Che cos'ha che non va il nome della figlia di Samantha Cristoforetti?

L'astronauta ha partorito una bambina alla fine del 2016 e l'ha chiamata Kelsey Amal, ma a qualcuno non è andato giù perché di origini arabe: i fondamentalisti de' noantri sono purtroppo in crescita

Come noto, l'immensa Samantha Cristoforetti - aviatrice, ingegnere, astronauta militare, prima italiana negli equipaggi dell'Agenzia spaziale europea, due lauree di quelle da paura, poliglotta e cittadina dei mondi – ha partorito una bambina e l'ha chiamata Kelsey Amal. O forse no, forse uno dei due nomi è un po' diverso ma nessuno tra i media che hanno diffuso la notizia avrebbe, a quanto pare, verificato.

Advertisement - Continue Reading Below

Nel caso fosse vero, Kelsey Amal starebbe per «coraggiosa speranza», ottimo auspicio per una bambina; ma, anche questo è noto, a parte dell'opinione pubblica il nome non va giù e c'è chi se n'è talmente risentito che ha ritenuto opportuno esprimere il suo dissenso malevolo e arrogante. È un problema? Sì, lo è. Non solo perché scagliarsi contro un nome «di origine araba» è una stupidaggine (un sacco di ordinari e italianissimi cognomi lo sono, talvolta a insaputa di chi li porta). Il fatto inquietante è che, a quanto pare, ci sono connazionali convinti di poter processare una cittadina italiana in quanto non ha dato alla figlia «un nome cristiano». Fondamentalisti de' noantri, purtroppo in crescita. E confusione, tanta confusione, sui fondamentali.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Un po' di Xanax e passa tutto
Un secolo dopo il Prozac che ci tirava su, ci serve una cosa che ci tiri giù (dall'ansia)
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, il nuovo Apple store dimostra che questa è una città pulsante
Lo stanno ancora costruendo, ma il negozio del colosso hi tech che sorgerà in Piazza Liberty mi ha acceso l'anima: Milano non resta ferma,...
Firme
CONDIVIDI
A proposito del matrimonio di Jessica Chastain
I giornali americani hanno esaltato il fatto che il marito è nobile: contessa è un titolo più monetizzabile di star di Hollywood?
Firme
CONDIVIDI
Litigare per lo ius soli non è Smart
L'Italia è il Paese della burocrazia, però a noi di Gioia! piace la gente sveglia, che fa: per loro abbiamo creato gli Smart awards
Firme
CONDIVIDI
Perché gli alberghi sono peggio degli amanti
Ho tradito il mio solito hotel con un cinque stelle lusso e, come tutte le fedifraghe, mi sono pentita
Milano Zucchero e catrame come sopravvivere al caldo (la triste verità)
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, ma allora fa caldo!
«Milano città del nord e quindi fresca» mai luogo comune è stato più errato e lo scopri (tristemente) solo vivendoci
Firme
CONDIVIDI
Multitasking non è un complimento
Andare in corto circuito, fino a dimenticare un bambino in auto: ma a mandarci in tilt sono le aspettative sociali
Dopo anni passati a essere considerata una rovinafamiglie, la duchessa di Cornovaglia Camilla Parker Bowles ha guadagnato il titolo di regina d'Inghilterra e dei modelli da imitare.
Firme
CONDIVIDI
Cara Camilla, sei la nostra regina
Perché ci hai insegnato le virtù della pazienza, e il segreto della felicità
Firme
CONDIVIDI
Milano Zucchero e Catrame, le cose che odio di questa città che amo
Mi fa sentire a casa, ma ci sono certe questioni di questo posto che proprio non mi vanno giù: i citofoni tecnologici, le zanzare, i numeri...
zerocalcare-cappuccio-rosso-morta
Firme
CONDIVIDI
Chi era Ayse, la Cappuccio Rosso di Zerocalcare
Aveva 23 anni la combattente curda detta Cappuccio Rosso nei fumetti di Zerocalcare sulla guerra siriana: è caduta nell'assalto a Raqqa