Carrie Fisher confessa: ai tempi della Principessa Leia ho avuto una storia con Harrison Ford

Lettera alla principessa Leia protagonista di Star Wars, che ha tenuto segreta la sua storia di sesso con Harrison Ford per 40 anni

Più Popolare

Cara Carrie Fisher,

sono come te.

Anche io ho avuto una storia con Harrison Ford.

Certo, la mia era immaginaria. La tua invece – «una lunghissima botta-e-via» – la racconti in The princess diarist, l'autobiografia uscita infine il 22 novembre (almeno negli Stati Uniti) dopo oltre un anno di ritardo, tre rinvii e altrettante email da Amazon che mi avvertivano: la signora Fisher non è particolarmente sensibile al concetto di scadenza, bisogna avere pazienza.

Advertisement - Continue Reading Below

Fosse anche solo per le anticipazioni uscite su People, ne è valsa la pena. Per dire: «Fu molto intenso: eravamo Han e Leia durante la settimana, Carrie e Harrison nel weekend» restituisce nuovo trasporto ai baci della trilogia originale, ma pure al ricordo di certi amori clandestini sul posto di lavoro, ché col filtro della mezza età tutti quegli sforzi per accoppiarsi ove possibile, il più a spesso possibile, alternati a estenuanti riunioni a far finta di non guardarsi, possono sembrare solo una gran fatica, e invece no: era passione. Tu pensa.

Più Popolare

Adesso l'obiettivo principale è assicurarsi che il disbrigo non interferisca con il ritmo sonno-veglia raccomandato dall'Apple Watch, e in ogni caso: rigorosamente da sdraiati (io sotto) ché già spendo una fortuna in pratiche yoga personalizzate, ci manca solo il fisioterapista. Come si cambia, per non morire di lombalgia. Figuriamoci poi se, oltre a una vita ragionevolmente sessuale, dovessi pure mantenere l'abitudine alle droghe leggere che usa tra giovani scapestrati. Di quel periodo tu non ricordi moltissimo – sostieni – per via della qualità «feroce» di erba prediletta dal giovane Harrison. Per fortuna, tenevi un diario.

Così ho deciso: alle mie figlie raccomanderò di fornicare per allegria, ma (soprattutto) di relazionare minuziosamente e per iscritto. Non gli amori, per carità: quelli, più te li ricordi, meno se lo meritavano. Ma le storie senza futuro, che iniziano e finiscono senza drammi – Harrison Ford era sposato, all'epoca, ma «forse neanche pensava contassi come tradimento intero, bassa come sono» – e poi sbiadiscono negli interstizi della memoria.

Invece sono gli aneddoti migliori. Sufficientemente distanti da non ferire più nessuno – che temperanza, Carrie, tenere il segreto per 40 anni – ma ancora avvincenti da generare pettegolezzi a corollario. E a chi ha insinuato tu implicassi una qual défaillance erotica, hai precisato: «Non racconterei mai di come sono stata con qualcuno sopra un mobile: sedia, letto o tavolino». Una battuta riuscita, dopo una certa età, è meglio dell'orgasmo.

More from Gioia!:
Harvey Weinstein accuse stupro
Firme
CONDIVIDI
A proposito di Harvey Weinstein: quando è violenza e quando è solo vita
Se mettiamo nella categoria «stupro» chiunque ci provi e ci faccia sentire dieci minuti a disagio, prevedo l'estinzione dell'umanità
Voglio essere magra
Firme
CONDIVIDI
Io che volevo essere magra più di tutto
Ma c'è una bella differenza tra la ricerca del proprio peso forma e la fissazione per il corpo esile a tutti i costi
Ius soli autogol sinistra
Firme
CONDIVIDI
Ius soli, l'autogol della sinistra
Il disegno di legge muore in Parlamento perché Alfano non lo vuole e perché il centrosinistra si è subito arreso
Dopo un'estate di pettegolezzi, Heidi Klum ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia e smettere di cercare uomini che la facciano sentire giovane.
Firme
CONDIVIDI
Cara Heidi Klum, mollare un trentenne è sempre un'ottima idea
Dopo un'estate di pettegolezzi, la modella ha lasciato Vito Schnabel, e adesso devo cambiare strategia di accoppiamento
Con una stretta di mano al summit sull'ambiente dell'Onu, Gisele Bündchen ha mandato un messaggio al marito Tom Brady: tu stai al tuo posto, ché al tavolo dei grandi mi siedo io.
Firme
CONDIVIDI
Cara Gisele Bündchen, sei meglio di tuo marito
Tuo marito ha sposato la più bella del reame, che si accontenti: al tavolo dei grandi siedi tu
figli bamboccioni casa
Firme
CONDIVIDI
Quel che si perdono i figli bamboccioni
La sindrome dell'impostore applicata agli immobili: ce la spiega l'attrice di Scandal Katie Lowes
Maria Sharapova ha scritto un libro, Unstoppable, in cui non riesce a confessare una semplice verità: Serena Williams l'ha battuta sul campo da tennis 19 volte di seguito perché è più forte.
Firme
CONDIVIDI
Cara Maria Sharapova, ogni tennista è un'isola
Ma pure su quest'isola la notizia deve essere arrivata: Serena Williams non ti batte perché ti odia, ti batte perché è più forte di te
Quanto ci mancano gli uomini all'antica
Firme
CONDIVIDI
Quanto ci mancano gli uomini all'antica
Con la scusa che noi «vogliamo tutto» fidanzati e mariti si sono messi comodi e ci fanno fare tutto: gli straordinari e la cena
Passatempi figli adolescenti cellulare internet
Firme
CONDIVIDI
Genitori, i giovani non sono così fessi
C'era un tempo in cui le cuffie del walkman annunciavano l'alienazione: i passatempi dei figli sembrano sempre la fine della civiltà
Moda sostenibile Green carpet fashion award
Firme
CONDIVIDI
La moda sostenibile ha un premio tutto per sé
Si può fare fashion etico senza sacrificare l'estetica: cronaca del primo Green Carpet Fashion Award