L'era di Donald Trump nasce sotto il segno del caos

Il nuovo presidente Usa vuole rompere gli schemi e far subito vedere chi è al potere: il gabinetto di collaboratori che lo consiglia è eterogeneo, e non si conosce la classe dirigente che governerà col presidente

Più Popolare

Sguardo torvo da bullo, andatura caracollante, giacca svolazzante e cravattona rossa troppo lunga. Ecco Donald Trump, il nuovo presidente degli Stati Uniti d'America alla cerimonia d'insediamento. Se ne frega del rito, è chiaro. Vuole rompere gli schemi e far subito vedere chi comanda. Pronuncia un discorso perfettamente coerente con le parole d'ordine della vittoriosa campagna elettorale: potere al popolo, compra americano, affitta americano, proteggi i confini. Protezionista, populista, prosa semplice e diretta.

Advertisement - Continue Reading Below

A pochi metri di distanza, Barack Obama ha lo sguardo cupo e le labbra serrate. È chiaramente preoccupato dai toni di Trump. Che racconta l'America senza luce né colori, un ammasso di fabbriche arrugginite e malumori, un carnage, un massacro di lavoratori incazzati. Mai sentito un discorso più dirompente: l'insediamento del nuovo presidente contiene l'annuncio esplicito di una folle corsa contromano: The Donald dichiara guerra alla globalizzazione che è stata la Bibbia economica d'America e il cardine delle sue relazioni internazionali. Da affarista qual è, probabilmente adotterà in politica criteri di stretta convenienza economica: amico di chi non minaccia le tasche dell'America, come la Russia di Putin e Israele, avversario di chi compete sul mercato dei consumatori e dei salari come la Cina, il Messico e l'Unione Europea. Magari stringendo alleanza con la Gran Bretagna fresca di Brexit e di nuovo parte integrante di quell'anglosfera che potrebbe ridisegnare i confini dei nuovi poteri mondiali.

Il gabinetto di collaboratori che lo consiglia è eterogeneo, l'era Trump nasce sotto il segno del caos. Non si conosce la classe dirigente che governerà col presidente, né l'esito finale di questo enorme cambiamento. Ma chi conosce The Donald assicura che il caos sia deliberato e punti a concentrare nelle mani del presidente quanto più potere possibile.

More from Gioia!:
woody-allen-guia-soncini
Firme
CONDIVIDI
Tutto quello che Woody Allen non ha mai detto sui gatti
«Preferirebbe stare mezz'ora in un ascensore al buio o una giornata in una suite piena di cani e gatti?». La sua risposta vi sorprenderà
Firme
CONDIVIDI
La parità come la intendono a Hollywood
«Prendere delle modelle, coprirle di lividi e farne delle eroine d'azione, da mostrare nude»: succede a Charlize Theron in Atomica bionda
Firme
CONDIVIDI
L'idea del matrimonio giusto è anacronistica
L'idea di garantirsi sicurezza e prestigio sposando un buon partito è fuori dal tempo e svilente. E fa male alle donne
La vita di Victoria Beckham, e di tutta la famiglia più posh d'Inghilterra, è un po' come la nostra, e somiglia a quello che succede sui social: c'è chi ride, chi piange, e chi non sa quello che dice.
Firme
CONDIVIDI
Cara Victoria, la vita vera non è facile
L'ostinazione delle celebrità a fingersi normali sui social network ha convinto noi normali a comportarci come celebrità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, 3 posti magici che rendono unica l'estate
Milano non è solo il Duomo o la Pinacoteca di Brera, c'è molto di più: d'altra parte, questa città non si mostra subito, va scoperta pian...
Firme
CONDIVIDI
L'età giusta per il sesso orale (e la crostata)
C'è una prima volta per tutto, come dimostrano le storie di due giovani attrici: Rooney Mara e Sophie Turner
Per Gwyneth Paltrow non c'è malanno o accoacco di vecchiaia che non possa essere curato dalla giusta combinazione di integratori, complessi vitaminici e creduloneria: è tutto in vendita su Goop.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gwyneth, lasciami invecchiare in pace
Le conversazioni tra amiche sembrano i bollettini di un'epidemia, ognuna ha una diagnosi: la noia è mortale
Menopausa argomento conversazioni happy hour donne over 40
Firme
CONDIVIDI
Menopausa, l'argomento da happy hour delle over 40
Verso i 50 anni è il topic principe degli happy hour fra donne, ma sentirne parlare per una che non ci è entrata è terrorizzante
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, questa è la città in cui voglio sempre tornare
L'aspetto più affascinante dell'estate è sempre il ritorno, perché c'è sempre quella sensazione di aver vissuto qualcosa di potente ma di...
Firme
CONDIVIDI
Ecco perché Ambra che bacia Allegri ci traumatizza
L'ex ragazzina di Non è la Rai pomicia con l'allenatore della Juventus, cinquantenne, ma la nostra «bambina» ha ormai quarant'anni