Il segreto di Eva Mendes

Dopo la nascita della seconda figlia, l'attrice sostiene di non avere (quasi) altro allenamento che la corsa alle figlie, ma noi lo sappiamo: mente

Più Popolare

Cara Eva,

mettiti pure seduta.

Dopo una stagione passata a essere la «moglie che mi guarda alla tv» di Ryan Gosling – uno snodo fondamentale nei discorsi di ringraziamento: se tu non ti fossi occupata di sprimacciare cuscini e asciugare rigurgiti, lui non sarebbe mai riuscito a far finta di suonare City of Stars – hai deciso di riemergere al pubblico. D'altra parte è passato quasi un anno dalla nascita di Amada Lee, sorella di Esmeralda Amada: se vuoi darti arie di madre che lavora, qualche cosa devi cominciare a fare.

Advertisement - Continue Reading Below

Hai deciso di farne due, addirittura. Una comparsa all'inaugurazione del negozio di Miami che vende la tua linea di abbigliamento – una collezione di vestiti sintetici prevalentemente senza spalline: il sogno di ogni puerpera – e un'intervista a Shape in cui, essendo un giornale che si occupa perlopiù di dieta e di ginnastica, hai parlato perlopiù della dieta e della ginnastica che ti hanno restituito alla sventolaggine di partenza.

Più Popolare

Thank you @shape! The April issue is on newsstands today. ❤ 📸 by @arthurbelebeau

A post shared by Eva Mendes (@evamendes) on

«Quello che la gente non sa è che mi piace molto stare a casa», hai detto. Ti svelerò un segreto: dopo mesi passati a vedere Ryan Gosling da solo ciondoloni sul red carpet, mi era venuto il sospetto. Per sentirti autorizzata a mangiare dolcetti ti alleni un'ora tre volte a settimana, cinque se devi metterti in costume: mai di più, perché ottieni risultati migliori quando ti riposi. Che fortuna. Inoltre «è stato difficile tornare in forma dopo la seconda figlia, ma non quanto temevo: corro sempre dietro alle bambine, non mi fermo un attimo, non riesco neanche a mettermi seduta».

Siediti, Eva, e smetti di raccontar fregnacce. La costruzione di un esemplare famoso di donna come tante è un meccanismo più complicato di così. Nessuna dimagrisce mangiando, nessuna si rassoda col giro-girotondo. E la maggior parte di quelle che lavorano lo fa per avere, quando non un motivo per uscire – il teleprecariato ci ha rubato tutti i sogni – almeno la scusa per tenere il telefono sempre in mano al parchetto, e dirimere consigli d'amministrazione immaginari su WhatsApp. Niente è noioso come un bambino a tempo pieno. A parte: due.

Work vibes ❤

A post shared by Eva Mendes (@evamendes) on

La mammina più cara della storia, Joan Crawford, ha avuto quattro figli da usare per sembrare umana. In un episodio di Feud (la serie che racconta la guerra con Bette Davis sul set di Che fine ha fatto Baby Jane?) Crawford si lamenta del silenzio: sindrome del nido vuoto e altre catastrofi. La governante – che di figli ne ha cresciuti nove, e di persona – non le concede margine di lagna: quando i figli sono stati una fatica, il silenzio è la ricompensa. Allora sì che ti piace stare a casa.

More from Gioia!:
Femminicidio e libertà delle ragazze
Firme
CONDIVIDI
Femminicidi, le ragazze devono essere libere
L'amore non ordina e non vieta, le ragazze non devono avere padroni
Nessun avevva dubbi su quale fosse la natura della relazione di Katie Holmes e Jamie Foxx, ma dopo quattro anni l'embargo è stato sollevato, e ora possono farsi fotografare in pubblico.
Firme
CONDIVIDI
Katie e Jamie: storia di un amore segreto
Dopo quattro anni di smentite la storia con Jamie Foxx è confermata, ma riuscirà l'amore a sopravvivere all'ufficialità?
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame: il potere dell'amore renderà possibile l'integrazione
Calcolando che già ad oggi il cognome più diffuso a Milano non è Brambilla, ma Hu e ormai iniziano a esserci generazioni di cinesi milanesi...
serie-tv-problema-di-coppia-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Le serie tv ora sono un problema di coppia
Le mie amiche si annoiano con Narcos, i mariti si addormentano con Fleabag, ma divani separati mai: cominci con Netflix e poi...
Firme
CONDIVIDI
Figli: fino a che età è giusto mantenerli?
I figli hanno diritto ad essere mantenuti fino a una certa età, i genitori, d'altra parte, a scaricarli dopo una certa età
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, l'agonia dell'ascoltare i racconti delle vacanze altrui
Armati di sorriso standard e tanta pazienza iniziamo a giro antiorario, con telefono per un supporto fotografico, a sentire gli...
Insieme al marito Mark Zuckerberg, Priscilla Chan ha scritto su Facebook una lettera, alla neonata figlia secondogenita, piena di buoni sentimenti e riassumibile in: stai lontana da Facebook
Firme
CONDIVIDI
Cara Priscilla, devi comprare un giardino più grande (per Mark)
O qualunque altra cosa possa servire a tenerlo lontano da Facebook
Bruce Springsteen concerto Broadway
Firme
CONDIVIDI
Quando il desiderio rimane in standby
E poi cerchi di consolarti dicendoti che lo spettacolo di Bruce Springsteen sarà insignificante
Firme
CONDIVIDI
Anche una pacca sul sedere è molestia sessuale
La popstar ha vinto in tribunale contro un dj che l'aveva palpeggiata: anche questo è un abuso, che non può essere accettato o sminuito
Helen Mirren film Paolo Virzì
Firme
CONDIVIDI
Niente «cose da vecchia» per Helen Mirren se il regista è Virzì
L'attrice 71enne recita in Elle & John, film «di malati terminali», e Paolo Virzì le ha spiegato un'ovvietà: si ammalano anche i giovani