Jennifer Garner e le regole del matrimonio

Momentaneamente sospeso il divorzio dell'attrice da Ben Affleck: certi amori possono sopravvivere a tutto, o quasi

Più Popolare

Cara Jennifer,

certi amori non finiscono.

Quello che hai deciso di devolvere a Ben Affleck dal 2004, poi, è particolarmente ostinato. E per questo genuinamente preoccupante. È passato a stento un mese dalla notizia della tua domanda ufficiale di divorzio – mai confermata, da archiviare alla voce: minaccia credibile – e adesso, dopo due anni di prove tecniche di separazione, ti tocca ricominciare da capo.

Advertisement - Continue Reading Below

Qualche giorno fa tuo marito ha dichiarato concluso un periodo di disintossicazione dall'alcol che non sapevo avesse mai iniziato, ed è tornato a casa. (Per fortuna siete milionari: niente aiuta la coabitazione quanto la disponibilità di dépendance insonorizzate). Nonostante vi siate ben guardati dal comunicare i dettagli – perché devo essere sempre l'ultima a sapere le cose? – una ricostruzione plausibile potrebbe essere questa: tu a un certo punto hai perso quel che rimaneva della tua pazienza e dato un ultimatum, lui ha mollato tutto – compresa la regia del prossimo Batman – e si è deciso a darsi una ripulita. Il divorzio è momentaneamente sospeso.

Più Popolare

«Fatemi mettere una cosa in chiaro», hai detto in un'intervista un anno fa per liquidare la domanda sulla tata adulterina che sembrava la causa di ogni male, «Eravamo separati da mesi, quando ho sentito per la prima volta parlare di lei». Era un modo per rimettere al suo posto la domestica impertinente, certo: non farà più la custode nemmeno dei criceti del bambino del vicino. Ma pure per ricordare la prima regola di sopravvivenza del matrimonio: non è questione di corna. Non è mai questione di corna.

La settimana scorsa il principe William d'Inghilterra è andato a sciare con gli amici in Svizzera, e ha fatto essenzialmente due cose: lo spiritoso con una bionda di passaggio, e il disinvolto fino all'alba in discoteca. Quelli che non capiscono d'amore si sono concentrati sulla prima attività: chi era la bionda? (Una modella australiana). Che ci faceva lì? (Lavora nel locale, insieme al fidanzato). Cosa avrà detto Kate a casa? («Guarda 'sto scemo che si fa fotografare»). Ma ogni moglie di buon senso sa che vedere un marito agitarsi in quel modo sulla pista da ballo – le mani per aria, il collo a tacchino, la dislocazione del bacino – è un affronto inguaribile.

Un matrimonio ragionevolmente riuscito può resistere a spaventevoli quantità di colpi che si credevano mortali. Tradimenti, senz'altro. Ma pure dispetti, inedia, segreti, astinenze. E turni infrasettimanali di campionato. Ma nessun matrimonio può sopravvivere al ridicolo. Se certi amori non finiscono neanche così, Jen, bisogna abbatterli.

More from Gioia!:
femminicidio: per le donne uccise dagli uomini l'allarme non scatta mai
Firme
CONDIVIDI
Femminicidio: per le donne l'allarme sicurezza non scatta mai
S'allunga la lista delle donne uccise dagli uomini che stavano loro accanto, ma si fa finta che le emergenze nazionali siano altre
Kaia Gerber, La figlia di Cindy Crawford è uno schianto, fa la modella, rilascia dichiarazioni ragionevolmente giudiziose, ma ecco perché non sarà mai irripetibile come la madre.
Firme
CONDIVIDI
Cara Cindy, tua figlia non sarà mai bella come te
La fotogenia si eredita, il mestiere si impara, l'irripetibilità è un accidente
Firme
CONDIVIDI
E tu dov'eri quando è morta la principessa Diana?
Lady D era il pezzetto di cultura popolare che univa noi e le nostre nonne: è scomparsa 20 anni fa, il 31 agosto 1997
nomofobia
Firme
CONDIVIDI
Compito per le vacanze: spegnere lo smartphone
Quando comincerete ad assaporare l'ebbrezza della non reperibilità vuol dire che ne siete fuori: si chiama ritorno alla vita, ed è...
Sostiene Monica Lewinski che gli uomini nuovi (come Brad Pitt o il principe Harry) sono finalmente diventati profondi, affascinanti, vulnerabili, e financo femministi: ma siamo sicure sia una vittoria?
Firme
CONDIVIDI
Cara Monica, la lagna è come l'amore: non si divide, si moltiplica
Capisco il sollievo del mal comune, ma non condivido il mezzo gaudio per l'improvvisa familiarità che certi famosi ostentano col crepacuore
Firme
CONDIVIDI
Se la celeb sembra (ma non è) una di noi
La prima fu Diana, l'ultima è Angelina Jolie che, forse per la crisi dei 40, dichiara di piangere nella doccia per non far preoccupare i...
Firme
CONDIVIDI
Vacanze: finalmente si parte!
Solo da noi l'estate viene vissuta con tale enfasi: qui si emigra letteralmente ed è tutto uno stress. Soprattutto al rientro
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, quando i saluti più veri sono quelli tra te e te
Milano si comporta come Roma, quando la lasci non ti saluta, ma devi salutarla tu: quando ero adolescente prendevo il motorino e andavo...
woody-allen-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Tutto quello che Woody Allen non ha mai detto sui gatti
«Preferirebbe stare mezz'ora in un ascensore al buio o una giornata in una suite piena di cani e gatti?». La sua risposta vi sorprenderà
Firme
CONDIVIDI
La parità come la intendono a Hollywood
«Prendere delle modelle, coprirle di lividi e farne delle eroine d'azione, da mostrare nude»: succede a Charlize Theron in Atomica bionda