione intollerabile», nonché «la prova di quanto sia giusto continuare il nostro programma nucleare»; per tutta risposta, portaerei americane muovono verso la Corea e Donald Trump non esclude nessuna opzione. «Venti di guerra», li ha già ribattezzati qualche giornale.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo