L'insostenibile svenevolezza dell'uomo debole

Se pensavate che il vittimismo maschile in amore fosse un'invenzione di questo secolo, dovete ricredervi: Alberto Moravia, per esempio, si struggeva per Elsa Morante

Più Popolare

Sono così ingenua che pensavo l'uomo debole fosse un'invenzione di questo secolo. In quello scorso ero così giovane che pensavo tutte fossero come me: in attesa di telefonate che non arrivavano. Pensavo fossero cambiati i costumi, che a far diventare loro quelli che elemosinano attenzioni e noi quelle che sbuffano fosse stato un mutamento sociale. E invece tra adulti ha sempre funzionato così, anche nel Novecento. La percezione me l'aveva fornita Anne Pingeot, pubblicando le lettere di François Mitterrand. Solo quelle di lui, senza risposte di lei. Un trucco con cui anche il più anaffettivo dei cowboy sembrerebbe sentimentale: se non leggiamo mai le risposte, tu sei uno che parla da solo, ovvero il più disastrato caso di innamorato patetico che esista in natura e in letteratura. Pingeot è furba a celarci le proprie lettere: all'inizio della storia era una ragazzina, magari era svenevole quanto lui, che le scriveva «sono sei ore che non ti scrivo», come un liceale su WhatsApp; o concludeva una lettera d'una decina di fogli (carta intestata del Parlamento) con un «Tu ti chiami Anne, mia Anne, e io ti amo» degno d'un provinando di Sanremo giovani.

Advertisement - Continue Reading Below

L'uomo che parla da solo, format editoriale dell'anno, prosegue con Quando verrai sarò quasi felice, raccolta delle lettere di Alberto Moravia a Elsa Morante. Anche qui mancano le risposte di lei, e il caso è ancora più interessante di quello francese: Anne Pingeot ha scelto di non pubblicare le proprie missive, mentre quelle della Morante non esistono proprio, giacché Moravia le aveva buttate. Ora: conoscete un segno più certo che un uomo ci sia rimasto sotto? Nessuno è più vittima d'amore di quello che cancella tutti i segni del tuo passaggio dalla sua vita. Nel 1951 Elsa Morante aveva 39 anni. Era un'adulta: una che sa come far disperare il tapino con cui sta da quindici anni ed è sposata da dieci. Per esempio mollandolo in vacanza da solo e poi, quando lui si strugge di mancanza, sbuffando che quello di lui è «amore a dispetto», solo da lontano e se non ricambiato; come se lei non facesse esattamente la stessa umanissima cosa: «Vorrei tanto che tu fossi qui e ho tanto desiderio di baciarti e di fare l'amore con te. Ma tu a quanto sembra non provi questo desiderio se non quando parto e mi allontano da te», si lagna il tapino, perfetto cliché di vittima sentimentale. Le lettere di quel periodo sono uno strazio, povero Moravia: si sbatte perché lei sia candidata a premi letterari; le fa accurate descrizioni di quanto lei gli manchi (mi piace immaginare la Morante, annoiatissima da tanta svenevolezza, interrompere la lettura a metà); le sue cronache delle vacanze hanno a margine considerazioni da uomo-tappetino: «Può darsi che queste notizie ti ispirino addirittura la ripugnanza a venire qui» (la classica frase che la vittima dice per farsi rispondere «Ma no» dalla carnefice).

Più Popolare

Persino dopo che si erano lasciati e quando stava già con Dacia Maraini, le lettere di Moravia alla Morante sono ancora scenate da amante disamato: «Non capisci niente e questo perché gli altri non esistono per te, esistono soltanto i tuoi sentimenti per gli altri, molto mutevoli e spesso poco lusinghieri». Sono così ingenua che credevo che «chi meno ama è il più forte, si sa» fosse un verso di canzonetta, mica una biografia della Morante.

More from Gioia!:
Firme
CONDIVIDI
Vi racconto come sono diventata la più grande esperta di capelli vivente e vi svelo tutto quello che ho imparato
Altro che sacchetti biodegradabili: voto il primo partito che faccia una legge per cui lo shampoo è incluso nel costo della piega
Oprah Winfrey Golden globes 2018
Firme
CONDIVIDI
Perché il discorso di Oprah sulle donne dovrebbe farci riflettere
Ma non occorre la molestia sessuale, basta la rinuncia costante 
alle nostre ambizioni a renderci ancora "sesso debole"
Rivoluzione bacio
Firme
CONDIVIDI
La strategia vincente per ottenere tutto quello che si vuole? Far sbroccare l'interlocutore
Così passa dalla parte del torto, come sa fare bene Stefania Sandrelli con Vittorio Gassman nel film La terrazza
Sessantotto anniversario 50 anni
Firme
CONDIVIDI
Il Sessantotto 50 anni dopo e le nuove rivoluzioni possibili
Abbiamo ripreso lo spirito creativo del '68, che ha appena compiuto 50 anni, per immaginare un mondo diverso
vestiti costosi
Firme
CONDIVIDI
Noi, che l'abito costoso vogliamo ammortizzarlo
Da quando ci sono i cellulari con fotocamera quel completo risolutivo non puoi più indossarlo senza sembrare una che non si cambia mai
scrivere gratis
Firme
CONDIVIDI
Scrivete solo se qualcuno vi paga
Conosco gente che scrive decine di cartelle non retribuite su siti senza budget: come mai non distinguono un hobby da un mestiere?
Fine anno 2017 cosa tenere cosa buttare
Firme
CONDIVIDI
Cosa vuoi tenere e cosa vuoi buttare del 2017?
Butto le frasi retoriche e le parole a vanvera, tengo le battaglie delle donne e la loro forza inesauribile
Angela Lansbury, in un'intervista a Radio Times, ha parlato di donne, molestie e responsabilità: la reazione del web è stata immediata e scomposta
Firme
CONDIVIDI
Cara Angela, con noi giovani bisogna avere pazienza (siamo scemi)
Per quanto complessa sia la questione delle molestie, la nostra reazione è sempre a misura di tweet
Natale amore odio
Firme
CONDIVIDI
Con il Natale non ci sono mezze misure: o si è lovers o si è haters
Il mondo si divide in due categorie, quelli che lo amano e quelli che lo odiano: a me fa simpatia, ma sono un disastro con gli addobbi
Insieme al marito John Legend, Chrissy Teigen ha annunciato sui social la sua seconda gravidanza, ottenuta attraverso la fecondazione in vitro, come ha sempre raccontato con sana disinvoltura.
Firme
CONDIVIDI
Cara Chrissy, servono anche i figli maschi
Il tuo lo sarà perché, come hai spiegato disinvolta, "è l'unico embrione rimasto", e ti tornerà utilissimo