Kate Moss e l'arte di invecchiare come una top model

La modella ha appena compiuto 43 anni: è invecchiata, ma non si rassegna a vestirsi come la regina Elisabetta. E perché dovrebbe?

Più Popolare

Cara Kate,

non tagliare i tuoi capelli mai.

E mangia pure quanto ti pare, tanto per tutti sempre sarai tutt'ossa. Quella che quando le chiesero se avesse regole di vita – a te: una modella famosa per parlare il meno possibile, rimanendo il più inaccessibile possibile – rispose «Niente sa di buono quanto sentirsi magra», assicurando contemporaneamente il fatturato annuale all'industria degli indignati e a quella dei produttori di spillette motivazionali.

Advertisement - Continue Reading Below

Da qualche anno, avrai notato, hai cambiato casella esistenziale. Non sei più una top model scheletrica, non sei più una drogata saccente, non sei neanche più un'icona da celebrare solo ai compleanni. Sei diventata una vecchia. Peggio: una vecchia che non si rassegna. Come diavolo ti è saltato in mente di uscire per Londra con un vestito trasparente e i capezzoli all'aria? Non sai che alla tua età bisogna cominciare a vestirsi come la regina Elisabetta? (L'altra Kate, quella Middleton, si è già portata avanti).

Più Popolare

Sono diventata vecchia la prima volta quando mi sono accorta che, nell'estratto conto della mia carta di credito, le spese di manutenzione straordinaria avevano superato quelle di guardaroba anche nei mesi di cambio di stagione. Anzi: soprattutto nei mesi di cambio di stagione. La dermatologa mi chiama per nome e il parrucchiere mi fa gli auguri di compleanno: non c'è niente di straordinario nella mia manutenzione. Come ogni cosa, l'ha detta meglio di tutte Nora Ephron: sono a otto ore a settimana – più una cifra che non intendo divulgare – dal sembrare la barbona dietro l'angolo.

Il che probabilmente rende anche me, nel mio minuscolo, «una vecchia che non si rassegna». E sì che per me sarebbe facile: mica sono mai stata Kate Moss. Ma non sono neanche mai stata una di quelle signore in bicicletta che la mattina presto vanno a yoga con l'Internazionale e il caschetto grigio che rimbalza. Ogni giorno prima di colazione sciolgo la curcuma nel latte di mandorla; prendo le vitamine, il magnesio, il collagene; e poi mi raccomando al dio delle oche: fa' che funzioni.

Sono diventata vecchia la seconda volta – più saggia – quando ho capito che, così come non ti somigliavo a vent'anni, non ti somiglierò neanche a cinquanta, Kate. Io estirpo inorridita i peli bianchi – che schifo – ma in fondo della mia vecchiaia importa solo a me. Tu hai incarnato l'ideale di un'epoca: perché dovresti rassegnarti a diventare vecchia come una qualunque? Se avessi speso gli stessi soldi – e tempo, e fatica – in diamanti, troverei perfettamente appropriato mandarti a fare la spesa con la corona.

More from Gioia!:
Jovanotti cita Dalla
Firme
CONDIVIDI
Jovanotti non teme l'effetto nostalgia
Nel brano Oh, vita!, anticipazione del nuovo album che esce a dicembre, cita Futura di Lucio Dalla: ci vuole coraggio per farlo
Firme
CONDIVIDI
Felicità è portare i pantaloni con l'elastico
Se hai deciso che non te ne frega niente di farti guardare, tirarti a lucido è una cosa che non serve quasi mai
Bellezza e diversità  Lupita Nyong'o
Firme
CONDIVIDI
La bellezza non è più femminile singolare
Oggi per distinguersi c'è un solo modo: essere diverse, come Lupita Nyong'o, che non rinuncia ai suoi capelli afro
È ufficiale: Chiara Ferragni e Fedez aspettano il loro primo figlio, ecco perché sarà un bambino molto fortunato.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chiara, sarai una madre favolosa
Perché possiedi un superpotere fondamentale per sopravvivere a questi tempi qui
Mamme permalose bambini
Firme
CONDIVIDI
Nessuno è permaloso come una mamma
Le madri di oggi sono, nell'eloquio, indistinguibili da come scriverei una parodia di mia madre
Kris Jenner con la figlia Kim Kardashian
Firme
CONDIVIDI
Cara Kris, le Kardashian non esisterebbero senza di te
Nessuna delle tue figlie sarebbe così com'è ora se tu non avessi avuto l'idea di farne lo spettacolo di questa generazione
Parità stipendio donne
Firme
CONDIVIDI
Equo compenso, non si tratta solo di soldi
Quando pretendiamo una retribuzione pari a quella degli uomini per il nostro lavoro stiamo parlando anche di dignità
Figli calo nascite
Firme
CONDIVIDI
Ma tu un figlio lo vorresti?
Se è vero che i giovani rinunciano ad avere bambini per cause di forza maggiore, perché 
non sono arrabbiati?
Non più un intoccabile di Hollywood, il molestatore delle dive Harvey Weinstein ci obbliga a una riflessione in più: oltre all'indignazione e alla solidarietà, dobbiamo essere capaci di raffinare l'analisi ed emanciparci da ruolo di vittime perfette.
Firme
CONDIVIDI
Cara Blythe, le figlie devono imparare a difendersi da sole
Se Gwyneth è in grado di badare a se stessa, che bisogno aveva di una lettera della sua mamma al giornale che l'ha criticata?
Firme
CONDIVIDI
Il maniaco senza qualità è peggio di Weinstein
C'è chi pensa di poterti saltare addosso senza possedere punti di forza evidenti, e senza che tu gli abbia dato il via libera